The Late Late Show Con James Corden

Non ero preparato fisicamente o emotivamente per 'Suddenly Seymour' di Mj Rodriguez

Quando ho beccato Mj Rodriguez e George Salazar The Late Late Show con James Corden cantando Improvvisamente Seymour dalla produzione di Pasadena Playhouse di La piccola bottega degli orrori , non sapevo in cosa mi stavo cacciando. Avevo sentito parlare del cast che faceva lo spettacolo ed ero interessato a vederlo, ma in un mondo con un milione di cose che gareggiavano per la mia attenzione, si era un po' perso nella confusione. Non so se avrei nemmeno guardato la clip se non avessi visto chiacchiere casuali sui social media al riguardo quella mattina, ma quando è stato fatto, mentre mi asciugavo le lacrime dalle guance, trovando i biglietti per vedere il lo spettacolo è diventato la cosa più importante nella mia lista di cose da fare.

Seduto sul mio letto, ascoltando la canzone, il momento esatto che mi ha fatto fermare nel bel mezzo dei preparativi per la mia giornata e concentrarmi completamente sullo schermo è stato quando Mj ha iniziato a cantare come Audrey. Ho sentito Improvvisamente Seymour centinaia di volte nella mia vita, in innumerevoli rewatching del La piccola bottega degli orrori film musicale, su vari album di cast e copertine di YouTube. Ho persino sentito George Salazar cantare nei panni di Seymour, un ruolo che ha dichiarato è stato nella sua lista dei desideri da interpretare per anni. Ma quello che non ho mai sentito prima è quello che ha fatto Mj sul Spettacolo in ritardo , e ancora la scorsa settimana al Pasadena Playhouse, e quello è qualcuno che canta la parte di Audrey nel registro più basso.

MJ Rodriguez e George Salazar in The Late Late Show



L'Audrey di Ellen Greene, dal cast e dal film originali, è iconica. È la versione definitiva del ruolo. Come spesso accade, coloro che hanno seguito le sue orme hanno reso le loro performance quasi un'impressione di ciò che lei ha fatto. Ciò significa che in genere le canzoni di Audrey possono essere una vetrina di un intenso cinta vocale. Significa anche che qualcuno come me che vuole disperatamente cantare insieme sente che non c'è nemmeno un punto di ingresso.

Ho amato i musical per tutta la mia vita: ero un ragazzino del coro, facevo i recital vocali, e chi più ne ha più ne metta. Ero anche una specie di fioritura tardiva, per quanto riguarda la pubertà. Ciò significava che la mia voce è rimasta in cima al registro fino all'undicesima elementare. Questo ha portato anche a momenti come quelli della classe superiore nel backstage durante il musical primaverile del mio secondo anno che mi facevano scorrere le mani sulle gambe per vedere se le stavo depilando. Avevo fatto un tentativo in questo momento della mia vita per dichiararmi transgender, anche se non avevo ancora nemmeno quel linguaggio per usarlo, e non era andato bene. Immergendomi nel profondo del mio armadio, tutto ciò che si concentrava su quanto non virile il mio corpo fosse sentito come se qualcuno potesse vedere il mio segreto e mi avrebbe esposto al mondo.

In quello che sarebbe sembrato più crudele e più crudele in retrospettiva, specialmente circa un decennio dopo, quando finalmente sono uscito per sempre e ho iniziato la transizione, avrei pregato l'universo di approfondire la mia voce, lasciarmi crescere i capelli più scuri, dammi di più altezza. Desideravo disperatamente eliminare tutte queste caratteristiche, non comprendendo appieno che una volta scomparse, non sarebbero più tornate. Nessuno dei quali fa male quanto quello che è successo alla mia voce.

La mia voce è scesa al baritono del mio ultimo anno, e con essa è andata la mia capacità di colpire la maggior parte delle note che avevo mai imparato a cantare. Canzoni che avevo sognato di eseguire, come Miracle of Miracles da Il violinista sul tetto , non erano più nel mio raggio d'azione. E nemmeno le canzoni che cantavo a me stesso in privato. Prendimi come sono da Affitto mi aveva lasciato. Amo cantare, e facevo di tutto per cantare in pubblico, eppure ora che sono cresciuto e negli anni da quando ho iniziato seriamente la mia transizione, posso sentirmi appassire e nascondermi dal microfono da karaoke, quando mi sono convinto che questo è il momento giusto per inchiodare una traccia, e sentire solo quel baritono o un povero falsetto, ancora e ancora e ancora.

Ho pianto guardando Mj Rodriguez sul Spettacolo in ritardo , e ho pianto di nuovo, questa volta molto più forte, mentre la guardavo esibirsi dal vivo sul palco del Pasadena Playhouse. La cosa di cui sono venuto a conoscenza all'inizio dello spettacolo, durante l'altro grande numero di Audrey, 'Somewhere That's Green', è che Mj è pienamente in grado di cantare con lo stesso tono più alto per cui è noto il ruolo. Che quando si abbandona per i momenti emotivi di 'Suddenly Seymour', non è qualcosa che sta facendo per necessità, ma come una scelta consapevole che ha fatto come performer.

Anche se non posso dire come membro del pubblico quali fossero le sue motivazioni per questo, so cosa significavano per me. Per me significava che Audrey poteva essere un personaggio altrettanto potente, il suo desiderio poteva essere altrettanto intenso, altrettanto emotivo, altrettanto vitale, senza quella cintura classica.

Permettendo un'interpretazione di Audrey che raggiunge il suo apice mentre è nel registro inferiore, ha solo sottolineato la sua lotta in quel momento, il suo amore per Seymour e i suoi stessi dubbi sul fatto che lei valga il suo amore per lei. Passando da quel soprano classico al suo contralto bello e pieno di sentimento, sottolinea il sottile cambiamento nel contesto del personaggio, il cambiamento nella nostra (dolce) comprensione di Audrey avendo una donna trans di colore che la ritrae.

Per anni ho lasciato le produzioni musicali provando un misto di gioia per lo spettacolo che ho visto e la tristezza di sapere che non sarei mai riuscito a cogliere quelle canzoni. Vedendo questa produzione di La piccola bottega degli orrori è la prima volta che esco da uno spettacolo desiderando di non essere appassito per tutto questo tempo. Invece di lamentarmi per la perdita della mia voce, mi è venuta voglia di imparare a cantare di nuovo.



^