Giovanni Carpentiere

Come The Thing di John Carpenter è passato dalla spazzatura della D-list al classico dell'orrore

>

È confortante sapere che i critici possono sbagliarsi di grosso, specialmente quando si tratta di fantascienza. Caso in questione: nonostante sia conosciuto oggi come un classico dell'horror e della fantascienza, John Carpenter's La cosa è stato inizialmente fatto a pezzi dalla critica, che lo ha definito (tra le altre cose) 'il film idiota per eccellenza degli anni '80'.

eddie murphy vampiro a brooklyn

Non erano solo gli snob del cinema, tutti lo odiavano al momento dell'uscita. Secondo lo stesso Carpenter:

'Prendo duro ogni fallimento. Quello che ho preso più duramente è stato La cosa . La mia carriera sarebbe stata diversa se fosse stato un grande successo... Il film è stato odiato. Anche dagli appassionati di fantascienza. Pensavano che avessi tradito una sorta di fiducia, e l'accumularsi era folle. Anche il regista del film originale, Christian Nyby, mi stava insultando.'



Ora La cosa è considerato un classico di culto e un caposaldo della cultura pop. Appare regolarmente nelle liste dei migliori film horror di sempre, per non parlare I 500 migliori film di tutti i tempi secondo Empire . Cosa ha causato l'enorme cambiamento tra l'uscita del film nel 1982 e oggi? Per rispondere a questa domanda, avremo bisogno di un'autopsia.

IL TERRORE PRENDE FORMA

L'ispirazione originale per La cosa proviene da un racconto dell'autore di fantascienza John Campbell, intitolato Chi va li? , che è stato trasformato nell'influente film di mostri di fantascienza degli anni '50 chiamato La cosa da un altro mondo , diretto da Christian Nyby. Il remake di Carpenter del 1982 si è rotto dalla versione di Nyby (che aveva un mostro vegetale simile a Frankenstein) e si è invece avvicinato alla novella di Campbell: gli scienziati nell'Antartico scoprono un'antica astronave aliena nel ghiaccio, che contiene un mostro alieno mutaforma che ha il potere infettare e imitare qualunque cosa con cui entri in contatto. Questo fa sì che la stazione di ricerca isolata si trasformi in un pasticcio paranoico mentre tutti cercano di capire chi è stato infettato.

Fin dall'inizio, il film di Carpenter presentava molti effetti speciali orribili (compresa la famigerata scena del canile in cui l'ibrido cane-alieno viene mostrato per la prima volta).

Le molte forme del mostro erano il prodotto di Rob Bottin, che ha ammesso quando ha presentato le sue idee sulla creatura a Carpenter che non era sicuro di come le avrebbe realizzate. Quello era bene con Carpenter :

'Quello con cui non volevo finire in questo film era un ragazzo vestito', ha detto Carpenter. 'Vedi, sono cresciuto da bambino guardando film di fantascienza sui mostri, ed era sempre un ragazzo in giacca e cravatta.'

Tuttavia, mentre il film veniva messo insieme, Carpenter e il montatore Todd Ramsay si resero conto che il finale poteva essere troppo oscuro e 'nichilista'. Nonostante le riprese di lieto fine alternativo per il film, Carpenter ha deciso di mantenerlo così com'era. Nel documentario del 1998 La cosa: il terrore prende forma , Carpenter ha detto che il film può essere visto come una metafora del crollo della fiducia nel mondo, ma qualunque sia l'interpretazione che il pubblico ha dato, la Cosa 'viene sempre da dentro'.

' La cosa ', ha detto Carpenter, 'ha un sacco di verità in esso, vestito da mostro.'

Sfortunatamente, gli spettatori hanno visto solo il mostro.

IL MOSTRO E I CRITICI

Prendiamo un rapido esempio delle recensioni del 1982 di La cosa :

Settimanale:

Sorprendentemente, Carpenter lo fa esplodere. C'è una grande differenza tra effetti shock e suspense, e nel sacrificare tutto sull'altare del sangue, Carpenter sabota il dramma. La cosa è così determinato a tenerti sveglio che ti fa quasi addormentare.

New York Times :

di John Carpenter La cosa è un film sciocco, deprimente, sovrapprodotto che mescola l'horror con la fantascienza per creare qualcosa di divertente né per l'una né per l'altra... un film praticamente senza storia composto da molti effetti speciali inventati in laboratorio, con gli attori usati semplicemente come essere hackerato, squarciato, sventrato e decapitato...

Volta :

Il lavoro del designer Rob Bottin è nuovo e indimenticabile, ma poiché esiste in un quasi vuoto emotivo, diventa drammaticamente troppo prepotente e una sorta di esercizio di arte astratta.

Sì, è quanto di più feroce si possa ottenere.

Il film è rimasto a #8 al botteghino e ha guadagnato $ 19,6 milioni contro un budget di $ 15 milioni. Carpenter è stato pesantemente colpito da La cosa 's percepito come un fallimento, ma nel 1998 il film stava già facendo un forte ritorno in home video, infatti, era già considerato un cult. Nel 2008 è stato nominato uno degli Empire's I 500 migliori film di tutti i tempi , dove era chiamata 'un capolavoro senza pari di suspense implacabile, eccesso visivo che distrugge la retina e terrore assoluto e nichilista.'

Guardando indietro, c'erano tre cose principali che hanno condannato La cosa in uscita: la prima è stata la versione degli anni '50. Quando i fan hanno sentito che Carpenter stava facendo un remake del classico di Nyby, si aspettavano una tuta di gomma. Invece, hanno ottenuto galloni di gelatina KY. Ma separato da quelle aspettative, la versione 1982 brilla :

C'è motivo di sostenere che la versione di Carpenter si spinge fino al punto in cui i film di genere normalmente osano, se non oltre, mettendo in discussione non solo la natura dell'umanità sotto stress, ma anche il suo valore. Di fronte all'alieno, gli stessi umani diventano disumani in ogni modo possibile.

Per gli standard moderni, La cosa' gli effetti speciali non sono così realistici o scandalosamente grafici come, diciamo, Il millepiedi umano , ma quando sono apparsi sugli schermi negli anni '80, erano incredibilmente disgustosi. La maggior parte delle critiche secondo cui gli effetti speciali della Cosa rubano lo spettacolo e diventano una forma di 'arte astratta' o peggio, lo trasformano in un 'film da vomitare', provengono da una generazione di critici cinematografici che non si erano occupati del tipo di sangue elargito da franchise come Sega o Hellraiser . La scrittrice del Guardian Anne Billson riassume bene :

Programmi televisivi come È o CSI hanno talmente assuefatto il pubblico di oggi a ferite zampillanti e raccapriccianti autopsie che è difficile immaginare un momento in cui le scene di Wilford Brimley che rovistano nella carcassa aliena della Cosa avrebbero potuto offendere così la tenera sensibilità.

Carpenter aveva ragione quando diceva che la Cosa viene da dentro: 30 anni dopo la sua uscita, gli effetti speciali e la trama sono rimasti gli stessi, ma il pubblico è cambiato.



^