Lgbtq

L'importanza duratura di Haunting of Hill House's Theodora

>

Nell'ottobre del 1959, il quinto romanzo di Shirley Jackson L'infestazione di Hill House è stato pubblicato da Viking Press, ottenendo rapidamente recensioni entusiastiche. Fu il primo libro di Jackson a riguadagnare il suo anticipo, e alla fine sarebbe diventato noto come una delle più grandi storie di fantasmi mai scritte. La salute cagionevole della scrittrice, sfortunatamente, garantirebbe che abbia scritto solo un altro libro in passato Hill House , ma la sua eredità sopravvive per i fan dell'horror poiché cambia medium e si trasforma per adattarsi ai nuovi tempi e al nuovo pubblico. Di recente, Netflix ha lanciato una nuova serie liberamente basata sul romanzo, ed è stata ben accolta dai fan di vecchia data e da un nuovo pubblico che non aveva mai sentito parlare del libro di Jackson.

La storia di L'infestazione di Hill House è avvincente per molte ragioni, una degna di nota è l'artista bohémien e sensitiva Theodora, che attira l'attenzione forse romantica del personaggio dal punto di vista, Eleanor. Theo è stato coerente e importante per la narrazione continua e le diverse interpretazioni di Hill House come la casa stessa, ed è stata presente in tutte le nuove versioni della storia emerse nel corso degli anni. Nel frattempo, la sua importanza per i fan dell'horror queer è impossibile da sopravvalutare. In ogni sua apparizione, Theo è stata apertamente o fortemente implicata come queer, anche nelle sue prime apparizioni alla fine degli anni '50 e all'inizio degli anni '60. Per usare un eufemismo, le rappresentazioni positive di una lesbica bohémien vestita di nero non erano esattamente frequenti per l'epoca.

ossessionante

Claire Bloom e Julie Harris in The Haunting (1963)



Per anni, l'orrore è stato il genere più probabile in cui il grande pubblico incontrerebbe un personaggio femminile queer. I personaggi LGBTQIA sono stati banditi, fortemente scoraggiati e cancellati dai testi nella maggior parte dell'arte e dei mezzi di comunicazione e, naturalmente, l'espressione precoce di questi temi è stata utilizzata per denigrare. Dai vampiri queer a Norman Bates alla signora Danvers, quasi ogni rappresentazione vaga e subtestuale della queerness coinvolgerebbe personaggi predatori e squilibrati.

Indipendentemente dal mezzo, la storia di Hill House rimane più o meno lo stesso. L'idea originale di Jackson per il testo è stata ispirata guardando un'intervista con un gruppo di medium che erano stati inviati per indagare su una casa infestata. Jackson sentiva che il loro licenziamento e i tentativi di ragionare con l'esistenza dei fantasmi erano fuorvianti e autoingannevoli. Quindi, abbiamo una storia di fantasmi in cui i personaggi tentano costantemente di negoziare con ciò che credono essere errori nella loro sanità mentale mentre i fantasmi di Hill House li spingono a discutere e si mettono in pericolo nei loro tentativi di tenerli lì per sempre. Per Jackson, discutere con se stessi dell'esistenza dei fantasmi piuttosto che di come trattare con i fantasmi era un caso di combattere i sintomi piuttosto che la malattia.

Eleanor e Theo sono le donne che vengono portate a dedurre se Hill House sia davvero infestata o meno. Eleanor sta scappando da una vita squallida come eterna serva a contratto di sua sorella e suo cognato. Dopo aver ricevuto l'invito a Hill House dal dottor Montague (il cui nome è cambiato in Markway nel film del 1963), ruba l'auto di famiglia e va a incontrarlo. Tuttavia, incontra prima Theo, un artista che ha appena avuto una 'lite con un coinquilino', fortemente implicato per essere una separazione temporanea con la sua ragazza dal vivo.

Nel romanzo di Shirley Jackson, la dinamica tra Theo ed Eleanor è nettamente diversa dalle riprese successive. Eleanor si attacca a Theo molto più di quanto non faccia agli altri personaggi. Theo è indifferente alla cotta di Nell, anche se è implicito che Theo sia lesbica diverse volte nel corso del libro, in particolare quando lei divaga casualmente della sua amica con cui condivide un appartamento. Quando Nell la ferma per chiederle, sei sposato? Theo insiste sulla domanda per un attimo prima di rispondere negativamente. Mentre la casa diventa sempre più malvagia e Nell continua a mettere in dubbio la propria sanità mentale, fa delle dichiarazioni a Theo, decidendo ad alta voce a un certo punto di seguire Theo nel suo appartamento in città quando il loro tempo a Hill House finisce. Theo è sorpreso e la rifiuta gentilmente, ma Nell insiste.

Il primo adattamento del romanzo sarebbe la versione di Robert Wise del 1963, in cui gran parte della storia è la stessa ma il ritmo è molto più veloce. La versione saggia di Theo è irriverente e si annoia facilmente; monopolizza l'attenzione della stanza con la sua intelligenza e intuizione apparentemente senza sforzo. È orgogliosa di usare le sue abilità psichiche per indovinare cosa diranno le persone prima che lo dicano ed è lunatica quando Nell non interagirà con lei. Nell rimane fissata su Theo, ma c'è un ulteriore elemento di repulsione nei suoi sentimenti. Le azioni di Nell sono esacerbate dalla casa, e uno dei segni della sua crescente rabbia contro il gruppo e lealtà per la casa è il tono tagliente che prende con Theo, a cui inizialmente è molto affezionata. Theo è ferito e sconcertato dal dispiacere di Nell, ma rimane impegnato ad aiutarla fino alla fine.

La stranezza di Theo è enfatizzata, mentre quella di Nell diminuisce. L'interesse di Nell è per il dottor Markway, ed è Theo ad essere geloso. Quando Luke tenta di massaggiarle le spalle, lei perde le staffe e gli chiede di tenere le mani lontane da lei. Nel frattempo, non mostra alcuna esitazione con Nell, prendendola per le spalle e rassicurandola dolcemente. Nell e Theo sono in contrasto tra loro dopo che Theo dice a Markway senza mezzi termini che è lui l'unico responsabile se succede qualcosa a Nell, e Nell definisce Theo innaturale e uno degli errori della natura, implicando fortemente disgusto omofobo per Theo. Per gli standard dell'epoca, specialmente in un film horror, questa scena è trattata con molta simpatia. Il loquace Theo prova a rispondere ma fallisce.

Theo di Claire Bloom è una versione definitiva del personaggio, ed è importante chiarire che il successo della rappresentazione è in gran parte dovuto alle incredibili doti recitative di Bloom. La sua intensità sullo schermo e il modo in cui i suoi occhi si muovono su ogni oggetto in ogni stanza, sfrecciando tra le persone mentre parlano ma concentrandosi su Nell, trasmette più sul suo personaggio di quasi ogni riga della sceneggiatura.

ossessionante16

Claire Bloom e Julie Harris in The Haunting (1963)

La versione del film del 1999 è stata stroncata dalla critica abbastanza regolarmente dalla sua uscita, ed è vero che la ripresa è molto più superficiale e commette molti errori pesanti in un racconto che è noto principalmente come uno studio sulle implicazioni e sottigliezza. Questa versione di Theo è stata descritta come più irriverente che intelligente o cool, e le sue abilità psichiche sono minimizzate. Allo stesso modo, l'attrazione tra lei ed Eleanor è molto più vaga e cade piuttosto piatta. Questo è sfortunato e dannoso per il film perché la dinamica tra Theo e Nell è sempre una delle parti più interessanti della storia. Senza quella dinamica sonora su cui basarsi e la tendenza degli anni '90 a spiegare ogni dettaglio della trama, il film non aveva molte possibilità.

D'altra parte, la recente serie Netflix è riuscita ad andare in alcune nuove direzioni interessanti pur rimanendo fedele al personaggio in continua evoluzione di Theodora. In questo racconto, la famiglia Crain si trasferisce a Hill House nella speranza di capovolgerlo, ma i cinque bambini (inclusi i personaggi Nell e Theo, che ora sono sorelle) non possono scrollarsi di dosso il sospetto che ci sia qualcosa di profondamente sbagliato in quel posto. La madre alla fine muore per un apparente suicidio, ma suo marito e i loro figli non ne sono così sicuri. Da adulti, ricevono la notizia che la sorella Nell è tornata a casa per morire nello stesso modo in cui ha fatto la madre, e devono tutti lottare con i ricordi di Hill House e di come ha influenzato le loro vite.

In questa versione, possiamo vedere molto Theo e lo sviluppo dei suoi poteri psichici da bambina, così come la sua vita da donna queer. Non è più un'artista, ma una psichiatra che lavora con bambini problematici, almeno uno dei quali sembra essere molto legato. Indossa guanti per proteggerla dal vedere troppo della vita delle altre persone attraverso il tatto, il che attiva involontariamente le sue capacità psichiche. Le sue interazioni con la sua famiglia sono scostanti e brutalmente oneste, e vediamo come la paura dell'intimità emotiva definisca gran parte della sua esistenza. Questa versione di Theo era complessa e piena di un senso di rimpianto che sarebbe sembrato incompatibile con altre interpretazioni del personaggio. Attraverso un obiettivo moderno, l'estrema sensibilità di Theo e la sua cupa consapevolezza delle cose invisibili hanno aggiunto un altro punto di vista a uno dei preferiti di lunga data. Kate Siegel è iconica nel ruolo e porta molta energia alla sceneggiatura.

theo3

Kate Siegel come Theo in Haunting of Hill House (2018)

Oltre a tutto, Theo riesce sempre a sopravvivere contro ogni previsione oltre la fine della storia. Il periodo di tempo che l'ha prodotta non era certamente noto per avere una visione particolarmente tollerante dell'omosessualità. I personaggi femminili che hanno tratti di personalità simili a quelli di Theo sono stati quasi sempre maltrattati nei libri e nei film della fine degli anni '50 e dei primi anni '60. Il suo ruolo in Hill House è sempre in primo piano, e il sottotesto attorno alla sua stranezza è stato sempre ovvio e rilevante per la trama.

In Theo, Shirley Jackson ha creato un'artista di classe con un senso dell'umorismo acuto e leggermente crudele. Per la sua sognante, gentile e alla fine perduta Eleanor, Theo era qualcuno da idolatrare e per cui nutrire sentimenti e affetti segreti. Nel film del 1963, Theo è molto più geloso e Nell si preoccupa di lei meno di quanto lei si preoccupi di Nell. La costante attenzione di Theo per Nell e il disprezzo per gli altri è diverso dal romanzo, ma funziona. Nel 1999 La caccia L'attrazione di Theo per Nell rimane, anche se non è così concentrata come nelle altre riprese. Infine, nella serie Netflix più recente, Theo sembra avvicinarsi più che mai agli spiriti che abitano Hill House, eppure sopravvive e prospera oltre la conclusione dello spettacolo. Sono in corso discussioni su Bury Your Gays e sulle numerose morti brutali di personaggi queer, ma in quella conversazione Theo si distingue per essere una donna queer imperfetta e fallibile, costantemente soggetta a situazioni pericolose per la vita, ma che continua ad allontanarsene, evolvendosi piuttosto che scomparendo.

Nelle sue molteplici forme, L'infestazione di Hill House Theo è preziosa per il pubblico queer proprio perché non è mai stata trasformata in un racconto morale o in una tragedia. Accanto a tanti ritratti negativi di donne queer, il coraggio quasi imperturbabile di Theo, il suo eccellente stile personale e il suo impressionante intelletto, memoria e intuizione la rendono uno dei personaggi queer più duraturi del genere.



^