Star Trek: Deep Space Nine

Ci vediamo: come Nog di Aron Eisenberg è diventato uno dei personaggi più ambiziosi di Trek

>

Aron Eisenberg, che ha interpretato il ladro Ferengi diventato ufficiale della Flotta Stellare Nog Star Trek: Deep Space Nine , è morto tragicamente domenica all'età di 50 anni. È stato uno shock per molti Star Trek fan, e per una buona ragione: Nog era un personaggio preferito dai fan per molti a DS9 fan, ed Eisenberg ha abbracciato felicemente la notorietà a cui essere così strettamente associato Trekking ha dato a lui. Era un appuntamento fisso alle convention, partecipava a Star Trek Gruppi di Facebook e persino ospitato a Trekking Podcast incentrato con il suo DS9 bestie Cirroc Lofton fino alla sua morte.

L'incredibile generosità di Eisenberg con i suoi fan e il suo chiaro amore per il franchise che lo ha reso un nome familiare sono a dir poco ammirevoli. Ma c'è anche una parte di noi che piange anche Nog, un personaggio che non si vedeva sullo schermo da 20 anni. Nonostante questa distanza, Nog rimane uno dei personaggi più commoventi e ambiziosi dell'intera serie, e non sorprende che i nostri sentimenti di perdita si estendano non solo all'uomo, ma al ruolo che ha incarnato.

Mr Norrell e Jonathan Strange TV

Proprio come Deep Space Nine stesso, Nog rappresentava una visione più realistica e sfumata della visione diversificata e utopica di Gene Roddenberry, vista con colori più nitidi nei due precedenti Trekking serie. Non era una personalità statica, un risoluto sputatore di technobabble o un grande oratore. Quando ha iniziato lo spettacolo, era un personaggio secondario minore: il nipote intrigante del personaggio regolare della serie Quark e membro di Trekking La razza più apertamente comica, i Ferengi. Nelle prime stagioni, era per lo più lì per essere un ostacolo per Jake Sisko di Lofton e gli altri personaggi Ferengi – per lo più ridacchiando mentre faceva saltare la scuola o trascinava Jake in una disavventura o nell'altra.

Ma qualcosa è cambiato in 'Heart of Stone' della terza stagione, un episodio la cui trama B ruotava attorno a Nog che sollecitava il comandante Sisko per una raccomandazione all'Accademia della Flotta Stellare (il tipo di posto che nessun Ferengi che si rispetti si troverebbe). Quando viene pressato abbastanza forte da Sisko, Nog crolla e dice la verità; non vuole diventare come suo padre. Riconosce i difetti del capitalismo risoluto della società ferengi e non vede in esso alcun futuro per se stesso. Nella Flotta Stellare, vede l'opportunità di fare qualcosa di se stesso, di realizzare un potenziale che la sua stessa gente non gli lascerebbe mai esplorare. «So di avere qualcosa da offrire. Ho solo bisogno della possibilità di dimostrarlo.'

di che anno è l'uomo nel set del castello alto


^