Fangrrls

Anime dimenticate: Patlabor

>

I robot giganti sono importanti per gli spettacoli di anime quanto le unità FTL lo sono per la fantascienza. Gundam , l'onnipresente franchise di robot giganti che va ancora forte dopo 40 anni, ha sempre un nuovo spettacolo ogni stagione e uno sguardo agli scaffali dei giocattoli in qualsiasi negozio giapponese dimostrerà che i bambini gravitano ancora verso i giocattoli mecha. Dal momento che il mercato è saturo di spettacoli mecha, alcune gemme davvero sottovalutate sono cadute attraverso le crepe o non hanno guadagnato il riconoscimento che meritano. Concentriamoci su una serie degli anni '80 che ha tonnellate di azione, un cast meravigliosamente diversificato con un personaggio principale femminile e un'ambientazione molto più riconoscibile rispetto ai lontani confini dello spazio. Questo è patlabor .

Che diamine è patlabor ?

Il Giappone ama sicuramente i portmanteau. Testimone Pokemon (mostri tascabili), Digimon (mostri digitali) e Tamagotchi (dalla parola giapponese per uovo: Tamago e guarda). patlabor è composto dalle parole pattuglia e lavoro. Dopo che un devastante terremoto ha colpito Tokyo, l'industria edile giapponese crea robot giganti (soprannominati Labors) per accelerare la ricostruzione della città. I lavori di pattuglia sono lavori usati dalla polizia, perché se hai robot giganti, ti ritroverai con persone che usano quei robot giganti per attività criminali. Immagina la quantità di caos che un Labour potrebbe scatenare nelle mani di un pilota ubriaco. Quindi, in una dimostrazione di forza che fa vergognare la SWAT, la polizia di Tokyo ottiene lavori specializzati.



patlabor è stato originariamente pubblicato in home video come serie limitata nel 1988, seguito da una serie TV nel 1989 e da tre film. Lo spettacolo ha affrontato in modo chiaro una serie di problemi che il Giappone ha affrontato durante il boom economico degli anni '80: lavoro straniero, investimenti stranieri, l'afflusso della tecnologia nella vita di tutti i giorni e l'inizio delle donne che si uniscono seriamente alla forza lavoro. patlabor è ambientato in un prossimo futuro molto riconoscibile, l'anno 1998, anche se ora è solo un altro anno relegato nello specchietto retrovisore. Nonostante la popolarità iniziale dello spettacolo, patlabor mai guadagnato la longevità di Gundam (particolarmente qui negli Stati Uniti) e verso la metà degli anni '90, l'interesse per lo spettacolo era caduto nel dimenticatoio. Mentre un live-action patlabor Il sequel è arrivato nei cinema giapponesi l'anno scorso, sembra che ci sia ancora poca attenzione per far rivivere la serie anime stessa.

Ingrandire

Forte protagonista femminile e anche altre fantastiche donne

La serie presenta Noa Izumi, un tenace cadetto appena uscito dall'accademia. È stata ossessionata da Labours per tutto il tempo che riesce a ricordare ed è determinata a pilotare uno dei Patlabor della polizia metropolitana di Tokyo. Dopo che uno dei nuovi prototipi di Patlabor è stato rubato, Noa è sconvolta dal fatto che qualcuno abbia preso il suo robot. Quindi insegue il criminale con determinazione. Il suo entusiasmo e la sua dedizione al lavoro catturano l'attenzione del Capitano Goto della Divisione 2, che invita Noa a unirsi alla sua squadra di disadattati. Inizialmente, i suoi colleghi sono scoraggiati dalla natura eccessivamente allegra di Noa e dalla sua incrollabile devozione al suo lavoro, che prende il nome dal suo amato cane, Alphonse. Alla fine, si guadagna il rispetto dei suoi coetanei perché è davvero uno dei migliori piloti laburisti in circolazione e anche un ufficiale di polizia dedicato.

Noa è un'anomalia. Negli annali della storia degli anime dei robot giganti, ci sono pochissime donne pilota di mecha e ancora meno donne pilota di mecha che possono essere considerate le protagoniste dei loro spettacoli. I piloti donne di solito fanno parte di una squadra o sono considerati solo un veicolo di supporto per il personaggio maschile principale. Noa va oltre le aspettative. Sgorga su Alphonse con la passione dilagante di un riduttore che sviene su una muscle car. È ossessionata dal mettere a punto il suo robot alla perfezione, e il cielo aiuta qualsiasi meccanico che rovina la manutenzione del suo Alphonse.

Ingrandire

Per fortuna, Noa non è l'unica donna straordinaria della serie. Poco dopo l'arrivo di Noa alla Divisione 2, viene raggiunta da un'altra ufficiale donna, Kanuka Clancy. Kanuka si presenta come l'esatto opposto di Noa. Piuttosto che perdere la testa con Labours, Kanuka è freddo e considera il Patlabor semplicemente come uno strumento utile nell'arsenale del moderno ufficiale di polizia. Noa è estremamente maschiaccio e spesso si trova a condividere una birra con i meccanici dopo l'orario di lavoro. Kanuka è raffigurato come elegante e alla moda, il che manda in crisi la popolazione maschile della Divisione 2. Lo spettacolo inizialmente imposta Noa e Kanuka come rivali, ma poi invia una palla curva dopo che le due donne hanno regolato il loro punteggio tramite una finta battaglia di robot giganti (naturalmente). E, scioccante degli scioccanti, non stanno litigando per un ragazzo, ma per una posizione come pilota permanente di Patlabor. Non c'è spazio per i triangoli amorosi nella Divisione 2. Le donne sono troppo impegnate a proteggere Tokyo per occuparsi di tutto questo.

Sì, questo anime supera facilmente il test di Bechdel, ma forse solo se Alphonse non conta come uomo.

Mentre Noa e Kanuka sono le uniche donne della Divisione 2, la Divisione 1 è guidata da un capitano donna, Shinobu Nagumo. Ha un carattere simile a quello di Kanuka, un ufficiale scrupoloso che si preoccupa comunque della sua squadra e farà tutto il necessario per proteggerli e per proteggere la città. È risoluta di fronte alla calamità e spesso tenta di alleggerire l'atmosfera di situazioni disperate con commenti sarcastici. La Divisione 1 è considerata la più elite delle due divisioni. Anche così, Shinobu ha molto rispetto per i suoi colleghi della Divisione 2, per aver dovuto sopportare le missioni più difficili.

Ingrandire

In un futuro non troppo lontano, domenica prossima AD

Nonostante l'esistenza di robot giganti, patlabor Tokyo è ancora completamente riconoscibile come una città moderna, e guardarla ora sembra anche un po' bizzarra, considerando le sue radici di fine anni '80. I vestiti da allenamento di Noa sono neon e pastello alla moda. La Divisione 2 fa fatica a telefonare nell'ordine del pranzo quotidiano all'unico ristorante che consegnerà al loro quartier generale isolato. La burocrazia e le scartoffie dominano ancora la vita degli ufficiali alla fine della giornata e il nuovo computer portatile portatile di Kanuka attira l'attenzione ogni volta che lo usa.

Qui, la tecnologia non è magia. Le Fatiche non possono volare e richiedono una manutenzione meticolosa per continuare a funzionare. È necessaria un'intera squadra di meccanici per mantenere i due Patlabor solitari della Divisione 2. La tecnologia ha i suoi limiti e, naturalmente, è l'errore umano che causa la maggior parte dei problemi. Noa tratta Alphonse più come uno di quegli indistruttibili robot simili a Gundam mentre si tuffa a capofitto in battaglia, e danneggia il suo robot senza pensare troppo alle conseguenze, il che non la rende cara alla squadra di manutenzione. A un certo punto, il Capitano Goto deve rimproverare i suoi piloti eccessivamente entusiasti per aver pensato di essere in un cartone animato di un robot gigante. Questo non è un anime mecha il cui personaggio principale è un bambino autistico o un punk, brontola. Patlabor è probabilmente la rappresentazione più realistica di robot giganti negli anime ed è sicuramente uno degli esempi più affascinanti del genere. Puoi relazionarti con Noa in particolare perché vuole essere l'eroe in uno spettacolo di Gundam. I vecchi tropi mecha vengono demoliti e sostituiti con nuovi tropi mecha incentrati sulle donne.

Ingrandire
È come Brooklyn Nove-Nove , ma con robot giganti

Le commedie sul posto di lavoro sono, sulla scia di L'ufficio' popolarità di s, una monetina una dozzina nel panorama televisivo di oggi. FOX Brooklyn Nove-Nove si concentra su un distretto di polizia pieno di personaggi deliziosamente strani che, nonostante le loro differenze e le loro stranezze, sono in grado di unirsi quando conta e proteggere le strade di New York. patlabor , pubblicato oltre 25 anni fa, si concentra su un'unità di polizia piena di personaggi deliziosamente strani che, nonostante le loro differenze e le loro stranezze, sono in grado di unirsi quando conta e proteggere le strade di Tokyo.

Noa non è sicuramente sola nelle sue stranezze. I personaggi di serie sono tutti qui. Il tizio gigantesco con la forza bruta che è davvero il tenero del gruppo. Il maniaco delle armi che pensa che le cose sarebbero molto più facili se la polizia avesse carta bianca sul controllo della città. L'unico ragazzo che pensa di essere migliore di così e non vuole davvero essere bloccato nella Divisione 2. Quello da manuale che è eccessivamente preoccupato per la sua futura carriera e fa del lavoro extra per impressionare i più alti. Il capitano che assume un'aria stoica ma si preoccupa davvero dei suoi ufficiali nonostante il suo atteggiamento duro nei loro confronti.

Spesso, l'esistenza di robot giganti passa in secondo piano rispetto alle relazioni tra i personaggi e al modo in cui lentamente ma sicuramente si uniscono in una squadra formidabile pronta a proteggere Tokyo da qualsiasi pericolo. Lo sviluppo del personaggio è meraviglioso e i combattimenti con i mecha sono solo la ciliegina sulla torta.

La forma delle cose a venire

Non è così sorprendente che patlabor affronta abilmente le preoccupazioni sulla tecnologia e il suo uso prolungato nella vita di tutti i giorni una volta che ti rendi conto che uno dei suoi creatori ha anche lavorato all'anime più duraturo esistente. Mamoru Oshii, che ha sviluppato patlabor insieme al resto dei membri del brain trust di Headgear, ha diretto il classico film anime cyberpunk Fantasma nella conchiglia nel 1995.

I due potrebbero non sentirsi come se avessero molto in comune. Ad esempio, il fangirling di Noa sui robot è giocato per ridere, mentre Ghost in the Shell è non una commedia da qualsiasi sforzo di immaginazione. Ma le stesse preoccupazioni per la tecnologia che hanno ispirato alcuni episodi di patlabor fare anche un'apparizione in Fantasma nella conchiglia . La tecnologia sta invadendo troppo le nostre vite e gli strumenti che una volta abbiamo creato per prendere il controllo del nostro ambiente vengono ora utilizzati al di fuori del loro scopo originale, con risultati pericolosi. Nel patlabor , i terroristi usano robot giganti per attaccare la città e diffondere la loro agenda. Nel Fantasma nella conchiglia , i terroristi preferiscono utilizzare reti di computer ampiamente disponibili per penetrare nella vita delle persone. Il risultato finale è esattamente lo stesso: paura e caos. Entrambi i titoli vedono la polizia combattere il fuoco con il fuoco, dando loro gli stessi strumenti dei terroristi per salvare la città. Entrambi sono caratterizzati da protagoniste femminili che sono spesso in contrasto con i loro superiori, ma hanno margine di manovra per fare ciò che vogliono perché ottengono risultati. Ed entrambi dispongono di squadre di forze dell'ordine affiatate che faranno di tutto per proteggere i loro compagni di squadra. Non è davvero così lontano da Patlabor' s Divisione 2 a fantasma in il guscio' s Sezione 9.

Ingrandire

Mentre patlabor non ha mai raggiunto le vette della popolarità degli anime in a Gundam -style, vale ancora la pena dare un'occhiata alla serie, grazie al suo vivace protagonista e agli altri ufficiali della Divisione 2. C'è qualcosa di piacevolmente affascinante in una giovane donna che sa cosa vuole e persegue i suoi sogni con entusiasmo. Grazie, Noa Izumi, per averci mostrato che le donne possono essere qualsiasi cosa: un agente di polizia, o un pilota di mecha, o anche entrambi!



^