Interviste

Giorgio A. Tsoukalos rivela come è passato da Ancient Aliens a Resident Alien

>

Nel Alieno residente Episodio 9, 'Welcome Aliens', il produttore esecutivo/showrunner Chris Sheridan si rivela inequivocabilmente come il Alieni antichi superfan che è lanciando l'ufologo di quello show Giorgio A. Tsoukalos in un ingegnoso cameo. Tsoukalos, noto portavoce e produttore consulente della serie di successo di HISTORY, è apparso nei panni di se stesso mentre partecipava a una convention sugli alieni dove incontra l'alieno sotto copertura di Alan Tudyk, Harry Vanderspeigle.

Avendo bisogno di ottenere i dettagli su come è nato questo fantastico crossover, SYFY WIRE ha telefonato a Tsoukalos per scoprire come è stato attirato nella serie, cosa sta andando bene lo spettacolo sull'antica teoria aliena e alcuni consigli per i curiosi Alieno residente fan interessati al Alieni antichi universo.

Resident Alien Stagione 1, Episodio 9:

Alieno residente Stagione 1, episodio 9: 'Benvenuti alieni'. Attestazione: SYFY



Giorgio, sei apparso in innumerevoli puntate di Alieni antichi e apparizioni di persona durante le conferenze di ufologia. Ma è vero che Alieno residente è stata la tua prima offerta per apparire in una serie TV?

Sì! Questa sarà la prima volta che apparirò in uno spettacolo con sceneggiature in cui ho parole pronunciate. È tutto un territorio eccitante e nuovo per me. E il fatto che tutta questa cosa sia stata prodotta dal canale SYFY e da Amblin e Chris Sheridan, è un'esperienza così surreale per me che mi hanno contattato.

Non ho ancora visto l'[episodio]. Ma, da quello che abbiamo girato quel giorno, ogni volta che mi guardo indietro e ripenso a quei due giorni, mi viene da ridere. L'intero cast è così incredibilmente divertente e talentuoso. L'intera produzione è al di sopra e al di là, quindi è stata un'esperienza fantastica e formidabile.

È l'amore di Chris Sheridan per Alieni antichi perché hai ricevuto l'offerta?

Il modo in cui è successo è che Chris Sheridan è, fino ad oggi, un grande fan di Alieni antichi . Ha contattato per promuovere questo [produttore] Kim Sheerin, e ha chiesto: 'Giorgio sarebbe interessato?' Abbiamo chiesto il pilota, che - in qualsiasi modo, forma o forma - non era affatto finito. Ma da quello che ho visto, mi è piaciuto lo stile. Mi è piaciuta l'intera produzione, ma soprattutto la sceneggiatura e gli attori come Alan Tudyk e Sara Tomko, e Cory [Reynolds] ed Elizabeth [Bowen]. Voglio dire, quale coppia migliore puoi immaginare in entrambi i casi?

E, soprattutto, sembrava oscuro e divertente. E mi piace questa combinazione. Ho accettato di farlo. E sono molto felice di farne parte perché ora guardo lo spettacolo con mia moglie ogni mercoledì sera e non vedo l'ora. È meraviglioso.

È interessante notare che la serie stessa include molti argomenti su cui si discute comunemente Alieni antichi . Ti ha sorpreso?

Sì! Negli episodi 7 e 8, sono stati fatti più riferimenti all'antica teoria degli astronauti. Ora, a volte le persone fraintendono il concetto dell'antica teoria degli astronauti, in cui il concetto di base è che, ad un certo punto, i nostri antenati hanno avuto insegnanti. E questo è tutto. Niente di più, niente di meno. Non l'ho mai detto, né lo spettacolo Alieni antichi mai detto, o anche lontanamente proposto, che le antiche piramidi dell'antico Egitto fossero state costruite dagli alieni. Ovviamente no! Naturalmente sono stati gli esseri umani a costruirlo con la conoscenza che è stata trasmessa agli antichi egizi dai cosiddetti dei.

E quando ho visto l'episodio 8, i segmenti in cui Alan e Sara parlano dell'antica teoria dell'astronauta, una delle cose nella sceneggiatura era che la cultura dei nativi americani ha una connessione con il cosiddetto popolo delle stelle. Stavo mandando baci in segno di apprezzamento davanti allo schermo.

Quando hai girato il tuo segmento, prima o dopo la chiusura della produzione di marzo 2020 per la pandemia?

Sono andato a Vancouver con [il produttore] Kim Sheerin. Penso che siamo arrivati ​​lì un martedì, abbiamo fatto un tour del set e la prova del [costume] mercoledì. E poi giovedì abbiamo registrato i due segmenti. E poi venerdì, penso che siamo tornati a Los Angeles. Se non sbaglio, la settimana successiva, quindi solo quattro giorni dopo, hanno interrotto la produzione.



^