Tecnologia

Il nipote di Jacques Cousteau spera di creare una Stazione Spaziale Internazionale sottomarina

>

Come qualcosa uscito direttamente dalla serie TV animata Sealab 2021 , abile esploratore e ambientalista Fabien Cousteau, figlio del leggendario biologo marino Jacques-Yves Cousteau, sta collaborando con Università del nordest per costruire il più grande laboratorio subacqueo del mondo. Un po' come la Stazione Spaziale Internazionale, ma in un ambiente acquatico.

Ufficialmente chiamato Proteus , in onore del profetico dio greco del mare, i piani del laboratorio sono in fase di finalizzazione per costruire un habitat completo a 60 piedi sotto le onde vicino all'isola di Curacao nei Caraibi. A questa profondità gli ingegneri sperano di ridurre la quantità di tempo trascorso in superficie del subacqueo e di diminuire il grado di rischi per la salute dovuti agli effetti letali della narcosi da azoto e delle curve.

proteo 2

Credito: Yves Béhar/Fabien Cousteau Ocean Learning Center



Fabien Cousteau ha calcolato che portare in vita questo ambizioso habitat acquatico e fornire costi operativi per tre anni avrà un prezzo di circa $ 135 milioni, una somma elevata che sta attualmente tentando di raccogliere. Finora, i partner coinvolti nel progetto visionario includono la Northeastern University, la Rutgers University e la Caribbean Research and Management of Biodiversity Foundation, un'organizzazione senza scopo di lucro con sede a Curacao.

'Come nostro sistema di supporto vitale, l'Oceano è indispensabile per risolvere i maggiori problemi del pianeta', ha spiegato Cousteau in un comunicato stampa . 'Le sfide create dal cambiamento climatico, dall'innalzamento del livello del mare, dalle tempeste estreme e dai virus rappresentano un rischio multimiliardario per l'economia globale. Proteus, considerato il primo di una rete di habitat sottomarini, è essenziale per promuovere soluzioni significative per proteggere il futuro del nostro pianeta. La conoscenza che verrà scoperta sott'acqua cambierà per sempre il modo in cui generazioni di umani vivranno lassù.'

I progetti per questa fantastica stazione di ricerca e habitat sottomarini sono stati rivelati la scorsa settimana da Cousteau e dal designer industriale svizzero Yves Béhar. La concept art raffigura un laboratorio modulare di 4.000 piedi quadrati chiamato Proteus di Fabien Cousteau, che ospiterà comodamente fino a 12 scienziati durante il loro soggiorno. Il suo obiettivo principale è diventare un punto di ritrovo internazionale per la ricerca medica, gli esperimenti di ingegneria, lo studio della sostenibilità alimentare globale e le conseguenze a lungo termine dei cambiamenti climatici.

L'alimentazione di Proteus sarà ottenuta tramite il sole, il vento e l'oceano. La stazione presenterà anche una straordinaria serra sottomarina, dove gli acquanauti coltiveranno piante per le loro esigenze di nutrimento. I progetti di costruzione presentano un edificio circolare a due piani con più pod modulari simili a bolle che possono funzionare come laboratori, infermerie, dormitori, strutture di produzione video, bagni, aree ricreative, sistemi di supporto vitale e unità di stoccaggio. Un pod separato funge da piscina lunare per una serie di sommergibili a cui attraccare comodamente.

Proteo 6

Credito: Yves Béhar/Fabien Cousteau Ocean Learning Center.

Se viene costruito, e spero davvero che lo faccia, sarà trasformativo, dichiara Mark Patterson , decano associato per la ricerca e gli affari di laurea presso il Northeastern's College of Science. Sarà davvero come la Stazione Spaziale Internazionale in fondo al mare.

'Acquario sotto steroidi - questo è ciò che Proteus è concepito per essere; un vero laboratorio subacqueo. Quindi ci sarebbero macchine PCR per eseguire il sequenziamento del DNA e laboratori perfettamente funzionanti per esaminare il plancton o le microplastiche. O un laboratorio di ingegneria in modo che se stavi lavorando con la robotica subacquea, o con nuovi metodi per raccogliere energia dall'oceano, o con l'acquacoltura, avrai lo strumento di cui hai bisogno proprio lì.



^