Star Trek

The Inner Light ha dato a Patrick Stewart la sua più grande sfida di recitazione in Star Trek [Warp Factor 4,3]

>

Jean-Luc Picard ne ha passate tante in sette stagioni di Star Trek: La prossima generazione . Dall'assimilazione Borg, alla tortura cardassiana, alla difesa di tutta l'umanità a un essere onnipotente, non c'era praticamente nessuna sfida di recitazione che Sir Patrick Stewart non gli avesse lanciato. L'episodio più impegnativo? Il viaggio di Picard nella vita di un uomo di nome Kamin in 'The Inner Light' della quinta stagione.

Questo è un episodio famoso, spesso citato come uno dei Trekking è il migliore di tutti i tempi. Questo è con buona ragione. In superficie, la storia è semplice: Picard ottiene i ricordi di una civiltà perduta da tempo irradiati nella sua testa da una sonda e vive la vita di una di quelle persone. Una vita per lui dura solo 25 minuti in realtà. I temi e il potere della storia sono molto più complessi.

Un'esperienza come questa avrebbe cambiato una persona per sempre, e questo era qualcosa che gli scrittori in qualche modo trascuravano all'epoca. Non si rendevano conto che stavano realizzando un classico che non sarebbe mai stato dimenticato, stavano solo cercando di fare un grande episodio della serie. Bene, missione compiuta su quel fronte. Se qualcuno si chiede se Picard abbia mai dimenticato Kamin, i Ressikan e l'altra vita che ha vissuto, l'apparizione continua del flauto di Kamin lo mette a tacere.



Picard mostra il flauto e lo fa anche scoppiare per le jam session nella stagione 6. Il compositore Jeff Russo ha usato il suono del flauto (così come parte della melodia suonata in questo episodio) come base per parte del tema principale di Star Trek: Picard .

Quando si tratta del più grande di Sir Patrick Stewart TNG sfida di recitazione? Sì, si potrebbe dire che si è alzato e l'ha lasciato nella polvere. È una delle sue migliori interpretazioni, il che dice davvero qualcosa. Bentornati a Warp Factor , dove celebriamo questo episodio storico. Jean-Luc non torna mai più al negozio di tappeti.



^