La Scienza Dietro La Finzione

Se le calotte glaciali si sciogliessero, il nostro mondo assomiglierebbe davvero a Waterworld?

>

Anni prima che Bear Grylls venisse meme'd per bevendo la sua stessa urina , Kevin Costner lo ha fatto a bordo di un trimarano come Mariner senza nome nel 1995 Mondo acquatico . Il film ha ricevuto recensioni contrastanti e quasi non è riuscito a recuperare il suo budget di quasi $ 200 milioni (il più grande di qualsiasi film mai realizzato, all'epoca) al botteghino.

Nonostante le scarse vendite di biglietti, tuttavia, ha trovato il suo posto nei ricordi degli spettatori ed è ancora ricordato (e occasionalmente celebrato) 25 anni dopo.

Forse perché racchiude così perfettamente, come tanta sporcizia in un barattolo, il tempo in cui è stato realizzato. Gli anni '90 sono stati l'apice dell'ambientalismo pop, e Mondo acquatico ha offerto una possibile visione di ciò che potrebbe aspettarci alla fine del cambiamento climatico, quando le calotte glaciali si saranno sciolte e i mari avranno conquistato la Terra.

L'unico problema è che è super sbagliato!

I sopravvissuti post-apocalittici di Mondo acquatico popolano un oceano globale infinito, vivendo in città galleggianti chiamate atolli e raccontando storie di leggendari resti di terraferma. La nozione di terra è così preziosa, e l'acqua così onnipresente, che la sporcizia è valutata come valuta.

La domanda, quindi, è quanta acqua è rinchiusa all'interno delle calotte glaciali e dei ghiacciai? E come cambierebbe il mondo se tutto si sciogliesse e si unisse agli oceani del mondo?

Jeffrey Linn, un cartografo con sede a Seattle, ha creato una serie di mappe guardando diversi locali dopo 200 piedi di innalzamento del livello del mare. Ciò che è chiaro guardando queste mappe è che esistono ancora masse di terra. I continenti non saranno coperti. Ma ciò non significa che l'innalzamento degli oceani non provocherà il caos sulle popolazioni globali.

Oggi, quasi un miliardo di persone, un settimo della popolazione mondiale, occupare località a meno di 10 metri sul livello del mare . Anche se siamo prudenti nelle nostre stime, le case di quelle persone sono sparite molto prima che tutto il ghiaccio si sciolga.

È probabile che, se non combattiamo i cambiamenti climatici in modo serio, grandi porzioni di ghiaccio d'acqua del mondo si scioglieranno, cambieranno il comportamento degli oceani e inghiottiranno le terre costiere. La terraferma non sarà leggendaria o difficile da trovare, e il mondo post-cambiamento climatico non assomiglierà molto Mondo acquatico affatto. Ma non sembrerà nemmeno casa.



^