Westworld

Quanto siamo vicini alla creazione di robot di intelligenza artificiale come quelli dei film? Gli esperti pesano

>

Maria, Marvin, Sonny, David e Ava sono tutti nomi dal suono ordinario, ma nel cinema, nella televisione e nella letteratura questi nomi apparentemente ordinari appartengono a individui straordinari che, nonostante le loro abilità esemplari e le personalità complesse, non sono umani.

Dal ritratto del 1927 di Brigitte Helm di Maria in Metropoli , il pubblico ha sviluppato un crescente fascino di amore/odio per l'intelligenza artificiale. Mentre i registi continuano ad affrontare la controversia relativa all'accettazione e alla convivenza tra gli umani e le loro creazioni moderne parallelamente ai progressi tecnologici del mondo reale, quanto è accurata questa rappresentazione nei film moderni e le rappresentazioni cinematografiche si sono evolute?

I primi film riflettevano l'accresciuta paura della tecnologia che si sviluppò tra la classe operaia durante l'era industriale, descrivendo le macchine metalliche come forze inarrestabili del caos. Ciò ha alimentato con successo l'anticipazione nervosa 'anti-immigrati' preesistente che i progressi tecnologici sarebbero passati dall'assumere i posti di lavoro delle persone al conquistare il mondo.



Dopo decenni in cui sono stati descritti come assassini o invasori maniacali e goffi, i film degli anni '70 e '80 si sono spostati per mostrare gli aspetti più vantaggiosi e congeniali dell'intelligenza artificiale. Mentre film come 2001: Odissea nello spazio e alieno nutrito le opinioni diffidenti degli spettatori su umanoidi, robotica e intelligenza artificiale, altri hanno introdotto adorabili robot come R2-D2, C-3PO e Johnny 5 di Corto circuito (1986). L'inquietante reincarnazione meccanica di RoboCop il sergente Alex Murphy presentava un personaggio simpatico e ben intenzionato, mentre persino l'iconico T-800 in Terminator 2: Il giorno del giudizio è stato trasformato in una figura paterna protettiva e surrogata.

Negli ultimi due decenni, film e spettacoli come Westworld , Prometeo, e Ex machina hanno esplorato personaggi senzienti che sono allarmante indistinguibili dalle loro controparti umane, insieme a una coscienza senza forma e onnicomprensiva e macchine di apprendimento profondo.

Nonostante i progressi tecnici del cinema, Hollywood generalmente non è riuscita ad evolversi oltre la sua dipendenza dalla rappresentazione consolidata e imprecisa dell'isolato, singolare genio pazzo o della figura paterna simile a Dio. Con la rara eccezione di Cyberdyne Systems ( T2: Il giorno del giudizio ) e Cybertronics ( A.I. ), la maggior parte dei film continua a concentrarsi sul rapporto tra un importante inventore maschio e la sua creazione (ad esempio Arthur Wayland e David in Prometeo e Nathan e Ava in Ex machina ). Un furfante maschio centrale manovrabile conduce anche RoboCop Omni Consumer Products.

Tuttavia, l'intelligenza artificiale nei film si è evoluta in parallelo in ordine cronologico rispetto agli scopi e alle intenzioni degli scienziati. I robot nel film sono passati dal completamento di pericolosi compiti industriali o pericolosi a fornire una migliore assistenza sanitaria ( Grande eroe 6 ) e l'espansione dell'esplorazione dello spazio profondo. A.I. di Gigolo Joe e di Spike Jonze Sua hanno sottolineato l'interesse a fornire compagnia personale. Film come Passeggeri e Alieno: Patto presentano personaggi che forniscono assistenza professionale e sono modelli avanzati che ricordano gli androidi Kodomoroid nella vita reale e il modello Geminoid-F.

'Vogliamo migliorare notevolmente la vita quotidiana delle persone con robot altamente intelligenti che insegnano, servono, intrattengono e forniscono una compagnia confortante', ha affermato Hanson.

'Questo significa che i robot devono imparare ad amare e imparare cosa significa essere amati, quindi sono capaci di amicizia e amore familiare. Ciò creerà un profondo legame tra umani e robot e assicurerà un benevolo A.I. in un futuro condiviso con l'umanità. In definitiva, cerco di realizzare macchine geniali gentili e sagge, che collaboreranno con noi per risolvere i difficili problemi del mondo e realizzare un futuro inimmaginabilmente meraviglioso.'

Per ora, gli appassionati di fantascienza e tecnologia dovranno accontentarsi di godersi i loro lavapavimenti iRobot ( WALL-E ). I turisti di New York possono passare la notte al futuristico Yotel Hotel, dove i robot trasportano i bagagli nelle singole cuccette. Sebbene il riconoscimento vocale sia diventato familiare nella nostra vita quotidiana, ci vorrà ancora del tempo prima che anche il nostro Rapporto di minoranza- scanner oculari di tipo e auto a guida autonoma diventano disponibili per tutti.

Alla domanda sulle idee sbagliate della gente sull'intelligenza artificiale, Lim paragona la paura della tecnologia a una mentalità anti-immigrazione.

'Abbiamo intorno a noi tutta questa altra tecnologia che viene creata, che in realtà sta avendo un grande impatto sull'economia, e non sono robot', ha detto Lim.

Ciò include aziende o siti Web che utilizziamo ogni giorno, come Travelocity, Google e Facebook, che hanno investito in progetti di deep learning e si affidano a reti neurali per traduzioni, ricerche e programmi fotografici.

Un robot non può cambiare improvvisamente la sua programmazione e diventare malvagio a meno che la sua programmazione interna non sia stata progettata per credere che le sue azioni siano le più logistiche in linea con il suo scopo preprogrammato (HAL in 2001: Odissea nello spazio ). In altre parole, le sue reazioni non sarebbero personali nello stesso modo in cui gli umani reagiscono e interagiscono tra loro. Sfortunatamente, film come Giochi di guerra prediceva un recente interesse per l''Ascesa dell'A.I. Armi tra nazioni competitive. Personaggi famosi come Elon Musk si sono espressi in segno di protesta contro lo sviluppo e l'uso dell'intelligenza artificiale nelle forze armate.

'Sviluppare l'intelligenza artificiale benevola / i robot non sono solo una bella cosa da fare, ma un prerequisito, e dobbiamo lavorare insieme non solo come industria o nazione, ma come specie, per creare IA più capaci e anche 'buone'. / robot per realizzare il massimo potenziale di questa invenzione umana', ha affermato Hanson.

'Spero davvero che i robot possano aiutarci in alcune delle sfide del mondo. Il mio robot ideale è qualcosa che può aiutare a salvare il nostro pianeta. Il mio sogno è trovare robot in grado di aiutare gli umani', ha detto Lim.

L'industria cinematografica ha raggiunto il limite per quanto riguarda la loro rappresentazione di intelligenza artificiale, robotica e umanoidi? La razza umana è pronta a decidere tali questioni riguardo alla responsabilità e ai problemi che comporta un'impresa così scientifica e progressista? Per ora, dovremo trovare appagamento mentre risolviamo i problemi con Siri e Alexa. Mentre i film che amiamo possono ispirare o prevedere tali sfide, sembra che abbiamo ancora qualche bobina in cui capirlo.



^