Netflix

Come Jessica Jones delude le persone di colore

>

C'è molto che Jessica Jones fa bene. Ogni singolo episodio della sua seconda stagione è stato diretto da una donna. La prima stagione è una che afferma l'amicizia femminile dopo l'altra. Ci sono abbastanza donne rappresentate da poter essere così tante cose diverse. Hanno scritto in personaggi gay complessi e riflessivi. Questa stagione ha visto il casting di un'attrice transgender che interpreta un personaggio trans non binario che è in grado di esistere semplicemente come essere umano nell'Universo Marvel.

Spoiler in questo articolo per la stagione 2 di Jessica Jones.

Tuttavia, ci sono due modi lampanti in cui Jessica Jones fallisce del tutto, e questo è nella sua rappresentazione delle donne di colore e nel modo in cui Jessica interagisce con gli uomini di colore nella sua vita. La prima stagione di Jessica Jones ha visto solo un Rosario Dawson preso in prestito in un ruolo piuttosto significativo in termini di donne di colore, ma c'erano Luke Cage (Mike Colter) e Malcolm Ducasse (Eka Darville), entrambi con trame significative ed entrambi impegnati con il personaggio principale in modi significativi. In questa stagione abbiamo perso Luke, ma abbiamo guadagnato Oscar Arocho (J.R. Ramirez) e Pryce Cheng (Terry Chen). Sembra che ci sia uno sforzo, da parte dello show, per lanciare la serie in modo diverso e in un modo che rifletta effettivamente l'aspetto di New York City.



Sfortunatamente, senza capire cosa la razza possa significare o influenzare la vita quotidiana di un personaggio, quello che ti rimane sono scene in cui Jessica (Krysten Ritter), una donna bianca cis, si lamenta con il suo super ispanico di cosa vuol dire essere discriminati , o in cui sentiamo il sibilo di una detective donna nera che dice voi gente a Jessica mentre la sgancia da una stanza di detenzione nella stazione di polizia, il che implica che le persone superpotenti sono inferiori. Sentiamo Oscar urlare, non sei una classe protetta! mentre Jessica lo chiama bigotto e lo rimprovera per aver tentato di sfrattarla.

oscar_vido_and_jessica_from_jessica_jones.jpg

Oscar, Vido e Jessica. Jessica Jones . Netflix.

Il modo in cui anche i principali personaggi di colore (tutti uomini, perché non ci sono donne di colore significative in questa stagione) vengono trattati nella seconda stagione è a dir poco rude. Pryce, presentato nel primo episodio come qualcuno che sembrava essere il concorrente privato di Jessica, finisce per sembrare incompetente e abbastanza poco importante (anche se c'è la possibilità che questo cambi nella terza stagione). Oscar prima esiste puramente per mostrare come le persone sono bigotte nei confronti di Jessica e poi per fornire uno spazio sicuro per lei. Oh, e per fornire passaporti falsi. Come criminale che è andato in prigione per falso, Oscar rischia di perdere una battaglia per la custodia del bambino a cui tiene così profondamente perché una donna che ha incontrato una settimana prima ha bisogno del suo aiuto con passaporti falsi.

Parliamo di Malcom. Nel corso della stagione, Trish (Rachael Taylor) viene trascinata in una delle trame più frustranti che abbia mai visto per un personaggio che amavo. Le sue motivazioni sono traballanti, quindi quando cade di nuovo in una dipendenza e cerca di trascinare Malcolm con sé, come spettatore non puoi fare a meno di odiarla. Lei lo usa, va a letto con lui, lo convince a rovinare la sua relazione con Jessica, lo rapisce e poi gli spara, prima di abbandonarlo. È una pedina della trama usata per aumentare la distanza tra Jess e Trish. Lo masticano e lo sputano fuori e non si guardano indietro.

malcom_ducasse_and_trish_walker_from_jessica_jones.jpg

Trish Walker e Malcolm Ducasse. Jessica Jones. Netflix.

Per quanto riguarda le donne di colore, abbiamo l'empatica donna di colore che fa la guardia carceraria (l'agente Toussaint, interpretata da Jennifer Fouché); la detective donna di colore arrabbiata (Detective Sunday, interpretata da Lisa Tharps); la madre latina arrabbiata e indifesa (Sonia, interpretata da Victoria Cartagena) che non può prendersi cura di suo figlio; un'amica selvaggia (Kourtney, interpretata da Sasha Hutchings), che incoraggia l'uso di droghe e il comportamento pericoloso di Trish; e un avvocato asiatico corrotto (Angel Desai, nel ruolo di Elaine Chao), che, come al solito nella storia della Marvel e di Netflix, è lì per affrontare i soldi corrotti della droga.

Purtroppo, questo è il meglio che possiamo sperare per questa stagione, perché c'è molto di peggio. In un episodio, una donna bianca, accuratamente caratterizzata come un assassino di massa, uccide due donne nere separate usando tattiche violente e grafiche (la suddetta guardia e detective). Quella stessa donna bianca, la madre di Jessica, viene quindi parzialmente redenta e quasi martirizzata entro la fine della serie.

sonia_jessica_jones_and_alise.jpg

Jessica Jones, Alisa Jones e Sonia. Jessica Jones . Netflix.

Jessica Jones ha un disperato bisogno di rivalutare il modo in cui scrivono e far interagire il loro personaggio principale con le persone di colore, perché in questo momento lo spettacolo incarna il peggio del femminismo bianco con personaggi di colore che sono un danno collaterale nel viaggio di una donna bianca alla ricerca di se stessa.



^