Jurassic World: Il Regno Caduto

The Lost World: Jurassic Park è un raro esempio in cui il film è molto meglio del libro

>

Ora che l'epica Avengers: Infinity War , il divertente Deadpool 2 , e il fantastico divertimento Solo: una storia di Star Wars sono saldamente sistemati nelle nostre sale cinematografiche, è ora di prepararsi per l'arrivo dei dinosauri.

Jurassic World: Il regno caduto sarà rilasciato il 21 giugno, e mi ha fatto ripensare ai quattro film clone dino che questa serie ci ha già regalato. L'originale Jurassic Park (1993) è un'opera d'arte classica di tutti i tempi, e Jurassic Park III (2001) non è... il mio film preferito. Che dire del titolo stranamente? Il mondo perduto: Jurassic Park (1997)?

Anche se questo sequel del classico del '93 non è allo stesso livello di genialità, è comunque un film divertente con molta grandezza. Tutte le parti disparate non sempre si sommano, ma per me una cosa è certa: fa passi da gigante meglio del libro originale su cui è basato il film.



Quando succede? Molto raramente. Quando si tratta di film adattati da libri, il ritornello familiare può essere suonato quasi a memoria: 'Il libro era migliore'. Il secondo Giurassico film e il suo romanzo corrispondente sono un esempio in cui è vero il contrario, e in parte potrebbe essere dovuto a quanto sia strano e tortuoso il sequel originale di Michael Crichton.

Copertina-del-mondo-perduto

Attestazione: Knopf

Il romanzo originale di Crichton Jurassic Park (1990), il libro che ha dato il via a tutto questo, è un libro così caldo di idee e azioni che ti brucerà le mani. Molti personaggi hanno destini diversi da quelli del film: Grant, Ellie e i bambini sopravvivono ancora, ma Ian Malcolm e John Hammond non lo sopravvivono. Invece, Muldoon e l'avvocato Gennaro condividono quel viaggio in elicottero verso la salvezza alla fine della storia.

Questo è il motivo per cui è particolarmente strano che Crichton's Jurassic Park Continuazione, Il mondo perduto (1995), presenta Ian Malcolm come personaggio principale. Inizia con un paragrafo che equivale a Crichton che dice: ' psiche ! Non è davvero morto, eccolo qui, sta bene', e poi Ian parte per la sua avventura a Isla Sorna, alias Sito B.

Il benefattore di Dennis Nedry Dodgson (un bel cappello) è l'antagonista principale del libro, e la lettura senza meta termina con un lungo inseguimento sull'isola che presenta uno dei due (nuovi) bambini del libro che si rotola in una gabbia di metallo per quello che sembra un milioni di pagine.

jeff-mondo-perduto

Per gentile concessione di Universal

Steven Spielberg e lo scrittore David Koepp hanno mantenuto ben poco della magra trama del libro. Ian Malcolm (per fortuna) è sopravvissuto nel mondo del cinema, quindi il suo ritorno non è un problema. Visitare il sito B è ancora l'obiettivo, e il personaggio del libro di Sarah Harding è utilizzato e interpretato meravigliosamente da Julianne Moore . Invece di due tecnici come nel libro, ne usano solo uno, sotto forma di pre- ala ovest Richard Schiff. Nick Van Owen di Vince Vaughn è una totale invenzione cinematografica, così come tutto ciò che ha a che fare con il (non morto nei film) John Hammond, interpretato nuovamente dal grande Richard Attenborough. Il film ha anche mantenuto la sequenza in cui due rimorchi incatenati vengono lentamente spinti da una scogliera... e questo è tutto.

Molte delle scene del sequel sono tratte da momenti del primo libro di Crichton che non sono finiti nel primo film - i due maggiori esempi sono l'apertura sulla spiaggia con la bambina e il Compsognathus (Compys), così come la morte dello sciame di Compy del cretino di Peter Stormare. L'ultima scena è un riff su come muore Hammond nel primo romanzo.

Il riposo? Pura invenzione, con più di un po' di King Kong buttato nella mischia. Mentre la figlia di Ian Malcolm fare un atto di ginnastica per sconfiggere un rapace è molto in basso nella mia lista di momenti classici del cinema, ci sono ancora molte cose fantastiche qui.

La trama di Ingen (ora sotto una gestione più nuova e più sciocca) che cerca di catturare i dinosauri dell'isola porta a grandi pezzi di scena. Il primo sbarco della corporazione sull'isola e la loro piccola parata di dinosauri di cattura e sciame sono ripresi maestosamente, e portare queste creature in una grande città sulla terraferma è solo un'altra cattiva idea 'nella lunga storia delle cattive idee', come Ian Malcolm direi. La scena del camion-rimorchio di cui sopra è meravigliosa, così come la scena del velociraptor ( NON ENTRARE NELL'ERBA LUNGA! ) nella famigerata erba alta. John Williams ci regala un'altra fantastica colonna sonora, che presenta un tema iconico del trekking nella giungla . L'intero terzo atto con un T-Rex scatenato sulla terraferma è pazzesco, ma è un posto stranamente logico per questa serie. Il libro non ha affatto il climax, figuriamoci uno che fa schifo. Sicuramente queste tute Ingen riceveranno il messaggio ora! non l'hanno fatto .

La cosa che mette davvero questo film sopra le righe per me, però, e lo rende qualcosa che vale la pena rivisitare più volte, è Roland Tembo di Pete Postlethwaite.



^