Opinione

Come FernGully: The Last Rainforest mi ha reso un bambino eco-friendly

>

La Giornata della Terra 2020 ha fatto la sua comparsa questo aprile e come di consueto annunci TV e post sui social media ci hanno reso consapevoli di come possiamo migliorare il pianeta per noi stessi e per quelli che verranno nel prossimo futuro. Per fortuna, non ho bisogno di un promemoria grazie a una delle mie caratteristiche animate preferite da bambino, FernGully: L'ultima foresta pluviale.

Nel 1992 FernGully ha fatto il suo debutto e mia madre me ne ha regalato una copia pirata su cassetta VHS (con altri film doppiati come Bella Addormentata e Peter Pan ), pensando che fosse come un film Disney, ma lo era davvero non un film Disney.

FernGully segue una giovane fata della foresta curiosa di nome Crysta, che si sta allenando per essere il prossimo grande protettore della foresta. Tuttavia, invece di affinare la sua arte, trascorre il tempo a fantasticare sulla vita umana. Ha la possibilità di conoscere gli umani quando incontra Zak, un adolescente che cerca un lavoro estivo per aiutare a tagliare la foresta di FernGully. All'inizio, Crysta è desiderosa di conoscere Zak, ma presto si rende conto che gli umani non sono ciò che immaginava, ed è Zak che impara a essere compassionevole con i sentimenti della foresta.

Il film tocca temi molto toccanti come l'effetto del capitalismo sull'ambiente, la crudeltà dei test sugli animali, la bellezza della natura e il ciclo della vita (e non nel modo in cui Il Re Leone fa) in modo piuttosto pesante. Ammetto di non aver prestato molta attenzione a questo in quel momento, ma non sapevo che stavo inconsciamente diventando consapevole dei mali dell'umanità.

Molte delle canzoni del film mirano a portare consapevolezza rendendolo spensierato e divertente - un compito non facile, ma sicuramente ben eseguito. Una delle mie canzoni preferite, 'Batty Rap', è una jam uptempo che io e le mie sorelle ballavamo ogni volta che veniva suonata. A volte fermiamo il film solo per riavvolgerlo perché è così funky.

Robin Williams Battle Rap Ferngully.jpg

Credito: 20th Century Fox

Mentre la canzone funge da introduzione per il personaggio Batty Koda (doppiato dal compianto, grande Robin Williams), è un resoconto straziante del trauma che Batty ha subito mentre veniva testato nel laboratorio di biologia da cui è fuggito. La canzone è una frecciata al test del prodotto e termina anche con un semplice avvertimento: 'Quindi ascolta le mie parole funky ed esercita un po' di prudenza, abbiamo a che fare con ... umani'.

perché i fumetti sono così costosi?

La mia seconda canzone preferita, 'Toxic Love', è una ballata jazz che glorifica i mali dell'inquinamento cantata dal cattivo Hexxus (doppiato da Tim Curry). Una delle righe, 'Anche gli esseri umani avidi daranno sempre una mano alla distruzione di questa indegna terra della giungla', spicca nella mia mente, con la sua immagine di accompagnamento dell'ombra torbida che schiaffeggia pile di monete nell'aria.

Altri esempi nel film che mostrano la devastazione degli umani nella foresta includono l'angoscia fisica di Crysta nel sentire il 'ferito' di un albero tagliato, la sua esasperazione quando vede i ceppi lasciati mentre la sua foresta viene raccolta e la scena straziante quando Zak dice a Crysta che tutti devono lasciare FernGully. Crysta risponde che non hanno nessun altro posto dove andare perché è la loro unica 'casa'.

Hexxus_FernGully

Credito: 20th Century Fox

Da bambino, associavo nuvole scure di fumo a Hexxus, diventando consapevole dell'inquinamento nell'aria e rabbrividendo alla vista dell'acqua oleosa. Dato che mia madre era un pollice verde naturale, ero circondato da una flora rigogliosa in casa e quando ero all'aperto toccavo gli alberi per valutare se erano felici o 'sofferente'. E quando si trattava di animali, provavo un senso di simpatia per coloro che venivano trattati crudelmente.

FernGully ha avuto l'effetto voluto su di me, e mi piacerebbe pensare di essere una persona migliore per questo. Nonostante ami la bellezza della natura, sono anche consapevole dell'impatto che gli esseri umani hanno su un dato ambiente e faccio del mio meglio per ridurre la mia impronta. E quando ho un seme in mio possesso, ogni volta che posso, lo lancio su un po' di terra e dico in silenzio: 'Aiutalo a crescere, Crysta'.



^