Geekouture

Look of the Week: L'elegante minimalismo futuristico di Gattaca

>

Bentornati al Look della settimana! Celebrando il meglio dell'eccellenza sartoriale televisiva e cinematografica, passata e presente, tra fantascienza, horror, fantasy e altri classici di genere!

Cosa indosseranno le persone in futuro?

Ci sono una serie di percorsi disponibili per i designer che creano costumi per un periodo di tempo che esiste solo nella finzione. Che si tratti del vestito di Barbarella (Jane Fonda) infuso di plastica e cotta di maglia di Paco Rabanne, la pelle completamente nera Matrice look, oi pantaloni a vita alta di Sua , ogni concetto riflette il mondo più ampio del film in questione.



La moda è ciclica, quindi lo stile dei decenni futuri assomiglierà probabilmente all'abbigliamento di un periodo precedente. È dubbio che inizieremo improvvisamente a indossare tute spaziali (a meno che non accada qualcosa di veramente catastrofico). Piuttosto che costruire tendenze nuove e fuori dal comune, ha senso trarre ispirazione dal passato quando si progetta un set cinematografico in un futuro non troppo lontano.

Gattaca

Credito: Columbia Pictures

Rilasciato nel 1997, la costumista pluripremiata all'Oscar Colleen Atwood si avvicinò Gattaca prendendo 'il design più puro degli anni '30 e combinandolo con ciò che era contemporaneo all'epoca nei costumi'. L'architettura della metà del XX secolo informa anche l'estetica della società distopica del prossimo futuro di Andrew Niccol, che ha una struttura di classe basata sull'eugenetica e sulla selezione genetica. I genitori non solo determinano fattori come il sesso e il colore degli occhi, ma possono anche sradicare malattie e condizioni ereditarie. In sostanza, stanno realizzando la versione 'migliore' possibile della loro prole che non lascia nulla al caso (a parte i fattori del destino dopo la nascita).

Se un bambino viene concepito tramite metodi di selezione non genetica, viene indicato come 'nascita di fede' e quelle persone sono soggette a discriminazione per essere 'invalido'. Ethan Hawke interpreta Vincent Freeman, un nato di fede che sogna di andare nello spazio, ma il suo basso status sociale limita il tipo di carriera che può avere. Può trovare un lavoro al Gattaca, ma solo pulendo la struttura e non nel programma spaziale.

Gattaca

Credito: Columbia Pictures

Assumendo l'identità dell'ormai paralizzato Jerome (Jude Law), è in grado di infiltrarsi in un mondo che prima era inaccessibile. I suoi occhiali vengono sostituiti da lenti a contatto colorate - un 'valido' non avrebbe mai bisogno di indossare gli occhiali - e la sua altezza viene aumentata tramite un'operazione dolorosa, ma necessaria. Assomiglia abbastanza a Jerome (in particolare nella foto che è già nel database, per fortuna).

nuovi film di fantascienza in uscita
Gattaca

Credito: Columbia Pictures

I vestiti aiutano a vendere la superiorità sociale di coloro che lavorano a Gattaca, in cui le sagome dai vestiti taglienti non si allontanano da una tavolozza di colori neutri. Il motivo più estremo che troverai è un sottile gessato, ma i toni sono tenui. Niente è fuori posto e per Vincent, una ciglia che gli cade dal viso potrebbe indicare la sua vera identità. Una meticolosa routine quotidiana è una necessità, assicurando che tutta la pelle ei capelli sciolti vengano eliminati e distrutti prima che esca di casa. Nessuno ricorda l'inserviente occhialuto e sgualcito in tuta da lavoro, ora che il suo vestito assomiglia a tutti gli altri 'validi' nell'edificio.

Gattaca

Credito: Columbia Pictures

Gli abiti strutturati hanno la sensazione di una campagna di moda minimalista molto cool, che sposa la sensibilità sartoriale degli anni '90 con il passato. Ogni visione del futuro sullo schermo è influenzata dal periodo in cui è realizzata, inoltre ci sono altri fattori in gioco tra cui la direzione artistica generale e le restrizioni di budget.

Nel un'intervista , Atwood ha discusso di questo elemento, spiegando come ha 'trovato un sacco di abiti da uomo degli anni '30 davvero belli, e io ho ritagliato alcuni abiti degli anni '80 con un tessuto moderno per farlo funzionare'. In questa stessa conversazione, Atwood si riferisce ad esso come 'atemporalità urbana' e questo miscuglio di periodi di tempo rende questo mondo familiare, ma con abbastanza ambiguità visive da assumere questa qualità futuristica ultraterrena.

Gattaca

Credito: Columbia Pictures

Il gilet a collo alto che Vincent indossa in tutto contrasta con l'abbigliamento un po' meno rigido del vero Jerome. Quando escono per una cena celebrativa, sembra il set di un noir degli anni '40 o un thriller ambientato in Europa. Un paio di anni dopo, Law avrebbe recitato in Il talentuoso Mr. Ripley (in cui la sua identità viene rubata senza consenso) e l'estetica della moda non è troppo lontana da quel periodo. Jerome è anche l'unica persona che indossa qualcosa che assomigli a un colore vibrante, in un profondo giubbotto bordeaux (vedi sopra) quando il loro cambio di identità è quasi scoperto dalle autorità. È anche il momento in cui Irene di Uma Thurman apprende che l'uomo che conosce come Jerome (e con cui è andata a letto) è in realtà un 'invalido' di nome Vincent.

Irene lavora al fianco di Vincent a Gattaca e nonostante faccia parte dell'élite genetica, ha un problema al cuore che le impedisce di andare nello spazio. Le sue medicine sono conservate in una custodia discreta che ricorda una tabacchiera Art Déco: questa imperfezione è la più grande vergogna di Irene. Non raggiungerà mai le stelle ei pianeti che Vincent sogna. Come per gli uomini che lavorano al Gattaca, l'abbigliamento di Irene è minimalista e strutturato. L'abito grigio è addolcito dal colletto della camicia di seta con un delicato dettaglio di bottoni contro i bottoni grandi più aggressivi del suo abito.

Gattaca

Credito: Columbia Pictures

Un recital di pianoforte (con protagonista un pianista con 12 dita) fornisce l'ambientazione romantica per il primo appuntamento di Vincent con Irene. Il suo vestito nero senza spalline è chic e minimalista, ancora una volta sfidando un periodo specifico. L'illuminazione verde di notte è uno degli unici usi del colore audace, che esalta l'elegante qualità futuristica della direzione artistica nominata all'Oscar. Le auto sono basate su modelli degli anni '60 con un effetto sonoro a turbina elettrica per ricordare al pubblico che è il futuro, e le linee pulite ma curve degli edifici strizzano l'occhio all'architettura degli anni '50. Le donne in scialli e abiti metallici aggiungono un tocco di glam anni '40 all'estetica generale e i detective sembrano usciti da un romanzo pulp.

Gattaca

Credito: Columbia Pictures

Irene si sciolse i capelli al loro secondo appuntamento, esaltando la decadenza della vecchia Hollywood in uno sbalorditivo abito argentato con scollo all'americana. È perfetto per cenare e ballare, meno per correre in un vicolo squallido per sfuggire alla polizia.

In questa scena, Uma Thurman sembra un'attrice spinta fuori dal tempo perché potrebbe facilmente recitare in Doppia indennità o Questa pistola a noleggio . Gli indumenti metallici spesso simboleggiano una visione kitsch del futuro, ma questa sequenza dimostra che l'argento non è solo per astronavi o abbigliamento a tema foil. Il recente Maniaco raffigurato un accentuato paesaggio retro-futuristico, mentre il lavoro di Colleen Atwood in Gattaca lo spoglia indietro.

Gattaca

Credito: Columbia Pictures

Quando Vincent intraprende il sogno di una vita di andare nello spazio, il tunnel che percorre ha un... Atmosfera kubrickiana , ma in questo futuro non sono necessarie tute spaziali. Invece, Vincent indossa il tipo di indumenti eleganti pronti per l'ufficio che ha indossato per la maggior parte del film. In questa versione del futuro, puoi volare nello spazio con una normale camicia e cravatta.

ethan_hawk_gattaca.jpg

Credito: Columbia Pictures

Usare il passato per informare come potrebbe essere il futuro è un modo per creare un'estetica senza tempo o, nel caso di Gattaca , sfoca il design di metà secolo con la firma minimalista degli anni '90 di designer tra cui Calvin Klein, Helmut Lang e Jil Sander. Come con la maggior parte delle società distopiche nella finzione, il familiare rende questa visione solo più terrificante. Un bel vestito pulito non può nascondere gli orrori di questa versione estrema di interpretare Dio.



^