Occulto

Merry Witchmas: paganesimo, stregoneria e feste

>

Ogni anno, milioni di persone in tutto il mondo celebrano il Natale, ed è facilmente una delle festività più popolari. Per molte persone, la storia del Natale è direttamente associata alla nascita di Cristo, e questo risale a prima. Eppure molte delle tradizioni praticate durante il periodo natalizio hanno origini che risalgono a molto prima degli inizi del cristianesimo.

Natale e astrologia

In quasi tutte le religioni ci sono celebrazioni per il cambio delle stagioni. Gli orologi interni della maggior parte delle persone sono impostati su un ciclo che ha la sua base nell'effetto fisico che il cambio di stagione ha sui corpi umani. Osserviamo l'inverno come il nostro momento per rallentare, banchettare, fare il punto, passare il tempo con la famiglia e adorare le nostre divinità preferite quando applicabile. Questa non è una coincidenza, anzi, è coerente in molte culture e, per quanto si basi sulle tradizioni della civiltà umana, si basa anche sulle stelle nel cielo.



natale1

Mentre i meteorologi considerano il 1 dicembre il primo giorno d'inverno, per la maggior parte degli altri è il 21 dicembre. Questo è il giorno più corto e la notte più lunga dell'anno nell'emisfero settentrionale e segna il primo giorno del solstizio d'inverno, che dura fino a quando il 25. Il solstizio viene celebrato in vari modi nella maggior parte delle religioni. I primi europei lo celebravano come la rinascita del sole e il ritorno a giorni più lunghi, mentre i pagani tedeschi avevano Yule e ciò che equivaleva al loro Babbo Natale in Odino, che portava il bene ad alcuni e il male ad altri, ma che aveva più di una sorprendente somiglianza a un signor Claus.

La morte di Cristo e i 3 giorni che impiega per risorgere sono considerati astrologicamente significativi, così come i 3 giorni che precedono il Natale. Nelle parole dell'occultista Eunique Divination, l'aspetto più importante del Natale sarebbe dal 22 al 25, che è più o meno come pensano i cristiani. Il sole è al suo punto più basso e poi sorge... ci vogliono 3 giorni per tornare su, e torna su il 25. Quindi, molto del cristianesimo è adorazione del sole, ed è da questo che deriva.

Per quanto riguarda il motivo per cui è importante riconoscere l'inverno e celebrare il suo arrivo, l'inverno quasi invariabilmente rallenterà il tuo corpo mentre cadiamo tutti nella dormienza naturale della stagione e cercheremo di riposare in preparazione per la primavera più caotica. Celebrazione dell'inverno, ha spiegato Divinazione, se ti piacciono i tarocchi, è la carta della morte. Le cose stanno morendo e decadendo. Le cose sono dormienti e, per quanto riguarda la spiritualità, è un momento per riflettere, è un momento per entrare e fare un po' di lavoro interiore. Trasformazione... le cose erano vive, ora gli animali dormono e sono in letargo, tutti sono dentro... è la fine di un ciclo. Le persone in un certo senso vogliono che le cose rimangano le stesse, ma le cose non rimangono le stesse. Anche all'interno delle stagioni, le cose cambiano.

L'influenza dei Saturnali sul Natale

Molte persone associano il Natale alla nascita di Cristo per ragioni forse ovvie, ma la storia della celebrazione del Natale precede certamente la nascita di Cristo. Le precedenti osservanze del solstizio che hanno ispirato il Natale includono i Saturnali romani. Durando dal 17 al 23 dicembre e celebrando il dio agricolo Saturno, il dono era un punto fermo essenziale dei Saturnalia. Era anche una celebrazione della luce, più tardi conosciuta come il Compleanno del Sole Invincibile in riferimento a Sol Invictus, un'altra divinità basata sul sole.

Durante i Saturnali, le ghirlande venivano usate per simboleggiare la vita senza fine. È difficile dire esattamente da dove provenga l'idea di tenere gli alberi, ma è ovvio che l'invenzione moderna dell'albero di Natale nella Germania rinascimentale non è stata certo l'inizio dell'usanza, che si ritiene risalga almeno al antico Egitto. Si ritiene che il riformatore Martin Lutero sia stato il primo ad aggiungere candele all'albero di Natale, il che è terrificante anche solo da considerare in un'epoca senza estintori o rilevatori di fumo, ma nonostante ciò fu l'inizio delle luci natalizie contemporanee. Allo stesso modo, tuttavia, la celebrazione della luce e l'uso delle candele sono comuni tra le religioni.

natale3

Il Natale sostituisce i Saturnali

È difficile sapere quando esattamente i cristiani iniziarono a celebrare il Natale, ma la prima istanza registrata della festa fu dei cristiani romani del IV secolo. Sono generalmente noti per essere anche i primi a celebrare il Natale in particolare il 25 dicembre. I cristiani erano stati perseguitati e uccisi a Roma finché sotto Costantino il cristianesimo non fu legalizzato. Questo avvenne anche all'incirca all'epoca del primo uso noto della parola pagano, che a quanto pare fu assegnata ai romani che praticavano il politeismo dai cristiani come termine dispregiativo, e fu infine usata per denigrare gran parte della popolazione romana quando il cristianesimo divenne la religione dominante .

Si possono tracciare paralleli anche tra il dio del sole persiano Mitra e Gesù. Si credeva che anche il compleanno di Mithra fosse il 25 dicembre. Tra loro prevalgono altre somiglianze, come il loro reciproco status di paziente e benevolo protettore della vita. Il mitraismo era una pratica propria e il culto di Mitra era prevalente durante l'ascesa del cristianesimo, anche se alla fine sarebbe diventato più oscuro nel tempo.

Proprio come l'albero, non c'è traccia delle origini delle canzoni basate sul Solstizio, ma è noto che gli inni di Natale risalgono già alle prime celebrazioni natalizie. I canti che ci sono ben noti oggi sono canti latini resi popolari nel XVI secolo in un libro di musica chiamato Piae Cantiones, ma le vere origini dei canti sono sconosciute e molti di essi si crede siano molto più antichi di quanto si sospettasse. Più tardi, nel XIX e XX secolo, la popolarità dei libri di musica natalizia prodotti in serie ha portato a una rinascita dell'interesse per i canti natalizi e la tradizione è rifiorita.

Qualunque siano i tuoi sentimenti a Natale, non si può negare l'ovvio bisogno umano di riconoscere il passaggio dall'autunno all'inverno e la nostra anticipazione per la primavera. In effetti, la distanza che le nostre pratiche attuali mettono tra la festa e le sue antiche origini può indicare un problema sociale più profondo. Alla domanda su cosa le persone si sbagliano riguardo alle festività e alla loro storia e persino al debito con i rituali pagani, Eunique Divination ha risposto: Ci sono ancora molte persone che sono semplicemente bloccate nei loro modi e non vogliono esaminare nulla. È etichettato come blasfemo. Ho avuto persone che mi chiamavano adoratore del diavolo, e io ho pensato, aspetta un minuto... tutto quello che sto facendo è adorare le stagioni! Questo è il più grande equivoco, non capiscono il simbolismo delle cose, ma poi di nuovo si tratta di informazioni esoteriche o occulte che praticamente significano che solo un certo numero di persone capirà.

Visita Eunique Divination's negozio - questo articolo ha tratto grande beneficio dall'intervista con lei ed è una fonte perspicace per tutti i tuoi bisogni occulti, dai tarocchi all'astrologia e oltre.



^