Lauren Shuler Donner

Immagina di avere Steven Spielberg E Richard Donner via libera alla tua serie TV ispirata ai Goonies

>

Ecco uno scenario da sogno in cui probabilmente avrai difficoltà a avvolgere il tuo cervello amante del genere: immagina di lanciare Steven Spielberg e Richard Donner su un Goonies TV di ispirazione che entrambi amano immediatamente.

Concetto pazzesco, vero? Quando ci pensi, I Goonies , che ha celebrato il suo 35esimo anniversario questo mese e continua a generare parliamo di un seguito , è un testo di genere sacro quanto ce n'è, quindi dovresti avere un helluva a passo, giusto?

Bene, è qui che il creatore Sarah Watson ( Il tipo in grassetto , Genio puro ) entra in questa immagine di speranza. Quindi lasciamo che ti parli del lancio vincente:



Parla di tre ragazzi di questa piccola città automobilistica che sta attraversando molte lotte economiche e molto di ciò che sta attraversando l'America centrale, e decidono di mettere su un remake colpo per colpo di uno dei film preferiti dai bambini, che è I Goonies . Ed è proprio questa lettera d'amore all'idea del cinema, della narrazione e dei sogni, e di come i film possono portarti fuori dalla banalità della tua vita, Watson dice a SYFY WIRE riguardo al pilot della Fox ancora senza titolo.

Certo, è ancora alla caccia al tesoro per un ritiro, con la pandemia che ha interrotto la produzione tre giorni prima delle riprese del pilota. Ma Fox è già andata avanti e ha ordinato script di backup e un formato di serie per la serie di Watson, che le ha permesso di vedere più avanti. E la rete da allora estesa l'opzione per l'episodio pilota, il che significa che sono ancora impegnati a produrlo, una volta che possono tornare al lavoro in sicurezza.

Come va la serie, se avremo la possibilità di fare l'intera serie, inizierai davvero a vedere il film attirare persone diverse dalla città in modi inaspettati e toccanti, dice Watson. E nel pilot, si attrae … il nostro punto di vista principale è una donna [la supplente dei bambini] che torna in città da New York dopo aver fallito come scrittrice. Quindi per lei si tratta di ricordare di credere di nuovo nei propri sogni guardando questi ragazzi credere nei loro.



^