Screamgrrls

Le vampiri nere più feroci: una retrospettiva della stagione spettrale

>

Il vampirismo ha una complessa storia cinematografica e la creatura mitologica ha trasceso i margini della comunità horror. Storicamente, i vampiri sono stati immaginati come creature che incarnano i più oscuri desideri umani. Che si tratti dell'immortalità o della ricerca di un amore che durerà per l'eternità, il vampiro è stato modificato per adattarsi a qualsiasi tipo di genere.

I vampiri nei media sono stati spesso descritti come esseri altamente sensuali o sessuali, sebbene nella maggior parte dei casi casti. Rappresentano un altro spettro di sensualità e intimità al di fuori del rapporto sessuale fisico o riproduttivo (succhiare il collo non inclusa). Tuttavia, le donne nere hanno affrontato l'ipersessualità senza sensualità o consenso nel senso più crudo, poiché è stata proiettata su di noi come mezzo per disumanizzarci. Il femminismo nero e libero da TERF ci ha insegnato che possedere la nostra sessualità e autonomia corporea ci libera dall'occhio patriarcale. Questo tipo di recupero ci consente di creare confini fermi nelle nostre vite e ci dà anche la sicurezza di abbracciare pienamente la nostra intera esistenza.

quante scene post credit in Justice League?

Nella maggior parte dei casi cinematografici, tuttavia, la donna vampira nera è caduta vittima del misoginio e degli stessi standard sociologici delle donne nere in realtà. Che sia stato come l'impertinente aiutante che cade nella ciurma sbagliata o una feroce e precoce volpe che possiede il suo potere ma cade tragicamente per la sua fiducia, la vampira femmina nera chiama per essere liberata dallo sguardo maschile cisgender. Indipendentemente da ciò, questi sono alcuni dei nostri vampiri preferiti che hanno incarnato il lato oscuro dello spettro femminile.





^