Toy Story 4

La gioia e l'orrore dell'imperfezione in Toy Story 4

>

L'orrore è permeato ogni rata del Storia di un giocattolo franchising - dalle creazioni mutanti di Sid al raccapricciante collezionista di giocattoli Al McWhiggin. Quasi essere bruciati vivi ha punteggi piuttosto alti sulla scala terrificante, quindi non sorprende che Toy Story 4 serve anche alcune paure che di solito sono riservate a tariffe più R-rated.

Per i principianti? Bambole spettrali come Annabelle e Chucky devono trasferirsi e fare spazio alla silenziosa banda di ventriloqui di ventriloqui che risponde a tutti i capricci di Gabby Gabby (Christina Hendricks) nel negozio di antiquariato. Tuttavia, i momenti veramente spaventosi sono di natura più esistenziale poiché una serie di insicurezze radicate vengono esplorate attraverso questa lente Pixar.

Spoiler in arrivo per Toy Story 4.



Toy Story 4: Bo Peep con Woody e Buzz Lightyear

Credito: Disney/Pixar

Gabby Gabby è una bambola retrò degli anni '50, ma a differenza di Woody (Tom Hanks) la sua voce è rotta, il che ha portato a una vita di amarezza e risentimento. Certo, ha dolci toni vocali quando prende vita, ma la sua incapacità di adempiere al suo destino di amicizia con un bambino umano significa che farà tutto il necessario per far sì che ciò accada - ed è un piano che mette in moto quando Woody e i suoi stanno ancora funzionando le voci si imbattono nella sua antica dimora.

Crescere fa parte dell'arco generale di Toy Story 3 , che vede Andy non aver più bisogno delle sue cose d'infanzia mentre si dirige al college. In questo seguito, questi giocattoli hanno trovato nuova vita in un'altra camera da letto, ma anche se Woody ha l'aspetto e il suono di sempre, sta diventando obsoleto. Mentre ha ancora la sua voce, sta lottando per rimanere rilevante. Quando incontra Gabby Gabby, scopre di avere qualcosa che lei desidera da tempo. Non importa che sia la regina del dominio dei negozi di antiquariato con i suoi fantocci ventriloqui e un flipper pieno di giocattoli spaventosi; lei vuole di più.

La nostra introduzione a Gabby Gabby è un quadro horror in sé e per sé mentre i Benson la portano a fare una passeggiata mattutina. Gabby Gabby non sta camminando; invece, viene spinta in una carrozzina d'epoca che fa anche da carrozza. L'aspetto misterioso delle bambole significa che sono intrinsecamente inquietanti e la voce di Hendricks è incredibilmente dolce, ma la sua risatina non nasconde la potenziale minaccia che si nasconde all'interno di questa carrozzina. C'è un motivo per cui i film horror incentrati sulle bambole che prendono vita sono così popolari. Per ogni Storia di un giocattolo che presenta oggetti senzienti benigni, c'è un Annabelle o Gioco da ragazzi franchising. È bello pensare ai tuoi giocattoli che provano sentimenti e prendono vita fino a quando non vogliono ucciderti.

Se c'è una ragione per cui questa introduzione a Gabby Gabby sembra uscita direttamente da Ai confini della realtà , è perché in un certo senso lo è. Il personaggio di Hendricks è stato parzialmente ispirato dal 1963 zona crepuscolare episodio 'Bambola vivente' con Talky Tina , e Toy Story 4 la direttrice Josh Cooley menzionato questo personaggio insieme a Chatty Cathy, Norma Desmond di Viale del Tramonto , e Il Padrino come influenze nella creazione di questa figura antagonista diventata simpatica.

manichini-Toy-Story-4

Credito: Disney/Pixar

Il produttore Mark Nielsen si riferisce ai Benson come di gran lunga, alcuni dei personaggi più inquietanti che abbiamo mai creato, in parte perché i corpi dei manichini sono morbidi senza struttura, quindi le braccia dei nostri manichini penzolano e le loro gambe si piegano all'indietro. Aggiungi le loro espressioni fisse con i loro occhi spalancati e le grandi mascelle incernierate e sono materiale da incubo, nel miglior modo possibile. Le teste che girano a 360 gradi come Reagan di Linda Blair in L'esorcista è in cima alla lista dei momenti più inquietanti di questo film. Per fortuna, non hanno una rampa di scale per scendere a piedi da ragno.

Laddove Sid ha smontato i giocattoli per creare la versione più orribile, Gabby Gabby vuole squarciare Woody in modo che possa diventare il sé dei suoi sogni. Può riapplicare le sue lentiggini dipinte quanto vuole, ma rinfrescare il suo aspetto fisico non sarà mai abbastanza. I social media non sono menzionati esplicitamente in Toy Story 4 , ma questa nozione di curare l'immagine perfetta corrisponde alla versione che piattaforme come Instagram ci permettono di presentare al mondo. La manipolazione delle fotografie non è esclusiva del 21° secolo, ma la tecnologia disponibile significa che siamo tutti in grado di eliminare qualsiasi difetto con il clic di un pulsante o lo scorrimento di uno schermo.

Toy Story 4 Woody Bo Peep e Duke Caboom

Credito: Disney/Pixar

Gabby Gabby è perfetta con il suo vestito giallo a pois e i nastri abbinati, ma è incredibilmente sola. Senza la sua voce, si sente distrutta. L'ingiustizia di tutto questo è troppo per lei da sopportare dopo aver letto per anni lo stesso libro sul suo cosiddetto destino. Non è la sola a sentirsi incompleta, poiché Duke Caboom (Keanu Reeves) ha insicurezze radicate a causa del non essere all'altezza delle capacità della pubblicità in cui ha recitato. Il terrore esistenziale permea ogni angolo di questo film poiché molti dei i personaggi mettono in discussione il loro ruolo nel mondo.

Le pubblicità vendono una versione della realtà che in realtà non esiste, quindi mentre hanno lo scopo di mostrare con precisione cosa può fare un giocattolo, spesso il risultato è carente. Duke Caboom non sta cercando di prendere qualcosa da un altro giocattolo per sentirsi completo, ma la sua fiducia è scossa nonostante il suo comportamento estroverso iniziale. Forky (Tony Hale), che in realtà è fatto di spazzatura, non ha avuto nessun tipo di aspettativa – a parte essere spazzatura – ed è diventato il giocattolo preferito di Bonnie (Madeleine McGraw) nonostante non provenisse da un negozio illuminato da luci fluorescenti. Il fascino di Forky non è che è arrivato in una scatola da uno scaffale rivestito con lo stesso giocattolo; invece, è stato creato dalla stessa Bonnie. Come tutti noi, è unico. Le imperfezioni fanno parte di ciò che siamo e non importa quanti filtri o app di Photoshop utilizziamo per appianare linee o imperfezioni.

Forky-Toy-Story-4

Credito: Disney/Pixar

Gabby Gabby ottiene la casella vocale che desiderava da anni; tuttavia, è ancora scartata dal bambino su cui ha proiettato tutte le sue speranze e i suoi sogni. Anche quando crei la versione 'perfetta' di te stesso, potrebbe non essere sufficiente. All'estremità opposta di questa scala c'è Forky, che non vuole essere considerato un giocattolo perché è stato designato come spazzatura. Le aspettative possono avere un enorme impatto sul modo in cui interagiamo con il mondo. Nel frattempo, Bo Peep (Annie Potts) rimette a posto il braccio rotto senza lamentarsi. È stata da entrambe le parti come un giocattolo perduto e amata dai bambini, e come risultato ha trovato l'equilibrio nel suo senso di sé.

Perdersi può avere molte connotazioni fisiche o mentali diverse. I livelli di ansia sono alti per molti in Toy Story 4 mentre i sentimenti di inadeguatezza minacciano di sopraffare. Trovare il tuo posto nel mondo può essere difficile, in particolare con la pressione che mettiamo su noi stessi per abbinare un ideale perpetuato dalla pubblicità e dai social media. Alla fine, Toy Story 4 celebra le imperfezioni e ci ricorda di uscire dalla nostra strada.



^