Lente Gravitazionale

La stella più lontana

>

AGGIORNAMENTO 2 aprile 2018 : Questa notizia è stata appena annunciata come comunicato stampa ufficiale di Hubble , ma se sei un normale lettore di BA potresti averlo visto esatto storia qui sul mio blog nel luglio 2017! Ho scritto di questo entusiasmante risultato dopo averlo visto descritto su AstroBites , un sito scritto da studenti laureati in astronomia su interessanti risultati scientifici pubblicati su riviste professionali. Quindi, l'hai sentito qui per secondo! :)


Questo è incredibile: a causa di un capriccio della geometria cosmica, gli astronomi hanno rilevato la luce della stella individuale più lontana mai vista. Quanto è lontano?

Oltre nove miliardi di anni luce di distanza.



Sì, avete letto bene. Nove. miliardi . Anni luce.

Una sola stella, da quella distanza. Santo cielo. Seriamente, quando ho letto questo mi si sono rizzati i peli sulla nuca. Questo è davvero incredibile, tanto che per un momento non ho potuto credere che fosse reale. Poi ho letto il giornale, ho giocato un po' con la matematica e, ovviamente, questo sembra legittimo.

Normalmente, una stella così lontana sarebbe lontana, lontano troppo debole per vedere. Tipo, centinaia di volte troppo debole! Tuttavia, in questo caso, abbiamo colto una pausa dall'Universo: la luce della stella è stata enormemente ingrandita dalla gravità di un ammasso di galassie tra noi e essa.

Ecco come funziona. Qualsiasi oggetto con massa - una galassia, una stella, tu, io - piega lo spazio, lo deforma letteralmente. Percepiamo quella flessione come gravità. Se spari a un razzo oltre la Luna, la gravità della Luna piega il percorso di quel razzo.

Questo succede anche con la luce. Come un'auto che segue una curva in una strada, un fotone (una particella di luce) che viaggia attraverso l'Universo avrà il suo percorso leggermente piegato da una parte e dall'altra mentre passa vicino a oggetti massicci. Più l'oggetto è massiccio (e più il fotone gli vola vicino) più la luce si piega. Chiamiamo oggetti come questi lenti gravitazionali , perché una lente è un oggetto che piega la luce.

Ci sono molte cose che possono accadere a causa di questo. Ad esempio, la luce di una lontana stella che esplode (chiamata supernova) si disperde in tutte le direzioni. Ma se parte di quella luce attraversa una galassia, un po' di essa che altrimenti potrebbe mancarci si piega verso noi dalla gravità di quella galassia. Finiamo per vedere quella luce! A volte ciò significa che vediamo più immagini dello stesso oggetto, a volte significa che la luce di un singolo oggetto viene amplificata, facendola apparire più luminosa.

Un video che ho realizzato nel 2007 sulle stelle più lontane che puoi vedere a occhio nudo.

Eppure la nostra galassia ha un diametro di 100.000 anni luce, quindi tutte le stelle che puoi vedere sono locali. Usando grandi telescopi possiamo vedere singole stelle nelle galassie vicine, e più lontana è la galassia, meno ne vediamo. Anche Hubble può individuare le superstar solo quando sono così lontane.

Eppure eccoci qui, con questa stella. Un mostro massiccio, luminoso, forse binario, a più di metà dell'Universo, visibile a causa di un caso naturale che ne amplifica la luce. Per questo motivo, possiamo vedere questa stella è ben finita un milione di volte più lontano di qualsiasi altra stella che puoi vedere nel cielo con i tuoi occhi .

Alcune persone mi dicono che la scienza è noiosa. Non riesco a immaginare in quale universo stanno vivendo.

Punta sullo spettro spostato verso il rosso a AstroBites . Dovresti iscriverti a loro se desideri dettagli tecnici su nuovi articoli di riviste piuttosto interessanti.



^