Mese Dell'orgoglio

Come Northstar ha contribuito a fare la storia dei fumetti come primo personaggio gay della Marvel

>

Quando le persone discutono dei personaggi LGBTQIA+ nei fumetti mainstream, la conversazione tende a ruotare attorno a eroi relativamente recenti che sono venuti alla ribalta, poiché la rappresentazione insieme a un gruppo più diversificato di creatori ha contribuito a stimolare il cambiamento. Perché ammettiamolo, i fumetti sono arrivati ​​tristemente in ritardo alla festa in termini di rispecchiamento accurato della diversità nell'orientamento sessuale e nell'identità di genere all'interno della nostra società.

Per fortuna, gli editori grandi e piccoli hanno fatto grandi passi avanti per fare meglio in questo. Puoi vedere come si sono evoluti i fumetti con due nuove uscite di alto profilo programmate per celebrare il Pride Month che presentano molti di quei personaggi. Orgoglio DC è un fumetto antologico di grandi dimensioni con una dozzina di storie incentrate sui personaggi LGBTQIA+ di DC come Kate Kane, alias Batwoman, Renee Montoya, Jess Chambers, Harley Quinn e altri. Allo stesso tempo, la Marvel ha la sua versione speciale, Voci della Marvel: Orgoglio , che ha una formazione all-star di creatori tra cui Steve Orlando, Allen Heinberg, Jim Cheung, Vita Ayala e Jen Hickman che forniscono storie su Daken, Wiccan e Hulkling, Karma e altri.

Sono particolarmente incuriosito da una storia in particolare in Voci della Marvel: Orgoglio di JJ Kirby incentrato sul personaggio che ha contribuito ad aprire le porte a un'era più inclusiva dei fumetti: Northstar. Mi affascina moltissimo come il ragazzo che doveva essere il membro meno popolare degli Alpha Flight quando la squadra ha debuttato per la prima volta nel 1979 (in Uncanny X-Men #120) è diventato il primo supereroe gay riconosciuto nell'universo Marvel, così come il primo eroe ad essere in un matrimonio omosessuale (come visto in Sorprendenti X-Men # 51).



Per favore, non premere 'invia' sui tuoi tweet appassionati, 'Ho sempre pensato che Northstar fosse il membro più cool di Alpha Flight', perché sappiamo tutti che non è vero. Non piaceva a nessuno, perché veniva spesso ritratto, almeno in quei primi anni dell'originale Alpha Flight titolo, come un tizio amaro, egoista e generalmente miserabile. So che non mi piaceva.

Ma in Jean-Paul Beaubier c'è sempre stato molto di più di quello che abbiamo visto in superficie. John Byrne , che ha co-creato Northstar insieme a Chris Claremont nel X-Men fumetti prima di portarlo al Alpha Flight serie, ha fornito i primi indizi sull'orientamento sessuale di Jean-Paul. Questi erano indizi che molti Alpha Flightians (è una cosa? Dovrebbe essere una cosa) completamente sfuggiti.

alphaflight7

Copertina: John Byrne. Credito: Marvel Comics

I primi indizi sull'essere gay di Northstar sono apparsi in Alpha Flight #7, in una storia che ha messo in luce Jean-Paul e sua sorella gemella Jeanne-Marie, conosciuta anche come Aurora. In quel numero, Jean-Paul incontra un vecchio amico di nome Raymonde Belmonde. Quando presenta sua sorella a Raymonde, Jeanne-Marie dice: 'Jean-Paul mi ha raccontato tutto di te'.

La risposta di Raymonde: 'Ha? Questo mi sorprende un po', mia cara».

Più avanti nel numero, (all'età di quasi 40 anni SPOILER ALERT!!) Raymonde viene ucciso dal cattivo del pezzo, un certo Ernest St. Ives.

Nell'ultima pagina della storia, Byrne scrive che Raymonde era stata la persona più importante nella vita di Jean-Paul fino a quando lui e Aurora non si erano riuniti. Che l'anziano gentiluomo lo aveva condotto fuori 'da quell'oscura paura, nella chiara luce dell'autoaccettazione, insegnandogli a non temere i suoi poteri mutanti o qualsiasi altra cosa'.

'Qualsiasi altra cosa.'

Ammetto con piacere che il sottotesto mi è passato sopra la testa come un lettore di fumetti di 12 anni che ha analizzato gli angoli dei pugni in una sequenza d'azione disegnata da Byrne con molta più intensità di una pagina di sottile conversazione. Quando questa serie è uscita, ci siamo trasferiti a North Miami Beach e frequentavo un negozio di fumetti chiamato Starship Enterprise, che garantisco non ha mai avuto l'autorizzazione da Paramount o Gene Roddenberry per usare il nome. Da Alpha Flight era uno dei miei titoli preferiti, lo compravo e lo leggevo all'interno del negozio. Quando mi sono lamentato di quanto la storia fosse noiosa, il ragazzo che gestiva il negozio mi ha spiegato cosa stava realmente dicendo Byrne su Jean-Paul e Raymonde. Dire che la mia giovane mente era sbalordita sarebbe un drastico eufemismo.

Byrne ha discusso del suo ritratto di Northstar in passato sul suo sito web, Byrne Robotics . Anni fa, ha dato una ragione molto pratica per cui ha reso Northstar gay.

Steven Universe peridoto e fusione di ametista

'Ci devono essere gay nei fumetti perché ci sono gay nella vita reale. Nessun altro motivo. Stesso motivo, infatti, per cui ci sono i Neri nei fumetti. Gli asiatici nei fumetti. Donne e bambini nei fumetti! La popolazione del mondo immaginario dovrebbe rappresentare il mondo reale. Ecco perché ho creato Northstar: sentivo che l'Universo Marvel aveva bisogno di un supereroe gay (anche se non mi sarebbe mai stato permesso di dirlo con così tante parole nei fumetti stessi), e sentivo che avrei dovuto crearne uno, piuttosto che adattare un supereroe esistente carattere.'

Byrne ha anche chiarito sul suo sito web che non considera Northstar un personaggio che è stato riadattato per essere gay, semplicemente perché quando Alpha Flight è stato creato per la prima volta, avrebbero dovuto essere solo un ostacolo per gli X-Men. Il retroscena dei personaggi non era stato effettivamente lavorato. Una volta che si sono dimostrati abbastanza popolari che la Marvel ha chiesto a Byrne di creare un libro AF, è stato allora che Byrne ha iniziato a dare corpo ai personaggi per renderli multidimensionali.

cosa succede se muori nei tuoi sogni?

Ha anche notato che a quei tempi, all'inizio degli anni '80, l'identificazione specifica di un personaggio in un fumetto Marvel come gay non avrebbe mai ottenuto l'approvazione dall'editoriale, per non parlare del Codice dei fumetti. Questo è il motivo per cui Byrne ha cercato di trasmettere il suo messaggio in modo più discreto. Questo accadeva anni prima di Internet e dei social media, quindi se i fan ne discutevano, quelle conversazioni erano principalmente nascoste in qualsiasi fumetteria o piccola convention che si svolgeva in qualsiasi città o paese. Se c'è un argomento che rimpiango di non aver approfondito durante le mie conversazioni con Byrne, riguarda Northstar e il suo approccio al personaggio perché è stato davvero innovativo e ha avuto un impatto duraturo.

xmenAF1

Copertina: Paul Smith. Credito: Marvel Comics

C'era un altro riferimento alla sessualità di Northstar solo due anni dopo, nel brillante (e, a mio parere, sottovalutato) X-Men e Alpha Flight serie di due numeri, scritta da Chris Claremont e sapientemente disegnata da Paul Smith. Nel secondo numero, Rogue chiede a Jean-Paul di ballare con lei. Aveva usato i suoi poteri per assorbire le sue abilità e la sua psiche all'inizio della storia, e fa notare come nessuno dei suoi compagni di squadra di Alpha Flight, che lo vedono come distaccato e incapace di amicizia, conosca veramente il vero Jean-Paul Beaubier.

'Nessuno di voi lo capisce come ah,' pensa tra sé e sé.

Ancora una volta, è sottile, e se non avessi prestato attenzione o non avessi cercato l'indizio, l'avresti perso. Non dimentichiamo quanto fosse diverso questo tipo di threading di storie ai tempi dell'età del bronzo. Le tecniche di narrazione sottile e di basso profilo non erano esattamente in voga all'epoca. Ma Claremont prese la proverbiale palla dal suo vecchio collaboratore X, Byrne, e corse con essa. Il che ha senso, considerando quanto ha reso inclusiva la squadra mutante del Professor Xavier durante il suo impareggiabile mandato con i mutanti della Marvel.

alphaflight106

Copertina: Mark Pacella/Bob McLeod. Credito: Marvel Comics

Il vero 'coming out' di Jean-Paul non sarebbe avvenuto fino al 1992, in Alpha Flight #106, quando Northstar annuncia di essere gay durante una rissa con il maggiore Mapleleaf. Questo problema viene spesso indicato come il momento storico in cui la Marvel ha finalmente riconosciuto che in un universo immaginario pieno di eroi, le probabilità che almeno uno di loro fosse gay erano troppo grandi per continuare a ignorarle.

Solo che non lo era. La sessualità di Jean-Paul Baubier era stata un segreto di Pulcinella per i lettori di Alpha Flight per quasi un decennio, a condizione che prestassero attenzione. Guardando indietro, ha tutto il senso nel mondo che alla fine sarebbe diventato il primo eroe Marvel apertamente gay.


Chi è il tuo supereroe LGBTQIA+ preferito? Trovami su Twitter / Instagram e fammi sapere.

Non dimenticarlo Dietro il pannello è una serie multipiattaforma. La nostra serie di video contiene le mie interviste approfondite con alcuni dei migliori creatori di fumetti del settore. Il Dietro il pannello podcast è una serie di documentari audio che offre una visione unica dei tuoi creatori e storie preferiti. Dai un'occhiata, pensiamo che ti piaceranno.

Le opinioni e le opinioni espresse in questo articolo sono dell'autore e non riflettono necessariamente quelle di SYFY WIRE, SYFY o NBCUniversal.



^