Il Cristallo Oscuro

Come il nuovo Dark Crystal ha usato la tecnologia moderna sui burattini della vecchia scuola di Henson

>

Il nuovo prequel prodotto da Netflix per Il Cristallo Oscuro promette un ritorno alle tecniche delle marionette della vecchia scuola, ma c'è un gioco di prestigio in questa affermazione. La tecnologia utilizzata sia per costruire che per controllare i burattini ha fatto passi da gigante da quando Jim Henson e Frank Oz hanno realizzato il film fantasy di culto originale del 1982, così come le aspettative degli spettatori nell'era della CGI. Queste nuove realtà hanno presentato sia opportunità che sfide al team che lavora alla nuova serie, Il cristallo oscuro: l'era della resistenza , che arriva sul servizio di streaming venerdì.

Ambientato nel magico mondo della Terra di Mezzo di Thra, l'originale Cristallo scuro ha seguito le avventure degli ultimi due Gelfling rimasti, una razza di creature un tempo fiorente che assomigliano alla progenie di Yoda e a un bellissimo elfo (Wendy Froud, che ha progettato i Gelfling con suo marito Brian, ha anche lavorato con Oz sul burattino del maestro Jedi per Star Wars: L'Impero colpisce ancora ). La loro ricerca li ha portati in un castello occupato dagli Skeksis, uno spaventoso clan di avvoltoi muppet di dimensioni umane che controllavano il cristallo che dà la vita. La Jim Henson Company aveva conservato alcuni dei burattini Gelfling e Skeksis nei suoi archivi, ma secondo il burattinaio Dave Chapman, il funzionamento interno dei burattini è cambiato così tanto negli ultimi 40 anni che le vecchie creature sono servite più come riferimento e ispirazione per il nuove versioni rispetto all'assistenza pratica.

'Sono pieni di meccaniche della vecchia scuola, che sarebbero controllate da cavi e grilletti della bicicletta, quindi non tanto animatronic, roba pesante', dice Chapman a SYFY WIRE. 'Dovevamo ottenere gli stessi effetti ma con il modo moderno di fare le cose, che è un sacco di telecomando, animatronica e cose radiocomandate'.



In un certo senso, l'utilizzo di burattini semi-robotici più avanzati è un giusto tributo all'originale Cristallo scuro , la cui produzione ha visto Henson, Oz e il loro team di artisti e ingegneri pionieri delle prime versioni degli animatronici che sono così dominanti oggi.



^