Joss Whedon

Il cast e la troupe di Firefly valutano il divieto del cappello Jayne fai da te (e non sono felici)

>

I fan a cui è stato vietato di produrre e vendere cappelli di Jayne hanno suscitato un enorme scalpore ieri, abbastanza grande da far parlare la vera Jayne e gli altri.

Nel caso ve lo foste perso ieri, una versione con licenza ufficiale del cappello Jayne di Lucciola iniziato a essere venduto intorno a dicembre dello scorso anno. Ora tutti i furbi Browncoat si sono trovati improvvisamente banditi dai siti web e hanno ricevuto lettere di diffida. Molti hanno twittato al cast e alla troupe di Lucciola nella speranza che i loro dannati eroi possano venire in soccorso.

Ci sono state risposte. Alcuni sono diretti, altri volutamente vaghi, ma tutti sono arrivati ​​tramite Twitter. Andiamo dal vago allo specifico, vero?



Primo, Nathan Fillion, che ovviamente non vuole pestare i piedi. Tuttavia, pensiamo che il fatto che questo sia stato il suo unico tweet di ieri la dice lunga.

È il modo sottile di Fillion per dire che i suoi fan dovrebbero mirare a comportarsi male?

Molte persone hanno parlato del design del cappello. Bene, perché non chiedere alla costumista preferita di Joss Whedon e creatrice del cappello di Jayne, Shawna Trpcic, cosa ne pensa? Ieri ha ritwittato manualmente le seguenti DUE VOLTE:

Non è difficile capire come si sente, e la sua scelta di usare una foto di due bambine che indossano cappelli di Jayne è un vero pugno nello stomaco.

Ma che dire dell'uomo che chiamano Jayne? Adam Baldwin non è estraneo a far conoscere le sue opinioni politiche fortemente sentite. Quindi non sorprende che avesse qualcosa da dire sulla questione del suo cappello molto astuto. Ancora una volta, questo avviene tramite un retweet manuale, ma è chiaro che è d'accordo con il messaggio.

Sembra chiaro che sono tutti un po' nervosi all'idea di mordere la mano che nutre, ma è anche chiaro che non sono nemmeno contenti.

Nel frattempo, ThinkGeek, il rivenditore online che sembra essere stato colpito dal peso maggiore della colpa, sta cercando di resistere alla tempesta dei fan. Dopo aver scritto l'articolo iniziale, ho ricevuto una chiamata dal responsabile delle pubbliche relazioni Steve Zimmerman, che mi ha assicurato personalmente che nessuno in ThinkGeek avrebbe mai preso in considerazione l'idea di intraprendere un'azione legale contro i colleghi Browncoats. Semmai, è stato veloce nel sottolineare che ThinkGeek ha avuto le sue esperienze in cui è stato schiaffeggiato con C&D a causa di problemi di licenza.

Tuttavia, Ripple Junction, la società che detiene la licenza per produrre e vendere il cappello Jayne, non ha ancora risposto. C'è una crescente aspettativa che facciano una dichiarazione formale, soprattutto da quando un post di Facebook (recentemente cancellato) li ha indicati come la parte responsabile per l'inizio di questa controversia sulla licenza.

Qualcuno (ottimo gorram vorrei sapere chi) ha segnalato negozi indipendenti a Ripple Junction. In qualità di titolare di una licenza ufficiale, una volta che Ripple Junction è stata informata di questi negozi, deve, per contratto, segnalarli. L'ufficio legale di FOX, nel fare il proprio lavoro come dovrebbe (perché ammettiamolo, hanno anche degli artisti da proteggere), invia ad Etsy la notifica legale. I negozi chiusi sono quelli specificamente portati all'attenzione di Ripple Junction. Gli altri C&D che Etsy sta emettendo riguardano i nostri avvertimenti sui mozziconi.

Quando ho contattato Ripple Junction all'inizio di ieri (prima che questa storia esplodesse), sono stato immediatamente accolto con un tono molto contraddittorio. Ciò potrebbe non significare nulla, ma, insieme alle accuse di coinvolgimento diretto, possiamo immaginare che i fan stiano tranquillamente aspettando una risposta ufficiale sia da Ripple Junction che da Fox.

(citazione Facebook via La Mary Sue )



^