Opinione

The Legend of Zelda: Ocarina of Time parla anche di Zelda che diventa adulto

>

È una verità quasi universalmente riconosciuta che La leggenda di Zelda: Ocarina of Time ha toccato così tante persone perché è fondamentalmente una storia sulla crescita. Durante la progettazione di Link, Shigeru Miyamoto si è ispirato alla versione Disney di Peter Pan, e il suo status di Lost Boy si è consolidato in un gioco in cui deve passare da un'infanzia idilliaca, anche se solitaria, a un'età adulta incerta ed esigente troppo presto. Ciò ha generato alcune critiche ispirate (come nella critica letteraria, perché purtroppo viviamo in un mondo in cui questo deve essere chiarito), come la struggente di Liz Ryerson Il male è nato e l'ossessione di Good Blood Una masterclass in sottotesto .

Lo sapevo e lo so; Sono una di quelle persone che Ocarina del Tempo ha toccato. Ma quando ho rivisitato il gioco sull'hardware originale per celebrare il suo ventesimo anniversario lo scorso novembre, sono rimasto colpito da qualcosa di cui non vedo molto parlare:

La leggenda di Zelda: Ocarina of Time riguarda anche Zelda che diventa adulto.



Quando Link incontra per la prima volta la Principessa Zelda, sono entrambi bambini. Anche se Zelda spiega le sue visioni inquietanti e il grave danno che crede che Ganondorf ponga a Hyrule, sembra davvero credere che la soluzione sia semplice. Se Ganondorf vuole aprire la porta del Sacro Regno per cercare di rivendicare l'onnipotente Triforza per i suoi nefasti fini, allora staranno un passo avanti a lui e ruberanno le proverbiali chiavi del regno prima che lo faccia lui. Incarica Link di farlo in sua vece.

chi è il personaggio di Woody Harrelson in Venom?

Ma Ganondorf si rende conto e mette in scena un colpo di stato prima che Link possa finire il lavoro, e in un disperato tentativo disperato, Zelda dà a Link l'ultimo pezzo del puzzle - l'omonima Ocarina of Time - prima di fuggire con la sua assistente/guardia del corpo, Impa e pregandolo di entrare lui stesso nel Sacro Regno e di proteggere la Triforza.

Ed esso si ritorce contro . Prima che Link svanisca, sente Ganondorf ringraziarlo per averlo condotto alle porte del Sacro Regno.

Quando Link si sveglia sette anni dopo, è in un futuro da incubo, dove Castle Town è invasa dagli zombi, il lago Hylia è vuoto e i fantasmi vagano per il paesaggio, deridendolo. Si fa strada attraverso dungeon e attraverso il tempo insieme a vecchi e nuovi amici, incluso il misterioso Sheik. Sheik, ovviamente, è Zelda ormai cresciuta, che rivela dopo aver incaricato Link di affrontare Ganondorf un'ultima volta.

la-leggenda-di-zelda-oot-3ds-sheik-link

Nintendo

Spiega cosa è successo dopo che Link ha aperto la porta del Sacro Regno: che Ganondorf ha invaso non solo Hyrule ma lo stesso Regno Sacro, trasformandolo in un mondo oscuro che sputa il male dai grandi templi di Hyrule, riempiendo la terra di corruzione e mostri. . L'unica cosa che ha impedito a Ganondorf di rivendicare la Triforza a titolo definitivo è il suo stesso cuore malvagio, che lo ha diviso in tre pezzi.

Tutto questo, gli dice Zelda, è una sfortunata coincidenza.

Ben Affleck è ancora Batman?

Che è una bugia.

Se non fosse stato per Zelda, il golpe di Ganondorf sarebbe finito alle porte del castello di Hyrule o addirittura sventato. Se non fosse stato per Zelda, non avrebbe avuto la Triforza del Potere. Se non fosse stato per Zelda, Hyrule non sarebbe stata condannata. È qualcosa che deve sentire ad ogni livello possibile, come l'ultimo membro sopravvissuto della famiglia reale.

In un gioco che esamina come possiamo e non possiamo tornare al passato (Link può letteralmente tornare indietro nel tempo, ma mai più indietro della decisione che ha condannato Hyrule), non c'è da meravigliarsi se Zelda nega così profondamente le proprie azioni. Ammettere ciò che ha fatto equivarrebbe ad ammettere che Hyrule-That-Was è irrecuperabile. Sarebbe ammettere che non sarà mai così sicura e fiduciosa nel suo ruolo nel mondo come lo era da bambina.

Lee Pace Guardiani della Galassia

Questa negazione inconscia si estende al modo in cui Zelda tratta la sua identità di sceicco. Quando si rivela a Link, non è semplicemente smascherandosi, ma trasformandosi in una vera insegne. Ha vissuto come sceicco per sette anni, durante gli anni formativi che Link ha completamente perso, ma si scusa con lui per essersi incontrata sotto mentite spoglie: 'era necessario nascondersi dal Re del Male'.

Tuttavia, Sheik è molto più di un travestimento. È letteralmente chi è Zelda in un mondo in cui non può essere la principessa di Hyrule. Non una principessa, ma qualcuno che li salva. Non la figlia di suo padre, ma l'apprendista di Impa. Non una sovrana e una statista, ma una guerriera, filosofa e musicista. È una saggia e capace sopravvissuta tra le rovine del suo stesso regno. Ma per quanto Sheik sia una parte vera e propria di Zelda, non c'è spazio per Sheik nell'Hyrule-That-Was a cui sta cercando di tornare. I suoi sforzi per salvare Hyrule sono, in parte, uno sforzo per salvare se stessa dall'angoscia di dover crescere. Di dover ammettere di essere diventata una persona diversa da come pensava che sarebbe diventata da bambina.

zelda-ocarina-of-time-link-sheik-music

Nintendo

Link va al confronto finale con Ganondorf, dopo che il Re del Male cattura Zelda e la porta via. Sconfigge Ganondorf; Zelda salva Link dalle macerie del castello; si trovano di fronte alla Grande Bestia Ganon. Anche se Zelda non partecipa attivamente alla battaglia fino alla fine, una combinazione di musica inquietante, i suoi sussulti quando Link subisce un colpo e la sua posa determinata da sceicco quando crolla per aver usato la sua magia per contenere Ganon, la rendono lei si sente come se fosse proprio lì.

E forse è in questo momento che finalmente vede da cosa si è nascosta, fisicamente ed emotivamente, per la maggior parte della sua vita.

È solo dopo che lei e Link hanno sconfitto Ganondorf insieme che Zelda accetta finalmente la responsabilità di ciò che ha fatto. Parlando con Link nella quiete delle conseguenze, si scusa, a capo chino. Tutta la tragedia che è accaduta a Hyrule è stata opera mia... Ero così giovane... non riuscivo a comprendere le conseguenze del tentativo di controllare il Sacro Regno. Ci ho trascinato dentro anche te. Ora è il momento di rimediare ai miei errori...

Per farlo, rimarrà e ricostruirà Hyrule-That-Was in un nuovo mondo pacifico, accettando che sia costruito sulle ceneri dei suoi errori e rimpianti. Hyrule è una sua responsabilità, in più di un modo. E cerca di restituire a Link l'infanzia che gli ha rubato, dicendogli addio per sempre.

fine del mondo seth rogen

(Naturalmente, questo va storto, ma questa è un'altra storia per un'altra volta.)

La narrazione di Zelda in Ocarina del Tempo è, come quella di Link, una storia di crescita. Ma dove Link è costretto a maturare troppo in fretta, Zelda deve fare i conti con i peccati del suo passato e chi è diventata prima di poter diventare chi è nata per essere: la regina di Hyrule.



^