Nbc

Lo showrunner manifest promette che la terza stagione fornirà chiarezza sulle 'domande più fondamentali'

>

La seconda stagione di Manifesto si è conclusa con una pinna caudale che è stata tirata fuori dall'oceano, senza dubbio facendo saltare increduli molti fan dai loro posti sul divano. Jeff Rake, creatore e showrunner del dramma fantascientifico della NBC, ha promesso che l'imminente terza stagione sarà incentrata sul mistero di quella familiare pinna caudale. Risponderà anche ad alcune grandi domande che incombono sulla serie fin dall'inizio.

'La rivelazione del mistero riguardante la pinna caudale si svolge per tutta la stagione', ha detto Rake a SYFY WIRE e ad altri membri della stampa durante una tavola rotonda virtuale prima della premiere della terza stagione dello show il 1 aprile. 'Tuttavia, anticipiamo le rivelazioni associate a Quindi penso che gli spettatori scopriranno che nella prima serie di episodi arriviamo ad alcune comprensioni fondamentali. Arriviamo a un punto di chiarezza riguardo ad alcune delle domande più fondamentali sul mistero sottostante.'

Rake, che ha notato che la stagione 3 riprende 'circa tre mesi dopo la fine della stagione 2', ha anche spiegato che lo spettacolo è stato 'su questa fede contro il dibattito sulla scienza' sin dal suo inizio e fornirà 'un po' di chiarezza su quale parte sta vincendo'. quel dibattito' nei primi episodi della terza stagione.



Manifesto manifesto

Credito: NBC

'E poi c'è la domanda correlata: cosa significa questo per l'altro lato del dibattito?' Ha aggiunto. 'E proprio come nella vita reale, penso che molte persone credano che fede e scienza siano molto intrecciate. Questo è un filo dell'ago che continua a giocare per tutta la stagione e oltre.'

Proprio come ha detto prima, Rake ha confermato che intende far funzionare lo show per sei stagioni.

'[Il] finale della serie è sempre stato bloccato', ha detto, spiegando che 'l'arco principale della serie è esistito fin dall'inizio'.

Ha spiegato che quando ha proposto lo spettacolo alla Warner Bros. e alla NBC, ha sentito che era importante che i dirigenti sapessero che aveva in mente un finale e una tabella di marcia per arrivarci. 'Perché il pubblico negli ultimi anni a volte si è sentito bruciato [quando] gli spettacoli di mitologia non potevano continuare a ripagare', ha detto.

Quindi, con la maggior parte delle grandi mosse dello spettacolo già stabilite, quanto della storia generale gli attori conoscono in anticipo? Secondo Rake, nessuno sa tutto.

'Alcuni degli attori ne sanno più di altri perché alcuni sono incredibilmente curiosi, e altri non vogliono sapere un accidente e scoprono che è più naturale per loro scoprirlo in tempo reale', ha detto. Anche se se premuto, ha confermato che lascerà al cast suggerimenti sui punti della storia all'interno della stagione, 'non per rivelare nulla oltre la stagione, [ma] solo per lasciarli vivere nel presente ... [per] mantenere la performance di tutti di più organico e autentico.'



^