Antropologia

Il sacrificio umano che ha strappato il cuore alle vittime è stato più di un semplice film horror

>

Sembra una scena del tuo incubo più raccapricciante che viene riprodotta. Il sole caldo e pulsante. Il taglio di un coltello nella carne. Il cuore ancora pulsante di una vittima umana sorretto da un cielo spalancato.

Sacrificio umano non è sempre stato il più proibito dei tabù sociali. Molti popoli antichi credevano che offrire uno di loro avrebbe placato i loro dei in tempi di siccità, carestie e (inquietanti) epidemie. Gli antropologi Vera Tiesler e Guilhem Olivier sono ora più che mai approfonditi studiando il rituale mesoamericano sacrifici che hanno comportato estrazione del cuore analizzando gli scheletri dei sacrificati. Il loro ampio studio, recentemente pubblicato in Antropologia attuale, ha osato avventurarsi in qualcosa che spaventa la maggior parte di noi per fornire affascinanti intuizioni su come queste cerimonie fossero più di una semplice parte di un passato macchiato di sangue.

ricreazione dell'immagine di un antico sacrificio umano dal film Apocalypto

Una ricreazione dell'arte azteca raffigurante il sacrificio umano dal film del 2006 Apocalipto. Credito: IMDB / Buena Vista



Le prove del sacrificio umano nelle culture antiche sono spesso frammentarie. Scritti e opere d'arte mesoamericane (come la ricreazione di Apocalipto , sopra) che era stato portato alla luce doveva essere combinato con l'archeologia, la medicina legale e le ossa scavate dai siti di sepoltura per una comprensione più approfondita di quali fossero le ragioni e i metodi alla base di questi rituali. Le élite al potere erano spesso quelle che decidevano chi doveva essere sacrificato e per quale scopo. I sacrifici sono stati effettuati principalmente come l'ultima comunicazione con divinità che si credeva avessero il potere di risollevare i tempi della disperazione. La maggior parte di queste cerimonie erano pubbliche, spesso contaminate da una corrente sotterranea di potere e intimidazione che scorreva nelle vene dell'élite.

cosa c'è a ovest di westeros?

'Non puoi separare la religione dalla politica e dal potere, tanto più in una società a livello statale della complessità che detenevano molte egemonie mesoamericane', ha detto Tiesler a SYFY WIRE. «A livello generale, le potenze imperialiste del passato remoto, come gli Aztechi, tendono a strumentalizzare la religione e/o il potere militare per controllare vasti territori con le loro diverse popolazioni multietniche sotto la loro sorveglianza. Nel caso degli aztechi, ciò includeva la violenza di massa ritualizzata».

sterno di vittima sacrificale

Lo sterno di una vittima sacrificale. Credito: Viera Tiesler

I ricercatori hanno scoperto che c'erano tre tipi di estrazioni cardiache eseguita intorno al 1000 a.C. o prima. La toracotomia sottodiaframmatica è stata eseguita utilizzando un coltello per tagliare direttamente sotto le costole. La toracotomia intercostale significava fare un'incisione tra due costole con un'ascia o un lungo bastone appuntito, mentre la toracotomia bilaterale trasversale si traduceva nel tagliare lo sterno con un coltello o un'ascia. Gli stessi strumenti venivano solitamente usati per estrarre il cuore.

un po' corto per uno stormtrooper

'La fessura sotto la gabbia toracica con la vittima sdraiata sulla schiena in una posizione sovraestesa era il metodo più comune, perché è l'accesso più semplice e non richiede di tagliare il tessuto osseo', ha detto Tiesler.

'Mentre l'accesso da sotto il torace era generalmente utilizzato senza alcuna associazione specifica, almeno tra gli Aztechi, l'accesso per taglio tra due costole sinistre è associato ai riti di Tezcatlipoca e il taglio a metà torace orizzontalmente attraverso la gabbia toracica (taglio l'osso sternale nel modo) è associato al rito Xipe Totec', ha detto Tiesler. 'Questa non è una correlazione uno a uno ovviamente (anche a causa della diversità attraverso la regione mesoamericana e in base al tempo); siamo ancora all'inizio di una comprensione più sistematica delle coreografie sacrificali che implementavano il sacrificio del cuore.'

canzone del sud.
Apocalipto

Apocalipto la versione cinematografica di Tezcatlipoca. Credito: IMDB / Buena Vista

Tezcatlipoca era il dio del cielo notturno e incarnava il cambiamento attraverso il conflitto. Xipe Totec era il dio della primavera e si credeva che vegliasse sui semi e sulla semina. Riti in onore di Xipe Totec, conosciuto anche come quello scorticato, comportava anche lo scuoiamento postumo, lo sminuzzamento e lo smembramento. A volte gli schiavi rappresentavano divinità che si erano sacrificate e poi rinascevano. Il sacrificio degli schiavi di solito avveniva nei giorni di festa degli dei della Terra e del mais, anche se prima venivano decapitati, proprio come i bambini offerti al dio della Terra e della pioggia Tlaloc. I prigionieri di guerra che finirono come vittime sacrificali furono dati in pasto ai Mimixcoa, o Serpenti delle Nubi, che a loro volta si credeva alimentassero la Terra e il Sole.

Nel mito azteco di come sono nati la Terra e il cielo , la dea della fertilità Tlaltecuhtli piangeva incessantemente di notte finché non le venivano dati da mangiare cuori umani. Non avrebbe portato frutto se non fosse stata nutrita. Nanhuatl, che gli Aztechi credevano fosse diventato il Sole stesso, era un'altra divinità a cui spesso si sacrificava.

Accanto a prove fisiche come gli scheletri e gli strumenti trovati nei siti archeologici, il sacrificio del cuore è spesso visto in antiche immagini mesoamericane . I sacrificatori sono spesso raffigurati mentre indossano abiti elaborati e acconciature che li distinguono come sommi sacerdoti o figure politiche, e l'eccesso di sangue sembra essere sufficiente per saziare un dio arrabbiato. Le cerimonie furono anche testimoniate e raccontate dai primi coloni spagnoli. Un resoconto che Tiesler e Olivier includono nel loro studio descrive un coltello che viene affondato nel petto del sacrificato e il cuore pulsante immediatamente strappato, con il sangue spalmato su una scultura della divinità che viene simbolicamente nutrita e lanciata verso il sole o le stelle. Il cuore veniva poi bruciato e le sue ceneri conservate in un recipiente come reliquia.

vere immagini di sacrificio di cuore azteco

Immagini di sacrificio del cuore azteco sopravvissute alle ingiurie del tempo. Credito: Viera Tiesler

sabrina la strega adolescente ha debuttato come cartone animato in che anno?

Non tutte le cerimonie sacrificali sono state condotte allo stesso modo. Oltre ai vari metodi di estrazione del cuore, c'erano differenze nel modo in cui venivano offerte le parti del corpo umano e nel modo in cui venivano conservate le reliquie. A seconda del metodo di penetrazione del torace, sono stati lasciati segni diversi sulle ossa. Mentre un'esistenza sostenuta dal sangue umano può sembrarci surreale ora, le ossa dei morti che ci parlano ora ci aiutano a capire il loro destino dall'oltretomba.

'Potrebbe sembrare una violenza gratuita ora, proprio come l'Europa medievale e rinascimentale con i suoi processi di eresia, il suo santo ufficio e le massicce uccisioni motivate dalla religione', ha detto Tiesler del sacrificio di cuore azteco, 'ma all'epoca era ritenuto degno ed efficace era praticato».

(attraverso Università di Chicago / Antropologia attuale )



^