Questo Giorno Nella Storia Di Twilight Zone

16 marzo nella storia di Twilight Zone: Celebrazione della prima del 1962 di 'Little Girl Lost'

>

Oggi, 16 marzo, Questo giorno nella storia di Twilight Zone e L'enciclopedia dei confini della realtà celebrare la prima del 1962 di 'Little Girl Lost'.

Due giorni fa abbiamo brindato alla premiere di 'The Parallel' e oggi ne mostriamo un altro TZ episodio che tratta di una dimensione parallela. Sarah Marshall e Robert Sampson interpretano Ruth e Chris Miller, una coppia di periferia con una giovane figlia di nome Tina (Tracy Stratford). Una notte, sentono piangere dalla sua camera da letto, ma quando vanno a controllarla, non si trova da nessuna parte. Poiché il pianto e la chiamata continuano, chiamano Bill (Charles Aidman), un amico scienziato, e insieme scoprono che Tina è caduta in quella che sembra essere un'altra dimensione.

Mark Hamill legge il tweet di Trump
bambina3.jpg

Chris Miller (Robert Sampson) cerca di confortare sua moglie, Ruth (Sarah Marshall), mentre continuano la ricerca della loro figlia nel fantastico episodio di Richard Matheson 'Little Girl Lost'.



Questa era un'altra storia classica nata dall'immaginazione di Richard Matheson, che poteva prendere l'ambientazione più normale e capovolgerla di lato. Sicuramente gli scrittori di Poltergeist sono stati influenzati da 'Little Girl Lost', anche se il classico del 1982 del regista Tobe Hooper è più una storia di fantasmi.

Se Tina sembra familiare, dovrebbe – Tracy Stratford in seguito ha interpretato la figliastra di Telly Savalas in Living Doll (con una bambola di nome Talky Tina). Nel frattempo, Charles Aidman era apparso nell'inquietante episodio della prima stagione, 'And When the Sky Opened', interpretando uno degli astronauti condannati.

little_girl_lost_-_aidman.jpg

Charles Aidman (a destra) ha interpretato Bill, uno scienziato che inizia a capire cosa è successo alla figlia dei Miller in 'Little Girl Lost'.

Credi nelle dimensioni parallele? Certamente lo faccio perché credo che ci sia una porta in casa mia attraverso la quale gli oggetti scompaiono. Da qualche parte, dall'altra parte di quella porta, c'è il libro che Carol Serling mi ha prestato quattro anni fa: la copia personale di Rod Serling della sua antologia di sceneggiature televisive in diretta, così come il mio orologio, il Power Ranger verde di mio figlio e probabilmente un presentatore di altra roba.

Quindi brindiamo alla fertile immaginazione di Richard Matheson, al ritorno degli oggetti perduti (per favore!) e all'ultima dimensione parallela – Ai confini della realtà .



^