Arya Stark

La partenza di una ragazza è stata una svolta importante per Arya Stark e Game of Thrones

>

Mentre contiamo alla rovescia per Game of Thrones finale di serie, stiamo guardando indietro ai momenti più cruciali delle prime sette stagioni dello show.

Stagione 4 di Game of Thrones è pieno di momenti incredibili che sono iconici e cruciali. La stagione è così piena di questi momenti che è difficile scegliere i più fondamentale tra tutti loro … in molti modi, si può sostenere che la stagione 4, nel suo insieme, è la migliore stagione che lo show abbia prodotto. Per lo meno, è probabilmente il mio preferito.

Sebbene includa le nozze viola (ciao, Joffrey), il processo di Tyrion, la vipera contro la montagna, i bruti che attaccano il muro e Tyrion che fa un monologo che è in realtà la colonna vertebrale tematica dell'intera saga (il discorso sull'uccisione dello scarabeo, fai not @ me), Arya Stark ( Maisie Williams ) è stato forse il punto più alto. Il modo in cui conclude la stagione è un importante punto di svolta per il suo personaggio, ma anche per la storia complessiva dello show. Arya è stata accettata al College of Kill! Non ci sarà festa.



quanti film di riddick ci sono?

**ATTENZIONE SPOILER: Da questo momento in poi, ci saranno spoiler qua e là per la Stagione 8 di Game of Thrones . Se vuoi rimanere incontaminato, raggiungi prima che quelle campane inizino a suonare. **

Arya ha avuto una serie di mentori man mano che lo spettacolo è andato avanti: alcuni sono stati benevoli, altri cattivi e altri un po' di entrambi. La stagione 1 l'ha vista allenarsi con la leggendaria Prima Spada di Braavos, Syrio Forel. La stagione 2 l'ha imparata da Tywin Lannister (di tutte le persone), così come dall'Uomo senza volto noto come Jaqen H'ghar. Nella terza stagione, ha ricevuto alcune dure lezioni dalla Confraternita senza bandiere, ma è finita nelle cure di Sandor 'The Hound' Clegane.

È così che Arya trascorre la maggior parte della quarta stagione: viaggiando, facendo i capricci e litigando con Sandor. Sono uno degli accoppiamenti casuali più divertenti che lo spettacolo ci ha dato, ed è uno che la serie ha recentemente rivisitato nella stagione 8. Arya e il Mastino sono entrambi molto cambiati quando si riuniscono, e sebbene la loro dinamica sia simile a quella di una volta essere, una ragazza non era proprio la stessa.

dan weiss e david benioff
Maisie Williams nei panni di Arya Stark in Game of Thrones

Credito: HBO

Attraverso i suoi viaggi della stagione 4 con il Mastino, Arya arriva a credere di non avere più una famiglia a Westeros. Si sbaglia su questo, ma non lo sa ancora. Brienne di Tarth le offre una possibilità di speranza, ma lei non si fida di lei. Arya non si fida di nessuno a questo punto, davvero - si fida del Mastino piuttosto che di Brienne, e i due procedono ad avere una battaglia reale di calci genitali. Il Mastino finisce per essere sconfitto.

Invece di stare con lui (o ucciderlo), Arya gli ributta in faccia un po' della sua 'saggezza'. Lo deruba e poi lo lascia morire. Il suo ultimo tenue legame con il continente è stato (per il momento) interrotto. Una ragazza non ha pietà.

È allora che lo spettacolo ci regala un bellissimo momento di pura fantasia, Arya che cavalca il suo cavallo bianco attraverso una splendida pianura verde. (L'immagine del cavallo bianco, va notato, tornerà anche nella stagione 8.) Cavalca il suo cavallo verso una serie di moli e trova una nave diretta a Braavos, un luogo di cui aveva sentito parlare sia da Jaqen che da Syrio.

A questo punto, aveva avuto una moneta di ferro e la password non molto segreta per ottenere il passaggio a Braavos per un paio di stagioni. Jaqen le diede la moneta e le disse le parole prima che si separassero: 'Valar Morghulis'. Il capitano della nave a cui si avvicina per primo le fa segno di andarsene, ma poi lei tira fuori la moneta e dice le parole. Subito il capitano risponde. Con un arco e un 'Valar Dohaeris', dà ad Arya Stark una cabina sulla sua nave.

recenti film di fantascienza

Mentre salpa, Arya guarda indietro alla riva di Westeros. Ci sono molte, molte, (seriamente, molte) lamentele che sono state fatte su così tanti aspetti di questa serie, ma sarebbe difficile trovare qualcuno che si lamenti della colonna sonora costantemente brillante composta da Ramin Djawadi. La sua musica è una parte essenziale di questo momento perché quando Arya guarda indietro alla terra che si sta lasciando, il suo splendido tema per gli Stark suona con una malinconia struggente.

Ma poi Arya si gira e corre a prua della nave. Ora guarda avanti, verso il mare aperto, ed è pronta per qualsiasi avventura l'aspetti. La colonna sonora cambia in una gloriosa iterazione del tema principale del titolo e presto Arya, la nave, la musica e lo spettacolo procedono tutti nella loro fase successiva.



^