Evoluzione

Il fossile del pipistrello vampiro più gigantesco è appena uscito da 100.000 anni di oscurità

>

C'è un motivo per cui i pipistrelli vampiri sono associati Dracula e altri vampiri immaginari che non brillano. In realtà prendono il volo di notte e succhiano il sangue di vittime ignare.

Sia che tu pensi che questi pipistrelli siano comparse di film horror nella vita reale o adorabili in modo non convenzionale, sono piuttosto piccoli e sono più simili a zanzare che a mostri per gli animali di cui si nutrono dopo il tramonto. Tuttavia, durante un periodo in cui tutto era enorme, dai bradipi ai mammut agli orsi delle caverne, lo erano anche i pipistrelli vampiri delle specie estinte. Desmodus draculae . Le loro dimensioni devono averli fatti sembrare più spaventosi se non altro.

Ora, il più grande D. dRACULA individuo mai trovato ha mostrato esattamente quanto potrebbero diventare enormi. Probabilmente puoi immaginare quanto sangue ci è voluto per farli volare in giro. Il ricercatore Santiago Brizuela, che ha condotto uno studio recentemente pubblicato su Ameghinia , è stato in grado di scoprire alcune cose precedentemente sconosciute su questa mega sanguisuga solo dalla sua mandibola fossilizzata di 100.000 anni, che è stata recentemente scoperta nel profondo di una grotta argentina.



La dimensione di D. dRACULA suggerisce un cranio più grande del 25-30% rispetto ai pipistrelli vampiri esistenti, dice Brizuela a SYFY WIRE. Non siamo sicuri del volume di consumo, sebbene il consumo giornaliero di sangue per i pipistrelli vampiri sia di circa 13,4 ml. Si potrebbe dedurre, in base alle dimensioni, che D. dRACULA avrebbe consumato di più.

Mascelle del terrore del tempo profondo sono state trovate nella tana di un gigantesco bradipo terrestre. Mentre Brizuela e il suo team non sono esattamente sicuri se fosse una tana abbandonata in cui si sono appollaiati i pipistrelli, o se ci sono volati dentro quando erano affamati, si ritiene che i bradipi giganti siano stati nel menu per D. Dracula. Visse in parti di quella che oggi è l'America centrale e meridionale dall'era del Pleistocene fino all'inizio dell'era dell'Olocene. Il che significa che i primi umani potrebbero essersi imbattuti nel pipistrello, anche se non lo sapremo mai veramente. Instagram non esisteva allora.

Quindi quanto era grande questo vero vampiro? D. dRACULA L'apertura alare di 20 pollici deve aver proiettato un'ombra inquietante dall'alto. Pesava poco più di due once, il che sembra quasi niente, ma confrontalo con pipistrelli vampiri esistenti , la maggior parte dei quali sono poco più di 3 pollici con un'apertura alare da 6 a 7 pollici. Molti non raggiungono nemmeno due once e possono facilmente adattarsi a una tazza da tè. Quello che possono fare è raddoppiare facilmente il loro peso corporeo a seconda della quantità di sangue che ingeriscono quella notte. Come la maggior parte dei pipistrelli, i pipistrelli vampiro sono notturni, e così era D. Dracula.

Ci sono differenze morfologiche minori (ma chiare per l'assegnazione sistematica) nell'osteologia dei pipistrelli vampiri esistenti ed estinti, ma nel complesso sarebbero simili, dice Brizuela. Ipotizzo che le loro grandi dimensioni rientrassero nella tendenza generale osservata nella megafauna del Cenozoico.

Liz pipistrelli

Credito: Daniel Romero/VWPics/Universal Images Group tramite Getty Images

Un'altra cosa D. dracula deve aver avuto in comune con il suo vivere Desmodontinae parenti era il sensore di calore all'estremità del naso che gli avrebbe permesso di sentire l'odore del sangue fresco. Potrebbe essere un ottimo carburante da incubo, ma aiuta davvero il pipistrello a sopravvivere come qualsiasi altra cosa che ha bisogno di mangiare. Mentre ci sono idee sbagliate sul fatto che i pipistrelli vampiri siano violenti come alcuni dei loro omonimi, in realtà preferiscono vivere, nutrirsi e appendere a testa in giù in pace. È da questo comportamento noto che il team di ricerca ha dedotto D. dRACULA deve essersi comportato allo stesso modo nonostante il vantaggio in termini di dimensioni. Tutto era enorme allora.

i migliori film di fantascienza degli anni '80

Perché la megafauna come i pipistrelli vampiri giganti dominasse il pianeta milioni di anni fa rimane ancora avvolto nel mistero. Alcuni credono che mammut e rinoceronti lanosi, tra gli altri, sarebbero ancora in giro oggi se i primi umani non li avessero cacciati fino all'estinzione. Altri credono che fossero già in declino e che alla fine sarebbero svaniti comunque. Quello che Brizuela sa è che D. dRACULA era l'ultimo mammifero volante gigante che sarebbe mai esistito, e mentre era ancora in circolazione fino al 1820, la piccola era glaciale probabilmente congelò questa creatura tropicale.

C'è qualche incertezza riguardo alla sua estinzione, dice. Ciò nonostante, D. dRACULA deve aver sofferto con il resto dell'estinzione della megafauna e le condizioni ambientali più fresche devono aver finalmente colpito le popolazioni a latitudini più elevate.

Questo probabilmente non impedirà a qualcuno là fuori di realizzare un film horror di serie B su uno sciame di enormi pipistrelli vampiri, se non l'hanno già fatto.



^