Batman V Superman: Dawn Of Justice

Il regista di Justice League Zack Snyder sembra rivelare i suoi piani inutilizzati per Robin nel DCEU

>

Nonostante il botteghino e le prestazioni critiche dei suoi film, il DCEU continua a suscitare vivaci discussioni tra i fan di film e fumetti sui social media. L'ultimo dibattito ruota attorno al costume di Robin che abbiamo visto in Zack Snyder's Batman v Superman: Dawn of Justice .

Mentre passeggia per la Batcave, un burbero e triste Bruce Wayne (Ben Affleck) si imbatte nell'abito del suo vecchio partner seduto in una teca di vetro, il cui petto è dipinto con lo spray con le parole: 'Ah ah ah'. Lo scherzo è su di te, Batman.' Anche gli osservatori occasionali dell'Universo DC sanno che questo è un piccolo uovo di Pasqua intelligente che allude agli ex scontri del Crociato Incappucciato con il Clown Prince of Crime, uno dei quali si è concluso con la morte di Robin.

Al momento dell'uscita del film, Snyder è stato citato come dicendo:



Nella mia mente era che Robin era morto circa 10 anni prima in uno scontro con un giovane Joker. Quindi è stata una cosa interessante per me. Sorta un retroscena divertente con cui giocare.

Sulla piattaforma di social media Vero, Omer Kamal di ComicBook Debate ha chiesto se fosse Jason Todd (la seconda incarnazione di Robin), a essere stato ucciso. In risposta, il regista Zack Snyder ha scritto una parola: 'Richard', apparentemente indicando che la versione di Robin che è morta prima degli eventi di BvS , era, infatti, Richard 'Dick' Grayson, l'iterazione originale del famoso aiutante di Batman e il primo personaggio DC ad assumere il titolo di Nightwing.

IMG_3615.PNG

Credito: Vero

IMG_3635.PNG

Credito: Vero

Ciò potrebbe significare che Jason Todd, ovunque si trovi nel DCEU, è ancora vivo, ma non è importante perché non è mai stato coinvolto nei piani di Snyder per Robin. Quando gli è stato chiesto da un altro utente, Sam Leggett, se avesse intenzione di riportare Grayson attraverso la trama dello standalone Punto d'infiammabilità film o tenerlo morto, Snyder ha risposto con: 'resta morto... fino a Carrie.'

Gli astuti fan dei fumetti potrebbero dedurre che Snyder avesse sperato di introdurre Carrie Kelley, la prima Robin donna a tempo pieno nella storia. Creata da Frank Miller, Carrie ha fatto il suo debutto nella graphic novel seminale dello scrittore Batman: Il ritorno del Cavaliere Oscuro #1 nel 1986. Una studentessa con genitori negligenti, la vita di Carrie è stata salvata da un anziano Batman e, ispirata dal suo eroismo, è diventata la sua compagna dopo aver ricambiato il favore. Tuttavia, il Caped Crusader l'ha quasi licenziata in diverse occasioni quando non è riuscita a seguire determinati ordini sul campo.

IMG_3620.PNG

Credito: Vero

Alla fine della giornata, non vedremo mai i piani finiti di Snyder per il DC Extended Universe, per non parlare del presunto #SnyderCut di Lega della Giustizia in qualunque momento presto, dovrebbe esistere del tutto.

Tuttavia, mentre siamo in tema di Carrie Kelley, il contratto di cinque progetti firmato di recente da Frank Miller con la DC include un fumetto spin-off per la femmina Robin. Le illustrazioni per questo titolo saranno gestite da Ben Caldwell, quindi restate sintonizzati per questo.




^