George R.r. Martin

George R.R. Martin si è rintanato in una capanna per mesi per scrivere il prossimo romanzo di Game of Thrones

>

Ricorda la solitaria vita di reclusione di Cersei quando l'Alto Passero l'ha praticamente rinchiusa nel suo castello nella stagione 5 di Game of Thrones – e poi porre condizioni per farla uscire che sembravano più o meno l'interruzione di una quarantena religiosa? Bene, la solitudine autoimposta di George R.R. Martin per finire di scrivere i venti dell'inverno non è proprio Quello terribile. Ma in un nuovo aggiornamento sui suoi progressi nella scrittura, Martin sembra sicuramente un ragazzo il cui isolamento costituisce un forte incentivo per (finalmente) raggiungere la fine.

In un post sul blog catturando fan desiderosi fino a dove i venti dell'inverno si alza, Martin ha detto che si è letteralmente rinchiuso di nuovo nella sua fortezza di solitudine del New Mexico, la mia baita isolata di montagna, dove il suo programma è spalancato per fare poco se non andare avanti con il sesto romanzo del suo iconico Una canzone di ghiaccio e di fuoco serie. Da come sembra, la fatica della scrittura durante la pandemia di coronavirus è stata una strana combinazione di altamente produttivo (perché, dopo tutto, cos'altro c'è da fare?) - e altamente (e intendiamo altamente ) senza incidenti.

La mia vita quassù è molto noiosa, va detto, ha scritto, aggiungendo che durante il lockdown – nel suo caso risalente a marzo – difficilmente si può dire di avere una vita. Ruotare un singolo assistente (o servitore, come li chiama lui) per due settimane in cabina in modo che sia sempre accompagnato da almeno un altro essere umano vivente, il suo programma per affrontare i venti dell'inverno suona nulla se non intenzionale:



Gli assistenti fanno turni di due settimane e devono stare in quarantena a casa prima di iniziare un turno. Ogni mattina mi sveglio e vado direttamente al computer, dove il mio servitore mi porta caffè (sono assolutamente inutile e incoerente senza il mio caffè mattutino) e succo di frutta, ea volte una colazione leggera. Poi inizio a scrivere. A volte ci resto fino al buio. Altri giorni mi interrompo nel tardo pomeriggio per rispondere alle e-mail o rispondere alle telefonate urgenti. Il mio assistente mi porta da mangiare e da bere di tanto in tanto.

Se suona come se potesse essere estratto direttamente dal diario di uno dei Avuto Maestri scribi, le cose si fanno ancora più austere: dormo. Il giorno dopo mi sveglio e faccio lo stesso. Il giorno dopo, il giorno dopo, il giorno dopo. Prima del Covid, di solito uscivo una volta alla settimana circa per mangiare in un ristorante o andare al cinema. Tutto è finito a marzo. Da allora, passano settimane e mesi in cui non esco mai dalla capanna, né vedo un altro essere umano tranne chi è di turno quella settimana. Perdo il conto di che giorno è, che settimana è, che mese è.

Il compromesso per tutto quel tempo da solo, aggiunge Martin, è che è buono per la scrittura, anche se nel post non fa menzione di quanto potrebbe essere vicino a dare gli ultimi ritocchi i venti dell'inverno . In ogni caso, sembra aver abbracciato l'era del distanziamento sociale come momento ideale per concentrarsi sul suo lavoro. Mi chiedo se riuscirò mai a scoprire il segreto di avere una vita e scrivere un libro allo stesso tempo, rifletté.

Mentre HBO completa il cast per la serie prequel Casa del Drago per una premiere prevista per il 2022, Martin sembra che sarà nascosto, completamente nella zona dello scrittore per finire il principale Game of Thrones arco narrativo. i venti dell'inverno dovrebbe essere seguito da Un sogno di primavera , l'ultimo romanzo della Canzone del ghiaccio e del fuoco serie – anche se finora Martin è rimasto vago su quando aspettarsi l'arrivo di ogni romanzo, di recente ha preso in giro una possibile uscita del 2021 per i venti dell'inverno la penultima puntata.



^