Amazon

La lunga e dolorosa strada di Jean-Claude Van Damme verso un secondo ritorno

>

Jean-Claude Van Damme è passato alla televisione in streaming il mese scorso con l'uscita di Jean Claude Van Johnson , una nuova serie di sei episodi su Amazon. In questa meta-commedia d'azione con un tocco di fantascienza sotto forma di doppelganger che viaggiano nel tempo (omaggio a Timecop e Doppia squadra ), il 'Muscles From Brussels' interpreta una versione di se stesso che esce dalla pensione per recitare in una versione di un film d'azione di Huckleberry Finn — una copertura per la sua attuale professione: agente sotto copertura.

La serie, prodotta da Ridley Scott, parodirà la maggior parte se non tutta la carriera di Van Damme. di Johnson è il primo ruolo da protagonista importante di Van Damme dal 2008 JCVD , un dramma meta indie in cui interpretava anche una versione di se stesso. Molti hanno visto la sua interpretazione in quel film come un ritorno, con lo stesso Van Damme che ha detto che ha iniziato il suo 'secondo ciclo di fama' dopo quasi un decennio di purgatorio direttamente sul DVD.

Adesso nove anni dopo JCVD , Van Damme, a 57 anni, sta tentando – con una serie che è più Jackie Chan che Arnold Schwarzenegger – un secondo ritorno. Quindi vale la pena guardare indietro a cosa ha portato al primo ritorno di Van Damme, cosa ha fatto con la sua seconda possibilità e come quelle scelte lo hanno portato, il maestro del calcio circolare e della spaccatura della gamba, ad assumere un ruolo che prende in giro i suoi 30 anni. -più anni di carriera.



Nessuna ritirata, nessuna resa.gif

Trasferitosi a Los Angeles dal natio Belgio nel 1981 con nient'altro che sogni di celebrità e un fisico impressionante, i primi anni di Van Damme a Hollywood sono stati qualcosa di un film molto cliché. Facendo lavori strani durante il giorno e dormendo nella sua macchina di notte, Van Damme avrebbe dovuto aspettare cinque anni prima di ottenere il suo primo ruolo, come un pesante russo che è una parte sicario della mafia, un'altra parte del wrestling nel per lo più dimenticabile Non retrocedere non arrendersi . Mentre Van Damme è stato nel film solo per 25 minuti, il suo carisma e la sua abilità sono inevitabili; tuttavia, il film non è andato da nessuna parte, quindi la celebrità gli sfuggiva ancora.

una serie di sfortunati eventi esme

Un anno dopo, è quasi diventato uno dei mostri cinematografici più iconici degli ultimi 30 anni quando è stato scelto per il ruolo di Predatore , che lo avrebbe messo contro Arnold Schwarzenegger, la più grande star d'azione dell'epoca; tuttavia, è stato licenziato per ragioni che nessuno può davvero d'accordo oggi.

Nel 1988, Van Damme stava ancora lottando, ma credeva ancora di poter farcela. La sua perseveranza avrebbe pagato quell'anno quando per caso una sera vide il dirigente della Cannon Films Menahem Golan uscire da un ristorante. Van Damme ha attirato la sua attenzione mettendosi di fronte a lui ed eseguendo un calcio che è andato oltre la testa di Golan. Fu organizzato un incontro, con Van Damme che mostrava a Golan tutto il suo arsenale e poi supplicava Golan di renderlo una star. Golan ha poi consegnato a Van Damme la sceneggiatura per Sport sanguinoso (1988), il film che ha aiutato Van Damme a diventare famoso .

incubo a 20.000 piedi
Sport sanguinoso

Dal 1988 al 1999, Van Damme ha recitato in numerosi film d'azione, film che non hanno mai conquistato la critica ma hanno fatto soldi con un budget limitato. La sua carriera ha raggiunto l'apice nel 1994 con Timecop , che ha finito per incassare 101 milioni di dollari in tutto il mondo. La Universal Pictures era così soddisfatta della performance del film che hanno offerto a Van Damme un contratto di tre film da 36 milioni di dollari, che Van Damme non avrebbe firmato a meno che non avesse ottenuto 20 milioni di dollari per lungometraggio. Lo studio ha rifiutato semplicemente riattaccando; la stella avrebbe poi detto Il guardiano che stava solo 'giocando al sistema'. È stata l'ultima volta che Van Damme ha ricevuto un'offerta del genere, perché poco dopo l'uscita di Timecop , la sua carriera ha iniziato ad andare a rotoli.

Alla fine degli anni '90, a causa di cattive sceneggiature e cattive scelte di vita (la maggior parte delle quali riguardava la droga), Van Damme era in fiamme. Il suo ultimo grande film di grande diffusione, 1999's Soldato universale: il ritorno (il sequel del suo cult del 1991), ha guadagnato solo $ 10 milioni con un budget di $ 45 milioni; è stato l'ultimo di una serie di grandi flop, un chiaro segno che il pubblico aveva quasi finito con Van Damme.

Non era solo; Chuck Norris è caduto un decennio prima; Anche Steven Seagal era diretto al cestino dei DVD, e persino Schwarzenegger e Stallone avevano difficoltà a rimanere rilevanti. I tempi stavano cambiando mentre si avvicinava l'acquisizione di Hollywood da parte dei film a fumetti, rendendo star come Van Damme reliquie di un'era precedente.

jcvdmonologue_syfy_wire.jpg

Non lo sapresti, a meno che non ti capiti di dare un'occhiata al porta DVD della tua stazione di servizio locale, ma anche se il pubblico avesse chiuso con Van Damme, non ha mai smesso di lavorare. Durante i primi anni del 2000, Van Damme ha recitato in nient'altro che film d'azione direttamente in DVD. Fu durante quel periodo che il regista Mabrouk El Mechri mise le mani sulla sceneggiatura di quello che sarebbe poi diventato JCVD.

El Mechri, ammiratore di lunga data di Van Damme, voleva lavorare con lui ma non era contento della sceneggiatura, raccontando Il New York Times che 'è stato ovviamente scritto da persone che non conoscevano Jean-Claude a livello di fan'. Ha riscritto la sceneggiatura per renderla più radicata, aggiungendo elementi della storia personale di Van Damme. Quando il regista e la star si sono messi insieme, Van Damme era d'accordo, felice che El Mechri 'volesse fare qualcosa di diverso con me'.

ancora (star trek)

JCVD non potrebbe essere più diverso dal solito film di Van Damme. A parte una lunga scena d'azione che dà inizio al film, non vediamo mai Van Damme come il macho, il tosto che è sempre stato ritratto. Invece, lo vediamo stressato, ferito e persino spaventato; inoltre, i suoi problemi personali e finanziari vengono trasmessi in tutto il mondo quando si crede che stia rapinando un ufficio postale nella sua città natale, quando in realtà è solo un ostaggio.

La scena migliore del film è Van Damme che fa ciò di cui ha fatto poco durante il suo periodo migliore: parlare. Fluttua sopra gli eventi che accadono nel film, raggiungendo le luci del palco sopra il set e parlando direttamente alla telecamera per sette minuti. In questo monologo di rottura della quarta parete, parla della sua carriera, degli errori che ha commesso nella sua vita personale e del suo abuso di droghe. Van Damme – ancora in condizioni fisiche incredibili – piange; la sua voce è tremante; quello che vediamo è un uomo molto lontano da quello che abbiamo visto una volta mettere fuori combattimento un serpente con un pugno.

Quella scena, che Van Damme ha improvvisato, ha avuto un grande impatto su di lui mentalmente. 'Era come se avessi aperto il frutto, sbucciato la buccia, tagliato la polpa, preso il nocciolo e l'ho tagliato e l'ho mostrato al pubblico'. Quasi 10 anni dopo, è ancora la migliore scena della sua carriera.

Il film è andato molto bene con la critica: ha una valutazione dell'84% su Rotten Tomatoes, la valutazione più alta di sempre per un film di Van Damme, e Richard Corliss di Time Magazine ha collocato la performance di Van Damme proprio sotto il Joker di Heath Ledger come il miglior prestazione del 2008 . Era ufficiale: Jean-Claude Van Damme era tornato.

Quattro anni dopo JCVD , Van Damme si sarebbe ritrovato in un importante film di Hollywood, il primo in oltre un decennio. Nel I Mercenari 2 , Van Damme interpreta il trafficante d'armi Jean Vilain. Nella sua primissima scena, calcia un coltello dal palmo di uno dei suoi compari al petto di Liam Hemsworth, un momento così fantastico e ridicolo che l'unica persona che avrebbe potuto farcela è Van Damme.

Ed è stato Van Damme – che ha rifiutato un ruolo nel primo Materiali di consumo – che ha ridisegnato la resa dei conti tra sé e Stallone, rendendola una rissa corpo a corpo piuttosto che una sparatoria. Era un caso di vita che chiudeva il cerchio come quando Van Damme arrivò per la prima volta a Hollywood: praticamente inseguì Stallone, visitando la sua casa numerose volte sperando in un pubblico con la star. Ora era lì, ucciso dal suo idolo nel film.

cosa significa il teschio del punitore
giphy_2.gif

Tuttavia, dal 2012, Van Damme non ha recitato in un grande film live-action. Ha recitato in una manciata di film a rilascio limitato e ha persino diretto un film, 2014's Pieno d'amore . La cosa più notevole che ha fatto tra Consumabili 2 e di Johnson è protagonista di un 2013 Commerciale Volvo in cui sta eseguendo la sua iconica divisione tra due camion. Ha anche ottenuto l'avviso per essere apparso nello spettacolo di Conan O'Brien, dove ha rievocato il sequenza di danza dal primo kickboxer film. Entrambe le clip sono diventate virali ed entrambe mostrano Van Damme che fa luce su alcuni aspetti della sua carriera, una sorta di precursore di ciò che sta facendo in di Johnson .

Quasi un decennio dopo aver fatto il suo primo ritorno con un dramma indipendente, Van Damme sta cercando di dare nuova vita alla sua carriera con una commedia televisiva. Come nel caso di JCVD , Van Damme sta lavorando con un fan di vecchia data, lo showrunner Dave Callahan, che ha detto al Times che Van Damme 'è stato il mio attore preferito da piccolo'. Ciò che è diverso questa volta è che il pubblico previsto non sarà frequentatori di teatro, ma spettatori abbuffati, un pubblico molto più ampio ma inaffidabile. Dal momento che Amazon non rilascia numeri di streaming, non si può dire se la serie avrà un pubblico, anche se è stata votata come parte del loro programma pilota.

Indipendentemente da ciò, Van Damme continuerà a lavorare. Per oltre 30 anni, Van Damme ha fatto tutto il possibile per mantenere questo sogno di celebrità. I tempi ei gusti del pubblico possono cambiare, ma Van Damme continua a scalciare; è tutto ciò che sa fare.



^