Prequel Di Star Wars

Giustizia per Trisha Biggar, costumista di Star Wars

>

La scorsa domenica ha segnato la 90esima edizione degli Academy Awards, che ogni anno onora i più grandi successi dell'anno del cinema. In teoria, comunque— Monster Truck non è stato nominato per nulla l'anno scorso, quindi come possono essere davvero puntuali gli Oscar?

mantide film guardiani della galassia

La vergognosa decisione dell'AMPAS di nominare un film in cui il barone del petrolio Rob Lowe viene spruzzato di acido in faccia dagli eroi del film: guarda Monster Truck , è successo -non è l'unico passo falso nella storia dell'Accademia. L'avversione degli Oscar per l'horror, per esempio, è ben documentata; Se Uscire tira fuori un'improbabile vittoria nella categoria Miglior Film, sarà solo il secondo film horror della storia, dopo quello di Jonathan Demme Il silenzio degli agnelli , fare così. Fantascienza e fantasy, al di fuori delle categorie tecniche, non se la passano molto meglio. Certo, la categoria Miglior film è diventata più amichevole per i candidati di genere da quando l'AMPAS ha ampliato il campo da otto a dieci possibili nel 2009, con Distretto 9 , Avatar , inizio , Il marziano , Mad Max: Fury Road e più raccogliendo nomination, se non vince. Ma resta il fatto: gli Academy Awards hanno ancora un famigerato pregiudizio anti-genere.

Questo mi porta al Guerre stellari prequel.



Ora, non sto sostenendo che nessuno dei prequel avrebbe dovuto essere nominato per il miglior film, a parte la versione dei prequel di un universo bizzarro in cui George Lucas si è ritirato con i proventi dei suoi soldi per le action figure a metà degli anni '90, lasciando la sua franchigia in mani meno imprevedibili. Vivremmo in un mondo privo di Jar Jar. Immaginare.

Cosa io sono dicendo è questo: the Guerre stellari prequel mai— non una volta —ha ottenuto una nomination all'Oscar per i migliori costumi. Cioè, perdona il fraseggio grossolano, Bantha poodoo.

Riporta la mente agli elementi di successo dei prequel: Darth Maul, Obi-Wan Kenobi di Ewan McGregor, la scelta di Jimmy Smits come Bail Organa, futuro padre adottivo di Leia, e il design dei costumi di Trisha Biggar è più che probabile sul elenco. Certamente, questi sono gli elementi che sono emersi dal miasma di schifo che circonda i prequel per avere una sorta di vita dopo La vendetta dei Sith ha lasciato i cinema nel 2005. Darth Maul ha vissuto nell'UE e Star Wars: Ribelli . I fan chiedono ancora a gran voce che Ewan McGregor reciti nel presunto film solista di Obi-Wan della Disney. Jimmy Smits ha ripreso il ruolo di Bail Organa in Rogue One . E chi non riesce a tirare fuori un'immagine mentale istantanea di Natalie Portman in quel famoso abito rosso di La minaccia del Fantasma ?

padme_gown.jpeg

Credito: Lucasfilm/Disney

Padmé è la decana della moda più ovvia dei prequel di Star Wars . In tre film, Biggar ha progettato Sessantotto abiti diversi per lei, e quelli sono solo quelli che lo hanno reso sullo schermo. Come ha scritto Biggar in Vestire una galassia: i costumi di Star Wars , molti altri erano inizialmente previsti. Hai abiti e copricapi elaborati e decorati. Abiti per il Senato. Abiti per divertirsi in un campo . Abiti per mascherare una gravidanza. Abiti più sobri per quando finge di essere un'ancella. Tute per più avanti nella trilogia, quando è il momento di smettere di essere educati e iniziare a diventare reali. Il, eh, strano abito da dominatrice . È stata un'idea di zio George, ok? Non possiamo incolpare Trisha per questo.

Il fatto è che Biggar ha disegnato letteralmente dozzine di abiti per Padmé, la maggior parte dei quali erano assolutamente stupendi, il che diceva qualcosa sul suo personaggio. L'abito funebre di Padmé, un abito color acqua delicatamente plissettato coperto da un mantello tempestato di perline e perle, è onesto con Dio, uno degli abiti più belli della storia del cinema. Visto di persona, toglie il fiato. È sullo schermo per tutti i 32 secondi. Contali.

Trisha Biggar l'ha fatto.

E anche di più. Perché il guardaroba di Padmé, iconico e duraturo com'è, non è l'unico risultato di moda dei prequel. Il guardaroba di Palpatine diventa più sinistro nel corso della trilogia, facendo eco al grande debuttante del personaggio che esce come Maestro Sith. Palpatine in La minaccia del Fantasma si veste come uno scemo gonfio, onestamente. È un travestimento geniale. 'Non posso essere cattivo. Aspetto: indosso jodphur S .' Quando La vendetta dei Sith si rotola, al diavolo: sta tirando fuori i mantelli con il cappuccio e il velluto rosso scuro. Nei costumi di Bail Organa e di molti dei personaggi non Padmé, non Handmaiden Naboo, Biggar ha creato un Flash Gordon atmosfera retrò e futuristica che rende omaggio all'ispirazione della trilogia originale rimanendo fedele all'estetica generale dei prequel. Sii la dignitosa discoteca couture spaziale che vuoi vedere nel mondo.

Cappe. Velluto . Spazio ombra .

Con il suo lavoro in Guerre stellari prequel, Trisha Biggar ha ottenuto il duplice risultato di disegnare abiti che sono tremendamente impressionanti a livello di design tecnico, promuovendo allo stesso tempo la narrazione e la costruzione del mondo dei film in cui vive. Eppure l'Accademia non è riuscita a riconoscerla nemmeno con una nomination, non solo una volta, ma... tre volte . È una svista così eclatante che ho onestamente pensato che fosse stata nominata fino a quando non mi è capitato di vedere qualche mese fa che non era così. Avrebbe dovuto assicurarsi una vittoria per se stessa con i copricapi da solo.



^