Altro

Uno sguardo indietro ad alcuni dei momenti più belli di Raven in Teen Titans

>

Essendo uno dei più potenti supereroi magici della DC Comics, Raven è uno dei personaggi più memorabili del genere di sempre. Sebbene sia principalmente conosciuta come un membro dei Teen Titans, i suoi poteri e la sua lotta interna la rendono un'eroina a sé stante. Figlia del demone Trigon e di una donna umana, Raven deve evitare le emozioni estreme per tenere a bada il suo lato demoniaco, ma spesso usa le sue abilità magiche e i suoi poteri empatici per aiutare l'umanità. Alcune delle migliori rappresentazioni dell'eroismo di Raven provengono dal Giovani Titani serie animata.

Raven Teen Titans 1

Credito: Warner Bros. Animation

fantasma dell'opera emily rossum
Nascondi, non sentire

Doppiato meravigliosamente da Tara Strong, questa versione animata di Raven è un eroe adolescente sarcastico e impassibile. Il sarcasmo era un modo per lei di allontanarsi emotivamente dai suoi compagni di squadra ed esprimersi senza cedere all'influenza oscura di suo padre. In fondo, vuole essere vicina ai suoi compagni di squadra ed essere un eroe, ma teme che Trigon la renda malvagia e che i suoi compagni di squadra la evitino.



Nell'episodio 'Spellbound', la paura del rifiuto di Raven è così grande che si chiude letteralmente a chiave lontano dalla squadra dopo che Beastboy l'ha definita inquietante. Alla fine, Beastboy si scusa dopo aver imparato a capire meglio Raven. Eventi simili si verificano nell'episodio 'Nevermore', quando Raven perde il controllo della sua rabbia e Beastboy e Cyborg vengono trasportati nella mente di Raven attraverso uno specchio magico. Dopo aver letteralmente visto diversi lati di Raven sotto forma di cloni di emozioni, Cyborg e Beastboy danno a Raven la forza per affrontare e riprendere il controllo sulla sua rabbia.

Rotto aperto nella disperazione

Nonostante tutti i suoi sforzi, gli oscuri segreti di Raven vengono finalmente alla luce durante gli episodi 'Birthmark' e 'The Prophecy'. Raven è destinata a porre fine al mondo diventando un portale che porta suo padre sulla terra, ma gli altri Titani giurano di impedirlo. Nonostante i loro valorosi sforzi, Raven decide di consegnarsi a Trigon per evitare che i suoi amici vengano feriti. Eliminando i restanti Titani, dà loro un po' dei suoi poteri per proteggerli quando Trigon finalmente arriva sulla terra.

quando tornerà il soprannaturale?

Sebbene Raven fosse apparentemente consumata quando è diventata il portale, una parte di lei esisteva ancora nel mondo. Con l'aiuto di Slade (alias Deathstroke), Robin trova una versione infantile di Raven senza poteri e senza speranza. Quando i Titani e Slade affrontano Trigon in un assalto finale, Raven si rende conto che è possibile sfidare suo padre e continuare a combattere, anche alla fine del mondo.

Raven Teen Titans 2

Credito: Warner Bros. Animation

Una nuova speranza

Vestita di bianco e restaurata con i suoi poteri da adolescente, Raven dichiara: 'Puoi anche avermi creato, ma non sei mio padre. Sono stato protetto dai monaci di Azarath. Sono stato cresciuto dai miei amici. Sono la mia famiglia, questa è casa mia, e qui non sei il benvenuto!' Con questo discorso tosto e un potente urlo di 'Azarath, Metrion, Zinthos!', Raven distrugge Trigon per sempre ed è libero di avere un nuovo inizio.

Da questo momento in poi, Raven è più aperto con gli altri Titani e altri. Ciò è particolarmente evidente durante l'episodio 'Hide and Seek', quando Raven fa da babysitter a tre bambini con superpoteri per proteggerli dalla Confraternita del Male. I lati sarcastici e protettivi di Raven sono in mostra qui, specialmente quando Raven esclama: 'Nessuno scherza con i miei figli!' mentre affronta il membro della Confraternita Mallah.

Nel Giovani Titani , Raven mostra che è possibile fare cose buone ed eroiche anche se hai un passato oscuro. Anche Robin afferma che Raven è 'la persona più piena di speranza che conosce' perché ha combattuto l'influenza oscura di suo padre e si è sforzata di fare del bene. Raven non è solo una potente maga ed empatica, ma è anche un'incarnazione meravigliosa e complessa del bene contro il male.



^