Interviste

La star di 'Flashback' Dylan O'Brien prende in giro un thriller psicologico intricato nel tempo

Dylan O'Brien è in fuga. Letteralmente.

È un frizzante pomeriggio di ottobre sul set di Toronto Flashback e il primo Teen Wolf stella è appena arrivata. O'Brien abbraccia il regista Christopher MacBride prima di prepararsi per la sequenza fisica all'orizzonte. Mentre le telecamere iniziano a girare, l'attore di 29 anni corre su per le scale di un magazzino abbandonato. Ancora e ancora e ancora. Mentre ripete la scena, O'Brien esprime spensieratamente le sue preoccupazioni per aver alzato la testa durante la sua folle corsa. Non sono addestrato come attore, dice a MacBride.

Stavo solo scherzando su cose nei film a cui non pensi, come cercare di correre di sopra e non stai guardando i tuoi piedi perché devi tenere la testa alta per la telecamera, dice O'Brien a SYFY WIRE mentre plunk giù su una sedia in un angolo remoto dell'edificio. Correre a tutta inclinazione, assicurandoti anche che la fotocamera possa catturare la tua performance, è un'abilità in sé e per sé, si scopre. È esilarante perché poi stai inciampando e dici: 'Oh, non è facile'. È una di quelle piccole cose divertenti. Questo deve essere quello che ti insegnano alla scuola di recitazione.



tocco (serie tv)

Sbarco in teatri selezionati e VOD il 4 giugno, Flashback — precedentemente intitolato L'educazione di Fredrick Fitzell — segue Fredrick Fitzell, un ragazzo normale sulla soglia dei 30 anni. Bloccato in un lavoro aziendale, deve prendere alcune decisioni difficili per quanto riguarda il prossimo capitolo della sua vita e della sua carriera. A complicare le cose, un incontro casuale con un uomo del passato di Fredrick innesca ricordi inquietanti di Cindy, una compagna di classe del liceo scomparsa. Per svelare il mistero dietro la sua scomparsa, Fredrick si rivolge ai suoi vecchi amici drogati e alla sostanza Mercury. Potrebbe un trippy bender sbloccare i suoi ricordi repressi... o permettere a qualcosa di più preoccupante di riaffiorare?

La crisi esistenziale di Fredrick ha subito parlato con O'Brien. Il nativo di New York aveva in precedenza subito un incidente, a causa di un'acrobazia andata male, durante le riprese del suo film, The Maze Runner: La cura della morte . L'incidente ha lasciato un ferito O'Brien ricoverato in ospedale, rotto e riflettendo se continuare a recitare.

Le due cose che avevo fatto più a lungo da quando ho iniziato a recitare erano Teen Wolf e Corridore del labirinto, dice O'Brien. Avevo sempre avuto quelle case e sapevo che prima o poi sarei passato da quelle. Sono accaduti anche nello stesso anno. Entrambi sono finiti. Era una nuova fase in cui stavo per entrare. Volevo prendermi il mio tempo, per me personalmente, perché andavo senza sosta da quando avevo 18 anni. Ho sempre creduto che come artista, l'unica cosa a cui ti ispiri sia la vita e l'esperienza. Non puoi essere sempre sul set. Stavo leggendo molto e cercando di capire e sentire cosa fosse giusto fare dopo. Volevo essere paziente su questo.

Ho letto questo script e ho chiamato il mio manager, 'Lo adoro assolutamente!', aggiunge. 'È una sceneggiatura incredibilmente ben scritta e selvaggiamente unica. È completamente disponibile, eppure, allo stesso tempo, è davvero strutturato e scritto da qualcuno che sa cosa sta facendo. Oltre a ciò, sembrava il mio mondo in quel momento. Qualcosa non sarebbe potuto cadere nel mio grembo a cui ero più connesso.

Sebbene commercializzato come un thriller psicologico, Flashback la narrativa è radicata nel genere, con elementi di horror e fantascienza. che ricorda la scala di Giacobbe, la storia cambia tra versioni passate, presenti e future di Fredrick. Inoltre, una creatura orribile, con un legame personale con Fredrick, perseguita le sue visioni. Il mostro funge da dispositivo interessante usato come metafora della maternità e per esplorare le complessità con un genitore.

Adoro il fatto che invece di ribattere a casa come fosse la sua relazione con sua madre nella sceneggiatura, è una specie di pezzo molto importante del film che sta perdendo sua madre, spiega O'Brien. Non vedi mai davvero come si sente al riguardo, al di fuori di quello che sta attraversando. L'unico modo per farlo è attraverso questa creatura e questa energia fluttuante.

nel versetto del ragno netflix

Gli spettatori saranno trattati da più Fredrick (nove, per la precisione) in questo viaggio profondamente personale. C'è il diciassettenne Fredrick, il suo io attuale e una versione più vecchia. O'Brien è rimasto impressionato dal processo di invecchiamento e invecchiamento, tanto da ammettere di essersi occasionalmente perso un po' nel tempo.

Ogni giorno, sono tipo, 'Dove diavolo sono?', scherza.

Il team di trucco ha fatto un lavoro straordinario perché non è una cosa facile da fare e devi essere sottile con esso, dice O'Brien. Faranno cose, come quando avrò 30 anni, non è un trucco a parte migliorare le mie piccole rughe che ho, le cose naturali sul mio viso e avere una piccola collottola. Poi, a 17 anni, ci stanno ringiovanendo. Ci truccano per far sembrare la nostra pelle più giovane, il nostro viso un aspetto migliore. Un po' di fondotinta uniforma il tutto. Ci radiamo e cerchiamo di coprire l'ombra.

Non mi aspettavo che fosse così drenante mentalmente ed emotivamente, continua. Mi sento esaurito alla fine di così tanti giorni. È molto concentrato. Ancora una volta, in questo frangente temporale di 25 giorni, a volte stiamo facendo tre grandi scene dell'intero arco del film, tre fasi completamente diverse della sua vita. Voglio che la performance sia lì. È difficile, ma è una sfida così divertente perché è qualcosa a cui mi collego, qualcosa a cui tengo molto e che voglio fare bene.

O'Brien conclude, è stato nient'altro che un'esplosione e un piacere avere la sfida di esplorare queste nove versioni sottilmente diverse di questo ragazzo e avere tracce di lui ancora lì in ognuna di esse.

mantide attrice guardiani della galassia 2

Flashback anteprime in teatri selezionati e VOD il 4 giugno .



^