Burlone

Come Joker War e The Batman Who Laughs hanno curato la mia stanchezza da Joker

>

Sono stufo del Joker, ma non è sempre stato così.

Ho avuto la fortuna di crescere circondato dai media di Batman, anche prima di dedicarmi ai fumetti. Sono un bambino della metà degli anni '80, il che significa che quando ho raggiunto la mia prima fase da supereroe, avevo Cesar Romero che interpretava The Clown Prince of Crime nelle repliche, Jack Nicholson su VHS e l'incredibile di Mark Hamill (e per io, ancora definitiva) versione di Mr. J in TV tutti i giorni dopo la scuola. Era un bel momento per essere ossessionati da Gotham City e dai suoi tanti strani abitanti, ed ero convinto che l'ossessione non sarebbe mai morta. Tagliato a quasi due decenni dopo, e ci sono giorni in cui sarei felice se Joker andasse in un cassetto da qualche parte nel quartier generale della DC Comics e non uscisse di nuovo per un solido decennio.

Cosa è andato storto? Forse è che da allora il personaggio è stato oggetto di un fandom iperfocalizzato Il Cavaliere Oscuro è stato rilasciato nel 2008, un hyperfocus culminato nell'anno scorso Burlone , che ho trovato non solo cupo e senz'anima, ma addirittura noioso. Forse è la continua dipendenza da Lo scherzo dell'uccisione e le sue dinamiche caratteriali come una sorta di sacro vangelo che impedisce a certe storie di crescere oltre le vecchie formule. Forse è solo che sono stanco di vedere la stessa filosofia 'l'uno non può esistere senza l'altro' ripetersi ancora e ancora. Probabilmente è una combinazione di tutto quanto sopra, ma la causa è forse meno importante del sintomo. Per un po' di tempo sono stato alle prese con la stanchezza di Joker, il che non è divertente quando il tizio è ancora la star di almeno due o tre storie principali su vari mezzi ogni anno.



La buona notizia, tuttavia, è che mantenere un personaggio in rotazione quasi costante per più di otto decenni significa che se odi la versione attuale, tutto ciò che devi fare è aspettare cinque minuti prima che arrivi una nuova interpretazione. Questo è vero per la maggior parte dei personaggi principali di Big Two, ma ultimamente è particolarmente vero per The Joker, e due importanti storie della DC Comics, in particolare, sono arrivate solo quest'anno e potrebbero essere la cura per la mia stanchezza da Joker. In termini di storia e personaggio, sono avventure selvaggiamente diverse per raggiungere cose completamente diverse, ma se c'è qualcosa che condividono, è questo: l'ambizione di dare ai fan di Joker esattamente quello che hanno chiesto, ma non nel modo in cui si aspettavano.

**Spoiler avanti per Guerra del burlone e Notti oscure: Death Metal.**

Il concetto centrale di Guerra del burlone , l'evento dello scrittore James Tynion IV e dell'artista Jorge Jimenez che si conclude questo mese sulle pagine di Batman , è che il Joker ha preso tutto da Batman, e per estensione Bruce Wayne, nel tentativo di condurre una guerra finale contro il suo arcirivale. Attraverso una serie di trappole intelligenti, Joker è riuscito non solo a paralizzare il sistema di supporto di Batman, ma ha anche letteralmente preso il controllo finanziario della Wayne Enterprises, e quindi ogni giocattolo che Bruce Wayne è riuscito a costruire per se stesso nel corso degli anni come Batman. L'intero arsenale di Bat, risorse finanziarie e fisiche allo stesso modo, è stato modificato da Joker.

Come ho già ammesso in precedenza, ero completamente pronto a detestare questa storia, o almeno a sbadigliare mentre aspettavo che arrivasse il prossimo arco narrativo di Batman, ma Tynion e Jimenez mi hanno conquistato nel primo numero del racconto ( Batman #95) con un senso di gioia esagerata e strana che è persistito per tutta la storia. Questa avrebbe potuto essere così facilmente un'altra storia 'nel profondo, siamo uguali, tu ed io' in cui il Joker sta solo cercando di dimostrare a Batman che sono destinati a combattere l'uno contro l'altro per sempre. Avrebbe potuto ripiegare così facilmente sugli stessi stereotipi stanchi, anche con la scala di successo della sua narrazione, e costeggiare la vastità dell'acquisizione di Gotham da parte di Joker. Invece, ha usato tutta quella magniloquenza e stranezza e tutti quei meravigliosi giocattoli per arrivare a qualcosa di più grande, che era particolarmente ben articolato nelle pagine di Batman # 99.

Pagina iniziale di Batman 99 Joker War

Credito: DC Comics

In superficie, come fan dei fumetti di supereroi in generale, questo è solo un pezzo di narrazione enorme e ambizioso che si libra oltre l'ethos grintoso di tante storie di Joker e in qualcosa di più grande e audace. Questi sono colori audaci e primari che mirano a fare molto più di una resa dei conti tra due personalità, e abbiamo visto che ripagano già poiché Tynion e Jimenez ci hanno dato personaggi secondari come Punchline e Clownhunter per far crescere la mitologia che circonda Guerra del burlone in qualcosa che avrà un impatto duraturo.

Al di là della trama di tutto, però, questo è The Joker che dice letteralmente al lettore che lui e Batman lo sono non lo stesso . C'è una ragione per cui la parola 'Guerra' è nel titolo della storia; questa non è solo un'altra meditazione su quanto siano simili i personaggi e su come ognuno di loro abbia una visione distorta del mondo. Nel togliere tutti i giocattoli di Batman e darli a Joker, Tynion non si è limitato a capovolgere il copione sulla battaglia fisica. Ha messo a nudo quanto siano opposti i due personaggi, e il risultato è qualcosa che potrebbe rimodellare le storie di Gotham City per gli anni a venire se la DC riuscisse ad atterrare. Dopotutto, l'argomento di Joker qui non è solo questo lui è giusto e Batman ha torto. È che l'intero città non è d'accordo con i pilastri fondamentali della guerra al crimine di Batman. È sia un'idea avvincente che terrificante per una storia, e non fa male che la stessa storia mostri Joker che attraversa Gotham in un tratto Hummer e realizzando la propria tuta da pipistrello.

Il che ci porta all'altra storia che cura la mia stanchezza da Joker, che era in divenire anni e in qualche modo continua ad avere successo nonostante tiri di dadi sempre più scardinati: Notti oscure: Death Metal e la saga in corso di The Batman Who Laughs.

chel la strada per el dorado

Se Guerra del burlone è 'E se Joker avesse tutte le cose di Batman?' poi la saga di The Batman Who Laughs, iniziata con il Notti oscure: metallo evento nel 2017, è 'E se Joker e Batman fossero? la stessa persona ?' Il personaggio proviene da una Terra alternativa in cui Bruce Wayne è stato esposto a una forma purificata di tossina Joker nascosta nel cuore di The Joker, che è stata rilasciata quando la versione terrestre di The Clown Prince of Crime è morta durante una lotta con Batman. Il risultato è una versione di Bruce Wayne deformata in qualcuno che ha tutta l'intelligenza, le abilità di combattimento e l'efficienza di Batman. e tutta la follia e l'ego del Joker. È il migliore (e il peggiore) di entrambi i mondi in un unico folle pacchetto.

Questa idea è, ovviamente, completamente ridicola, e se non stai leggendo i fumetti che compongono la storia in corso di The Batman Who Laughs saresti perdonato se pensi che questa sia l'evoluzione finale naturale e più orrenda della tendenza grimdark di Joker narrativa. Dopotutto, i narratori hanno giocato la carta 'Non siamo così diversi, io e te' con questi personaggi per decenni, quindi ovviamente un giorno qualcuno doveva venire e renderli lo stesso ragazzo, giusto?

Il Batman Who Laughs funziona, però, e il motivo per cui lavora per me è duplice. Innanzitutto, c'è la scala assolutamente pazzesca della storia in cui è avvolto. Questa non è solo la storia di un Batman cupo e sorridente con punte sugli occhi che ridacchiano mentre massacra tutti gli eroi di Gotham City. Questa è la storia di un Batman cupo e sorridente che emerge dal Multiverso Oscuro - sai, il Multiverso che si trova sotto il normale Multiverso, da dove provengono tutte le cose oscure - e in pratica decide che userà la sua mente strategica superiore per rifare l'intero universo DC a sua immagine. Questo significa molte cose, ma più di recente nelle pagine di Death Metal , significava sostituire il suo cervello con il cervello di altro Bruce Wayne alternativo, che era anche il Dr. Manhattan, e che usava i poteri di deformazione della realtà di quel personaggio per trasformarsi in un altro personaggio che si fa chiamare 'The Darkest Knight'.

Death Metal Il Cavaliere Oscuro

Credito: DC Comics

Questo è, come suggerisce la descrizione, assolutamente fuori di testa , anche quando tieni conto del fatto che Death Metal contiene anche un Batman che è anche Darkseid, un Batman che è anche un dinosauro e un Batman che è anche una Batmobile senziente. (No, non sto scherzando.)

L'enfasi, e la dimensione risultante della storia che circonda The Batman Who Laughs e le sue macchinazioni, compra Snyder e Death Metal artista Greg Capullo molta buona volontà da parte mia perché significa che anche quando la storia diventa oscura, diventa oscura in modo divertente, senza indugiare troppo a lungo sul tipo di oscurità performativa e 'radicata' a cui sono arrivato a resistere i miei fumetti di supereroi. Ma c'è anche qualcos'altro al lavoro qui, che mi porta al secondo e probabilmente più importante motivo per cui The Batman Who Laughs funziona così bene.

Death Metal è annunciato sul frontespizio come 'Anti-Crisis' e l'intera storia ruota attorno a Wonder Woman e vari altri eroi e cattivi DC che lavorano per ricostruire il Multiverso dopo che The Batman Who Laughs lo ha rifatto a sua immagine cupa. In risposta, otteniamo The Darkest Night, un'evoluzione ancora più oscura di un personaggio che era già 'Batman e il Joker in un solo corpo'. È un oscuramento di un oscuramento di due personaggi che erano separatamente oscuri per cominciare, e mentre un'altra storia potrebbe semplicemente usarlo come un esercizio superficiale di atteggiamenti cupi e grintosi, Snyder e Capullo lo stanno usando per di più.

The Batman Who Laughs e la sua evoluzione non sono solo un cupo antagonista pensato per giocare sul nostro bisogno di versioni sempre più oscure di The Joker: è l'intera idea di cupi e grintosi fumetti di supereroi fatti carne. Ogni storia in cui qualcuno ha deciso che Superman ha dovuto stringere i denti e spezzare il collo, ogni storia in cui Wonder Woman ha dovuto scoppiare in lacrime, ogni storia in cui Batman ha dovuto ammettere che non poteva scrollarsi di dosso l'idea che lui e il Joker lo fossero anche loro. nello stesso modo , ogni arto reciso, ogni morte gratuita, ogni volta che qualcuno ha sentito il bisogno di dire che 'i fumetti non sono più solo per bambini' - è tutto racchiuso nel sorriso rictus di Batman Who Laughs. e in Death Metal , Wonder Woman, Batman e Superman si stanno alzando per combatterlo.

Il Joker non se ne andrà mai. I fumetti potrebbero un giorno essere trasmessi nei nostri cervelli un pannello alla volta attraverso un chip nelle nostre teste, e quel tizio continuerà a vestirsi e a riempirsi le tasche di coltelli e fiori velenosi. Se sei stufo di lui, a volte potrebbe sembrare una cosa orribile, ma la cosa grandiosa degli universi di supereroi condivisi è che qualcuno arriva sempre per darti una nuova visione, una nuova reinvenzione, un nuovo raggio di luce in un paesaggio altrimenti oscuro.

A quanto pare non ero stufo del Joker, dopotutto. Avevo solo bisogno delle storie giuste per ricordarmi perché può ancora lavorare e perché probabilmente non smetterà mai di lavorare.

Guerra del burlone si conclude con Batman #100 il 6 ottobre. Notti oscure: Death Metal continua con il numero #4 del 13 ottobre.

Le opinioni e le opinioni espresse in questo articolo sono dell'autore e non riflettono necessariamente quelle di SYFY WIRE, SYFY o NBCUniversal.




^