Uomo Ragno

J.M. DeMatteis ripercorre una delle migliori storie di Spidey di sempre, Spectacular Spider-Man #200

>

Quando le persone parlano di grandi storie di fumetti, parlano quasi sempre di una storia che si è svolta su una serie di problemi. Questa è la natura del mezzo. I fumetti, in particolare i supereroi tradizionali, tendono a essere serializzati su un certo numero di numeri.

cast di Star Trek di prossima generazione

Quindi, quando chiedi alle persone di scegliere i loro fumetti preferiti, è probabile che non rispondano, numero 3 - 'Caccia al cavaliere oscuro'. stanno per dire, Il ritorno del Cavaliere Oscuro . non diranno, Uncanny X-Men 142; Risponderanno, Giorni di un futuro passato.

Il grande J.M. DeMatteis ha scritto più della sua giusta dose di grandi storie. Il principale tra questi è L'ultima caccia di Kraven, una delle più grandi storie di Spider-Man di tutti i tempi . Questo è un altro che, quando le persone lo citano come preferito, indicano la saga complessiva (un crossover tra i titoli Spidey dell'epoca) e giustamente. Ha contribuito a elevare i fumetti di supereroi tradizionali a nuovi livelli di maturità creativa.



Ma per i miei soldi, questa non è la sua migliore storia di Spider.

Spettacolare Spider-Man #200 -

Credito: Sal Buscema / Marvel Comics

Sarebbe Spettacolare Spider-Ma n #200, che è semplicemente uno dei più grandi numeri di Spider-Man mai creati. Sta a fianco Incredibile uomo Ragno #33 ('Il capitolo finale'), Incredibile uomo Ragno #122 ('L'ultima resistenza dei Goblin), e Incredibile uomo Ragno vol. 2 #50 ('Doomed Affairs') come la quintessenza del racconto di Spider-Man. SSM Il numero 200 è così bello che è stato uno dei pochi libri degli anni '90 degno della sua copertina ingannevole. Aveva tutto ciò che si poteva desiderare da un fumetto: posta in gioco alta, una battaglia climatica tra nemici di vecchia data, battute emotive del personaggio e un sacrificio che lascia il lettore completamente devastato. Ma soprattutto aveva quello che hanno tutte le grandi storie di Spider-Man: il cuore.

Best of Enemies, come era intitolato la storia, è stato il culmine di un'esplorazione di quasi due anni sul personaggio di Harry Osborn di DeMatteis e dell'artista Sal Buscema. Nonostante ciò, se avessi preso il numero 200 senza aver letto nessuno degli oltre 20 numeri precedenti, avresti comunque ricevuto il pieno impatto della narrativa ricca e psicologicamente complessa creata da DeMatteis e Buscema.

Ancora una volta impazzito dalla maledizione di Osborn e diventando il Green Goblin, Harry questa volta era un Goblin molto più minaccioso del suo primo turno sull'aliante a metà degli anni '70. Questo perché DeMatteis ha fatto quello che fanno tutti i grandi scrittori di Spidey: si è concentrato sui personaggi sotto le maschere e ha lasciato che fosse la spinta centrale della storia invece delle cose da supereroi.

Peter Parker è uno dei personaggi psicologicamente ed emotivamente più reali nella storia dei fumetti, racconta DeMatteis a SYFY WIRE. Lo conosco così come conosco alcuni dei miei migliori amici. Forse meglio perché, quando scrivo a Peter, conosco ogni pensiero vagante, ogni conflitto, ogni sentimento, che vaga nella sua testa e nel suo cuore.

Numero 200 di SSM aveva un'immagine di copertina di Spider-Man che combatteva il suo arcinemico Green Goblin, perché era un grande numero tondo e l'opera d'arte tipicamente fantastica di Buscema ha sicuramente aiutato a vendere copie extra. Ma la vera lotta in quella storia era tra due migliori amici, Peter Parker e Harry Osborn. Il tragico declino di Harry nella follia è stato raccontato nell'arco di The Child Within di SSM #178-184. Ormai ribolliva di rabbia e cercava di spingere il suo migliore amico/peggiore nemico nello stesso pozzo di follia schiumoso in cui si trovava.

Quando ho parlato con DeMatteis, ho menzionato come ha contribuito a rendere Harry un personaggio molto più interessante di quanto non fosse mai stato. Ero solo dispiaciuto per Harry; aveva un problema con la droga, suo padre non si prendeva la briga di nascondere la sua delusione nei suoi confronti e la sua occasionale fidanzata Mary Jane non poteva essere disturbata da lui. ma su SSM , DeMatteis ha concretizzato ciò che l'essere il figlio di Norman Osborn, oltre ad essere l'amico più intimo di Peter Parker, ha fatto a Harry.

rivista pazza di cosa mi preoccupo

Hai due migliori amici che si amano davvero ma sono anche nemici mortali', dice. 'Se questa non è una ricetta per un grande dramma, qual è? Harry e Peter sono entrambi persone molto complesse, il che significava che mentre si svolgeva l'azione del supereroe c'era molto spazio per l'esplorazione psicologica ed emotiva.

In molti modi, DeMatteis ha salvato Harry Osborn come personaggio. Aveva trascorso gran parte degli anni '80 come uno dei membri meno interessanti del cast di supporto di Spidey. Era bello quando lui e sua moglie Liz facevano la loro comparsa per via della storia che avevano con Peter, ma era tutto. DeMatteis ha visto il potenziale nell'esplorazione dei demoni all'interno di Harry. E così facendo, gli ha permesso di fare lo stesso con Peter.

Harry era più danneggiato di Peter, ma, come abbiamo visto in quelle storie, Peter era seduto su alcuni suoi feroci demoni personali. Ho adorato il push-pull, il tiro alla fune emotivo, tra quei due, dice DeMatteis. Il vecchio cliché è che 'la storia si è scritta da sola', ma con due personaggi principali come Peter e Harry, le storie lo hanno fatto davvero.

Per tutto il numero 200, Peter è spinto al punto di rottura dai giochi mentali di Harry. La connessione tra i due uomini dietro le maschere lascia scoperto Spider-Man. Uno dei tanti punti salienti del libro è il modo in cui Mary Jane si inserisce in modo prominente nella storia. Durante il suo mandato su Spettacolare Spider-Man , DeMatteis ha interpretato MJ così come qualsiasi scrittore abbia mai fatto. Non era solo la moglie impotente e impotente che aspettava il marito in costume. Era la sua compagna.

mortal kombat (1992 videogioco)
SPETTACOLARE SPIDER-MAN #194 -

Credito: Sal Buscema / Marvel Comics

Mary Jane è molto reale per me. C'era una profondità, una risonanza, una realtà nella loro relazione a cui ho davvero risposto, dice DeMatteis. Il matrimonio ha anche fornito a Peter qualcuno che lo conosceva meglio di quanto conoscesse se stesso. Qualcuno con cui rimbalzare, condividere le sue speranze e i suoi problemi. E viceversa.

DeMatteis ha riconosciuto il potenziale di MJ - per i miei soldi, è il miglior personaggio non superpotente che la Marvel abbia - e lo ha utilizzato in un modo che ha reso Peter Parker un personaggio più interessante. A parte J. Michael Straczynski, nessuno scrittore di Spidey ha mai avuto Mary Jane come ha fatto DeMatteis. Il numero 200 lo ha portato a termine. C'è una grande scena all'inizio del numero in cui Harry, vestito da Goblin, afferra MJ e la porta al ponte di Brooklyn. Quello, ovviamente, è dove il padre di Harry ha ucciso Gwen Stacy.

Ma invece di condurci in una storia tradizionale di MJ in pericolo, Spidey deve salvarla, DeMatteis invece offre una scena in cui MJ e Harry hanno una conversazione che tocca la loro storia personale. Invece di farle interpretare il ruolo di ostaggio, MJ diventa una figura che mostra la profonda connessione tra Peter e Harry e ciò che il loro conflitto ha fatto a tutti quelli che conoscono. DeMatteis afferma di aver tratto ispirazione per la sua scrittura dal suo stesso matrimonio.

come guardare il signor mercedes?

Il divertimento di questi personaggi è che noi scrittori riversiamo in loro tutti i dettagli intimi della nostra vita e della nostra psiche, a volte consapevolmente, a volte no, dice. E il rapporto tra Peter e Mary Jane rifletteva sicuramente il mio rapporto con mia moglie. In alcuni casi, parola per parola! Allo stesso tempo, i personaggi sono molto più di quello che ci mettiamo dentro. Sono individui molto distinti con vite, menti e cuori propri. È quella fusione tra la voce e la visione uniche dello scrittore e le personalità uniche dei personaggi che li fa prendere vita in modi nuovi. Certamente è successo con Peter e MJ.

Spider-Man è stato benedetto con dream team creativi fin dall'inizio. Lee-Ditko, Lee-Romita, Conway-Andru e JMS-Romita Jr. sono solo alcuni che mi vengono in mente. DeMatteis-Buscema appartengono a quel livello superiore. Inoltre, per quanto grandi fossero le sceneggiature di DeMatteis, le opere d'arte di Sal Buscema hanno dato vita a tutto sulla pagina stampata.

La chiave per una grande storia a fumetti è la chimica tra scrittore e artista. È qualcosa di magico e indefinibile e non puoi farlo accadere, non importa quanto ci provi, dice DeMatteis. Se la chimica è spenta, o non c'è affatto, allora la storia morirà. Ho avuto storie in cui ho scritto una sceneggiatura eccellente, l'artista ha fatto un lavoro altrettanto eccellente con l'interpretazione visiva, eppure qualche elemento indefinibile, quel clic chimico, semplicemente non c'era - e la storia non ha funzionato. Con Sal, quella chimica era lì dalla prima pagina, dal primo pannello, della nostra collaborazione.

Sapete dalla mia recente intervista con Buscema che considero Our Pal Sal uno dei più grandi narratori di fumetti di tutti i tempi. Spettacolare Spider-Man #200 conferma solo quell'ovvia informazione. Come dice lo stesso DeMatteis, senza Buscema quel fumetto risulta molto diverso.

Il momento clou di quel numero per me (e senza dubbio per molti altri) e il motivo per cui lo stimo così tanto, arriva nelle ultime due pagine. Dopo aver piazzato una bomba nell'edificio della Fondazione Osborn, con l'intenzione di far saltare in aria sia lui che Spider-Man, Harry si rende conto che MJ e suo figlio Normie sono ancora dentro. Superando una vita di dubbi e insicurezza, Harry Osborn salva la situazione. Non solo salva MJ e suo figlio, ma torna indietro e salva anche Peter. Ma la formula dei Goblin ha lentamente prosciugato la vita di Harry e il suo tempo sta per scadere.

Queste ultime due pagine mostrano Peter (nel suo costume da Spider-Man) con Harry nei suoi ultimi momenti. Non c'è una parola di dialogo. La storia è raccontata attraverso 13 dei migliori pannelli che Sal Buscema abbia mai disegnato nella sua straordinaria carriera di fumetti lunga oltre 60 anni. e come ha spiegato DeMatteis sul suo sito personale diversi anni fa, quello non era il piano originale. Ecco esattamente cosa ha detto su quella sequenza:

Ho fatto tutto il possibile per comunicare il potere di quelle ultime pagine a Sal nella trama, insieme ai miei pensieri su come sarebbe stata gestita la sequenza nella sceneggiatura finale. La mia intenzione era quella di mungere verbalmente le pagine per tutto il loro valore, spremendo fino all'ultima goccia di emozione; andando in grande e melodrammatico tramite didascalie, monologhi interiori di Peter o dialoghi tra i personaggi. (Un altro vantaggio dello 'stile Marvel': non dovevo decidere allora, potevo prendere una decisione quando l'arte era finita.)

Poi sono arrivate le pagine di Sal: è stata una delle sue ore migliori. Il flusso da pannello a pannello era cinematografico e cristallino, i personaggi drammatici e dolorosamente umani. E quelle ultime due pagine? Perfezione! All'inizio, bloccato nella mia visione originale, ho iniziato a scrivere didascalie e dialoghi per la sequenza finale, ma è diventato subito chiaro che tutto ciò che volevo dire era già stato detto, e meglio, da Sal. Era tutto lì nelle immagini. Aveva tradotto la mia trama in modo così esperto che le parole avrebbero capovolto la sequenza e distrutto il potere emotivo del momento. Così ho chiuso la mia boccaccia e ho lasciato morire Harry Osborn in silenzio, con il suo migliore amico al suo fianco.

y l'ultimo film uomo

DeMatteis mi dice che Buscema ha elevato le sue sceneggiature perché era in grado di catturare tutte le emozioni, grandi o piccole che fossero. [Sal] è un narratore impeccabile. Sa disegnare davvero, le emozioni sono tutte lì sulla pagina, dice. Quelle storie di Spec Spidey erano molto guidate dal personaggio, molto emotive - e Sal non ha mai mancato di offrire i grandi momenti... l'azione piccola, esagerata e le connessioni intime.

Mi ha dato tutto ciò che ho chiesto e anche di più', continua DeMatteis. 'Non so se oggi parleremmo di quelle storie se Sal non le avesse disegnate. Non posso elogiarlo abbastanza!

Era da tempo che desideravo parlare con DeMatteis, in particolare per via del suo lavoro su Spidey. Penso che molte persone vogliano fare un tuffo profondo nell'Ultima Caccia di Kraven e questo è totalmente comprensibile. Ma per me, Spettacolare Spider-Man era il suo zenit. L'industria all'epoca era un disastro e non mi piacevano molti dei libri che uscivano allora. L'ultimo fumetto di cui ricordo di essere stato completamente ossessionato prima di allontanarmi per qualche anno è stato Spettacolare Spider-Man .

Nel 1993, era diventato il primo libro di Spidey, IMHO. E questo grazie alla squadra di DeMatteis e Buscema. La loro corsa aveva tutto ciò che volevo in un libro di webhead, e se non fosse stato per quel titolo, mi sarei preso una pausa dai fumetti anche prima. Lo sollevo per sottolineare che è assolutamente ridicolo che, in un'epoca in cui la Marvel ha pubblicato un omnibus degli anni '80 Muppet Babies fumetti, che non hanno pubblicato una raccolta di una delle più grandi corse nella storia del loro supereroe più popolare.

Uno dei grandi misteri della mia carriera è il fatto che il [ Spettacolare Spider-Man ] run non è stato raccolto, dice DeMatteis. È uno dei miei migliori lavori mainstream di sempre, sul personaggio di punta della Marvel, il suo impatto si fa sentire ancora oggi nel film di Nick Spencer. Incredibile uomo Ragno corri... eppure non è stato ancora raccolto? sinceramente non capisco. Ma guardo attraverso le sollecitazioni ogni mese sperando in un annuncio. E continuerò a sperare!'


Quale pensi sia il singolo più grande fumetto di Spider-Man di tutti i tempi? Trovami su Twitter / Instagram e fammi sapere.

Le opinioni e le opinioni espresse in questo articolo sono dell'autore e non riflettono necessariamente quelle di SYFY WIRE, SYFY o NBCUniversal.



^