Animali

Se vuoi diventare un lupo mannaro, dovresti imparare dalle farfalle

>

I mostri entrano e passano di moda. I vampiri hanno avuto il loro momento alcuni anni fa, solo perché gli zombi mangiassero il loro pranzo (e il loro cervello) una volta che i morti viventi sono diventati il ​​mostro della giornata . Ora sembra che lupi mannari potrebbero avere il loro momento al sole o, meglio, al chiaro di luna.

Esempi di lupi mannari nel film sono precedenti al film del 1941 L'uomo lupo degli Universal Studios, ma nessuno ha catturato con successo l'immaginazione del pubblico. Il film, con Lon Chaney Jr. nei panni del personaggio principale, ha avuto abbastanza successo da ottenere diversi sequel e un reboot nel 2010. Decenni dopo, negli anni '80, i lupi mannari hanno goduto di un'impennata di popolarità con film come Un lupo mannaro americano a Londra e Teen Wolf , con rispettivamente John Landis e Michael J. Fox. Per un po' di tempo dopo, la popolarità è diminuita di nuovo fino ai primi anni 2000, con l'emergere del Malavita franchising.

Proprio come il ciclo lunare stesso, la popolarità dei lupi mannari sembra aumentare, ma per un breve momento, solo per ridursi di nuovo. Ora, con la seconda stagione di L'ordine e Cosa facciamo nell'ombra , la luna sta sorgendo ancora una volta.



Forse il modo più semplice per tracciare il viaggio delle narrazioni dei licantropi sullo schermo è rivedere l'evoluzione delle sequenze di trasformazione. Nelle apparizioni precedenti, la trasformazione da umano a mostro avveniva spesso fuori campo, oppure era di apparenza minore. Con l'avanzare delle tecnologie degli effetti speciali, tuttavia, la trasformazione ha assunto un ruolo centrale, coinvolgendo transizioni prolungate e spesso dolorose al chiaro di luna.

A differenza dei vampiri o degli zombi, i lupi mannari richiedono un drastico cambiamento nella struttura corporea per diventare il loro vero io mostruoso. Le ossa si allungano, gli artigli spuntano e la pelle si allunga. Le pupille cambiano forma, in modo che il lupo mannaro possa vedere meglio al buio. Mentre la maggior parte delle creature della notte mantiene le loro strutture fisiche di base, più o meno, i licantropi devono subire drastici cambiamenti fisici fondamentali, e non solo una, ma molte volte. Ci viene da chiederci: ci sono esempi nel mondo reale di cambiamenti così estremi come induce la licantropia? I bruchi sono solo farfalle mannari?

Un passaggio, ad esempio, da un piano del corpo umano a quello di un lupo richiederebbe parecchie modifiche a livello genetico. Umani e cani hanno condiviso l'ultima volta a antenato comune circa 100 milioni di anni fa . È un sacco di nastro da riavvolgere per diventare selvaggio quando sorge la luna piena.

In che modo, quindi, animali come i bruchi apportano cambiamenti così incredibili da una fase della vita all'altra?

La risposta sta in quegli stessi geni Hox.

Potresti sospettare che, per subire una tale trasformazione, un animale dovrebbe avere due serie di questi geni del progetto, ma non è così. Un insieme di geni Hox può essere responsabile di entrambi i piani corporei divergenti; è tutto nel modo in cui quei geni sono espressi lungo la linea.

Si scopre che il piano corporeo di un bruco e di una farfalla non è poi così diverso. Entrambi condividono strutture simili, lateralmente, dalla testa alla coda (per così dire), almeno in termini di come sono disposte le strutture di base. Le principali differenze risiedono in ciò che viene fatto con quelle strutture una volta che sono a posto.

Un esempio notevole di questo tipo di espressione viene da un bizzarro esperimento, in cui i geni Hox di una mosca sono stati sostituiti con quelli di un pollo. In almeno alcuni casi, ciò ha portato a mosche che sembravano, a quanto pare, mosche. Questo, nonostante il fatto che mosche e polli si siano separati sull'albero evolutivo circa 550 milioni di anni fa.

Papilionidae_-_Papilio_machaon-2

Credito: Hectonichus - Opera propria, CC BY-SA 3.0

Ciò suggerisce che mentre i geni Hox svolgono un ruolo vitale nella strutturazione del nostro corpo, altre parti del nostro DNA fanno molto del lavoro pesante quando si tratta del risultato finale. Così è con i bruchi e la loro trasformazione in farfalle. Così deve essere, se vogliamo trasformare un umano in un lupo umanoide. Probabilmente non avremmo bisogno di un nuovo set di geni Hox per diventare un lupo, ma avremmo bisogno di cambiare il modo in cui quei geni sono espressi lungo la linea. E i bruchi potrebbero darci un indizio su come farlo.

Nei bruchi, alcuni gruppi di cellule noti come i dischi immaginali contengono le istruzioni per quello che diventerà più avanti nella vita.

Dopo una serie di mute, quando un bruco è pronto per iniziare la sua trasformazione finale, si chiude in un bozzolo o crisalide. Una volta dentro, rilascia enzimi che letteralmente digeriscono il suo corpo, trasformandolo in zuppa di bruchi in un pratico contenitore da asporto.

È importante sottolineare che non tutto viene digerito. Quei dischi immaginari sopravvivono alla prova e usano la zuppa per svilupparsi nella forma finale. È quasi come se il bruco ritornasse in un secondo periodo gestazionale, comportandosi come un nuovo embrione, ricominciando il processo di sviluppo per emergere come qualcos'altro.

Quei dischi immaginari esistono all'interno del bruco, contengono tutte le informazioni genetiche necessarie per diventare una farfalla, ma sono dormienti. Ciò che cambia non è l'informazione genetica disponibile nel corpo di un bruco, ma, invece, l'espressione di quei geni.

Farfalla monarca

Credito: Kenneth Dwain Harrelson

Ci sono, naturalmente, altri animali che subiscono una metamorfosi senza la completa distruzione del loro io precedente. I girini si trasformano in rane, un processo che cambia completamente la loro struttura corporea, compresi arti e organi, ma il cambiamento è meno drastico.

Una metamorfosi del tipo che subiscono le farfalle sembra richiedere un approccio più severo. È ragionevole presumere che la trasformazione da uomo a lupo richieda un processo simile. Forse la prossima generazione di film sui mostri ne terrà conto, presentando il mondo a una generazione di lupi mannari in cui un morso delle creature maledette introduce dischi immaginari in un ospite, a quel punto l'umano senza pretese, sotto la pressione del ciclo lunare, entrerà in una crisalide dai capelli ruvidi, si dissolverà in una zuppa disgustosa ed emergerà nella sua vera, orribile forma.

Si può sognare.



^