Penny Terribile

Josh Hartnett raggiunge il picco di calore da licantropo in Penny Dreadful

>

Cosa ti viene in mente quando pensi alla frase 'picco calore'? Nella maggior parte dei casi, sembra essere un momento comunemente accettato quando Internet guarda collettivamente un attore che ha raggiunto l'apice del suo potenziale di attrazione e dice: 'Ah sì, più di questo , Per favore.' Indipendentemente dalle preferenze personali, dai tratti particolari che rendono un individuo esteticamente più attraente per alcuni rispetto ad altri, ci sono stati molti casi in cui tutti abbiamo perso le nostre rispettive differenze e ci siamo riuniti nel loro insieme, unificati nella nostra sete, per riconoscere che il picco di calore è stato raggiunto.

Naturalmente, alcuni attori raggiungono il picco in un punto distintivo nel corso della loro carriera - Anson Mount, ad esempio, ha iniziato come interesse amoroso svenuto di Britney Spears per Incrocio stradale , ha giocato un sudicio tipo di soldato su Inferno su ruote , ma probabilmente non è stato fino al suo ultimo turno come Capitano Christopher Pike in Star Trek: Scoperta e lo spin-off più tardi annunciato Star Trek: Strani nuovi mondi con cui Internet sembrava finalmente fare i conti con il suo potenziale di Space Daddy . Contrariamente a ciò, tuttavia, sono gli oggetti della sete che sembrano raggiungere il picco più volte; Oscar Isaac ci ha dato molto da svenire durante il suo mandato come Poe Dameron nella trilogia del sequel di Star Wars, ma quando Isaac ha debuttato maggiore energia della barba sale e pepe come Duke Leto Atreides nel prossimo Duna remake, era chiaro che aveva raggiunto il raro livello di piccantezza multi-picco con un aspetto drasticamente diverso dal suo precedente personaggio di grande nome nel genere.

il flash nora west allen

Il che ci porta a Josh Hartnett.



Josh Hartnett SNL

Credito: Getty Images/NBC

Gli anni '90 sono stati un'era piena di rubacuori per adolescenti. Attori come Leonardo DiCaprio, Jonathan Taylor Thomas, Freddie Prinze Jr. e Devon Sawa sono stati responsabili di una generazione di risvegli millenari, posando per servizi fotografici che sono finiti sulle pagine di riviste come Tiger Beat, YM e Seventeen - pubblicazioni che si rivolgevano esclusivamente a un pubblico di giovani adolescenti che erano solo un po' troppo giovani per le riviste cartacee rivolte alle loro controparti più adulte. E la carriera di Josh Hartnett è iniziata proprio nel periodo di massimo splendore delle adolescenti che strappavano con cura le pagine patinate dei servizi fotografici da determinati numeri per incollare i loro volti preferiti e più svenuti sul soffitto o sulla porta della loro camera da letto. I suoi primi ruoli da protagonista in un film, che ha debuttato nel 1998, erano entrambi film horror - Halloween H20: vent'anni dopo , un sequel del franchise di Halloween (che da allora è stato relegato a uno status non canonico grazie all'uscita del 2018 Halloween reboot-quel), dove interpretava il figlio di Laurie Strode di Jamie Lee Curtis, e La facoltà , un film horror di fantascienza per adolescenti scritto da Kevin Williamson e diretto da Robert Rodriguez.

Ma anche all'inizio, le scelte di carriera di Hartnett si distinguevano da molti dei suoi coetanei che fluttuavano nella stessa sfera rubacuori della fine degli anni novanta/primi anni. Potrebbe essere stato votato come uno dei '21 Hottest Stars Under 21' della rivista Teen People nel 1999, ma mentre altri attori come DiCaprio interpretavano la metà degli amanti sfortunati titolari nella reinterpretazione in Technicolor di Baz Luhrmann di Romeo + Giulietta , Hartnett ha optato per una svolta moderna Otello invece, e invece di un interesse amoroso, interpretando l'antagonista principale Hugo (o Iago) nel film del 2001 O diretto da Tim Blake Nelson. Per ogni dramma romantico sentimentale della sua prima filmografia - ha combattuto contro Chris Klein per il cuore morente di Leelee Sobieski in Qui sulla Terra — è stato anche scelto per film più malinconici e coraggiosi come il primo lungometraggio della regista e sceneggiatrice Sofia Coppola, un adattamento per il grande schermo di Le Vergini Suicide di Jeffrey Eugenides. Ha anche notoriamente rifiutato il ruolo di Superman nello stesso periodo, citando la sua mancanza di entusiasmo per un impegno pluriennale molto prima che il Marvel Cinematic Universe fosse anche solo un luccichio negli occhi di Kevin Feige.

Certo, c'erano i drammi di guerra obbligatori, il Black Hawk Down s e il Pearl Harbor s, ma verso la metà degli anni 2000, Hartnett sembrava appoggiarsi maggiormente al crimine e al thriller come mezzo per cambiare le cose – e molto probabilmente un tentativo di abbandonare il suo soprannome di idolo fantasy per adolescenti. Omicidi di Hollywood , con Harrison Ford. Parco di vimini , con Rose Byrne e Diane Kruger. La Dalia Nera , in cui recitava al fianco dell'allora fidanzata Scarlett Johansson. Slevin numero fortunato . Eppure la maggior parte di questi è stata stroncata dalla critica, come se il consenso generale sembrava essere che l'attore che una volta era proprio lì nel mix, stava iniziando a temporeggiare alla ricerca del ruolo che gli avrebbe permesso di brillare come meritava veramente. È probabile che potresti avere problemi a elencare il titolo di un film in cui Hartnett è apparso oltre questo punto, e questo dice molto da solo – ma dal suono delle cose, è sempre stato alle sue condizioni. Una pausa di mesi dalla recitazione qui, la decisione di prendere un anno sabbatico lì.

E poi uno spettacolo chiamato Penny terribile ha debuttato su Showtime nel 2014.

Il titolo del dramma horror creato e in gran parte scritto da John Logan si riferisce ai serial economici, sensazionali e molto popolari pubblicati nel Regno Unito durante il 19° secolo: storie di detective, famigerati criminali e creature soprannaturali. Logan, invece, ha fatto della sua serie lo sfondo per ospitare reinterpretazioni di alcuni dei personaggi più famosi della letteratura horror classica, da Dracula a Dorian Gray a Frankenstein e la Creatura a Jekyll e Hyde. Hartnett è stato scelto per interpretare Ethan Chandler (nato Ethan Lawrence Talbot ), un cecchino americano ed ex cavaliere in fuga da un misterioso passato che incontra l'enigmatica Vanessa Ives (Eva Green) e il suo amico Sir Malcolm Murray (Timothy Dalton) mentre indagano sulla scomparsa della figlia di Malcolm, Mina, in relazione a un strana creatura. Dal momento in cui Hartnett e Green sono insieme per la prima volta sullo schermo, la loro chimica è istantanea e innegabile – e la storia d'amore tra i loro personaggi sarebbe stata una delle correnti sotterranee più forti dello show durante le sue tre stagioni.

Ma il ruolo su Penny terribile ha permesso a Hartnett di mostrare un livello di talento di cui forse alcuni spettatori non sapevano nemmeno che fosse capace. Come Ethan Chandler, offre un aspetto sfacciato e arrogante che, come presto scopriremo, nasconde la vera vulnerabilità dell'uomo - e l'esistenza del mostro - nel profondo. Dato il suo ruolo all'interno di un cast corale già impressionante composto da attori forti come Dalton, Billie Piper e Rory Kinnear, si dimostra più che in grado di comandare la stanza con una acuta percettività, anche se il suo personaggio sta semplicemente ascoltando qualcun altro parlare. Eppure Ethan non è nemmeno il classico archetipo dell'Uomo Lupo, che si trasforma in un'estensione rabbiosa della mascolinità incontrollata intenzionata a distruggere tutto sul suo cammino. Quando trascorre una notte in città con Dorian Gray (Reeve Carney) che culmina nell'andare a casa dell'uomo immortale, la successiva catarsi di emozioni che sperimenta al suono di un bellissimo brano musicale, ricordando il trauma del suo passato in il processo, è sufficiente per commuoverlo fino alle lacrime prima che i due dormano insieme. La sua lenta tensione romantica con Vanessa è un'indicazione che è lontano dal maschio alfa, ma qualcuno che si astiene dall'iniziare l'intimità con lei per paura di conseguenze potenzialmente mortali. Quando finalmente lo vede nella sua forma mutata di licantropo, lui riconosce immediatamente il suo odore familiare nonostante la sua sete di sangue, scegliendo di fuggire da lei piuttosto che rischiare di ferirla quando non riesce a controllare i suoi impulsi.

Penny Dreadful Vanessa ed Ethan

Credito: Showtime

Il motivo, alla fine, per cui Ethan Chandler si è rivelato essere il ruolo più adatto a Josh Hartnett - e a quel punto della sua carriera, soprattutto - è stato perché gli ha dato l'opportunità di immergersi in tutta l'ampiezza delle sue capacità di attore . Andato era il giovane oggetto di infatuazione adolescenziale; al suo posto c'era il robusto cowboy americano che aveva sottili somiglianze con i pistoleri di Hollywood di una volta, il convenzionale 'duro' che dentro non era affatto così duro. È stata una parte che gli ha permesso di interpretare sia lo sfortunato eroe romantico che deve perdere la ragazza per salvare il mondo sia una svolta nel classico mostro del film, e tutte le complessità che derivano dalla fusione delle due metà in un unico complesso carattere.

Bene, quello, e ha dato a tutti noi guardare l'assoluta maestà di Hartnett in modo aggressivo togliendosi una bombetta per esporre le sue ciocche fluenti di capelli , consolidando così la sua eredità di picco di calore all'interno di queste tre straordinarie stagioni di televisione di prestigio.



^