Filmato Trovato

Esclusivo: perché Ridley Scott e lo sceneggiatore/regista Justin Barber volevano fare tutti gli X-Files in Phoenix Forgotten

>

Il progetto Blair Witch e Attività paranormale , spostati ... c'è un nuovo film trovato che esce oggi nelle sale che prende un mistero UFO nella vita reale e lo fa girare in un File X mistero immaginario che circonda la scomparsa di tre adolescenti.

Fenice dimenticata è una storia che ha riunito alcuni grandi produttori e scrittori di film di fantascienza, compresi i produttori Ridley Scott ( alieno , Blade Runner ), Wes Ball ( Il corridore del labirinto ) e co-sceneggiatore/produttore T.S. Nowlin ( Pacific Rim: Rivolta ) per fare qualcosa di speciale, ha detto co-sceneggiatore/regista Justin Barber in un'intervista esclusiva con Syfy Wire.

Il 13 marzo 1997, a Phoenix, in Arizona, ebbe luogo uno degli avvistamenti UFO più testimoniati della storia. Il fenomeno inspiegabile che coinvolgeva luci misteriose che si muovevano stranamente nel cielo notturno divenne noto come le luci della fenice. Fenice dimenticata è ambientato nel paesaggio desertico dell'Arizona mentre tre adolescenti escono per indagare sulle luci e svaniscono. Decenni dopo, la sorella di uno degli adolescenti scomparsi decide di girare un documentario per vedere se riesce a scoprire cosa è successo a suo fratello e ai suoi amici... solo per scoprire i fatti sorprendenti di quello che è successo loro.



Justin Barber ha parlato con noi della regia del suo primo film importante, del mistero della vita reale che lo ha portato a questa storia e del motivo per cui è 'pronto per qualcosa di più grande'.

Cosa c'era nel mistero dell'UFO di Phoenix Lights che ti ha fatto venire voglia di affrontare questo materiale?

Avevo la stessa età del mio personaggio principale, Josh, nel 1997. Ero un ragazzo delle superiori quando avvennero le luci della fenice. All'epoca era un momento di punta per File X, e gli anni '90 sono stati grandi per gli UFO. Sono sempre stato attratto da quel materiale e da quel tipo di storie. Come molte persone che amavano la fantascienza, crescendo da bambino nei sobborghi della Florida vuoi solo che il mondo sia più eccitante, più fantastico di quanto non sia.

Fenice dimenticataIngrandire

E ora flash forward tutti questi anni dopo. Ho lavorato negli effetti visivi con un ragazzo di nome Wes Ball e un altro mio amico, T.S. Nowlin, che è lo sceneggiatore. Siamo andati tutti insieme alla Florida State University. Eravamo amici a scuola. E questa idea è nata da loro, l'idea di fare un bel incontro ravvicinato con filmati trovati.

All'inizio era solo una storia di UFO non collegata a un evento del mondo reale. In quel periodo stavo facendo un sacco di lavoro in stile documentario nel mondo commerciale e hanno pensato a me perché hanno immaginato un film che all'inizio era un documentario, poi va fuori dai binari e diventa il giro del found footage. E poi quando sono salito a bordo ho pensato quale modo migliore per conferire autenticità alla storia che metterlo contro un evento del mondo reale ... le luci della fenice, che è la storia che mi è venuta in mente perché era davvero una delle più grandi eventi nella memoria recente. Una sorta di leggenda metropolitana del sud-ovest americano.

È uno sfondo interessante in cui girare a causa della posizione nel deserto che sembra infinita, bella e spaventosa.

Ci sono altre storie di UFO là fuori. Penso che tutti noi volevamo realizzare un film iconico sugli UFO e il paesaggio desertico è particolarmente spaventoso. La desolazione e il fatto che siano là fuori da soli l'abbiamo trovato molto inquietante. E anche solo il deserto stesso è tradizionalmente un luogo misterioso. Culture diverse come i nativi che vivono là fuori in Arizona, hanno tutta la loro mitologia, come quelle che sono le luci nel cielo. E ci sono un sacco di basi militari in Arizona e Nevada perché il cielo è così limpido e i grandi spazi aperti, è un ottimo posto per testare gli aerei. Per qualsiasi motivo il deserto è particolarmente importante quando si tratta di tradizioni sugli UFO.

Qual è stata la sfida più grande nel mettere insieme la storia e filmarla?

Ho adorato l'originale Progetto Strega Blair . È molto autentico e ora, vent'anni dopo, viviamo in quest'epoca in cui questo spazio di genere di film found footage, c'è molta saturazione con film del genere e penso che il più delle volte non abbiano la stessa autenticità del capostipite avevo. Volevamo davvero solo inchiodarlo in questo film.

Fenice dimenticataIngrandire

La sfida nel realizzare un documentario con attori è farli recitare e comportarsi come fanno le persone reali in un documentario. È solo uno stile di performance diverso. Ma poi le persone reali tendono a sottovalutare tutto, ma poi c'è il rischio che dirigiamo i nostri attori troppo lontano in quella direzione e poi perdiamo tutta quell'energia. Quindi inventare spettacoli che fossero credibili, ma che aiutassero anche a far avanzare la storia ea seguire i ritmi della storia, è stato impegnativo... Volevamo lasciare spazio all'improvvisazione. Volevamo che i dialoghi e molte scene risultassero colloquiali improvvisati, come in un vero documentario. E quindi il processo di scrittura non si è mai veramente fermato da quando abbiamo scritto il film, girato il film e montato il film, stavamo scrivendo tutto e gli attori hanno avuto un sacco di input. In molti modi è stato fantastico, la natura collaborativa di tutto. Ma anche questo è stato impegnativo.

Qual è stata la sorpresa più grande, la cosa che non ti aspettavi che sia saltata fuori?

Onestamente sono rimasto sbalordito dal cast che avevo. Mi sento davvero come se avessi vinto il jackpot con questi attori. Ho avuto due grandi direttori di casting, Fern [Champion] e Sharon [Chazin], e abbiamo guardato molti bambini. Volevo davvero volti giovani. Volevo davvero che fosse il tipo di film in cui, se sono i ragazzi delle superiori, volevo che assomigliassero il più possibile ai ragazzi delle superiori. Abbiamo cercato di fare il casting il più giovane possibile e abbiamo visto molte persone. E volevo anche volti documentaristici. Mi limito a gravitare intorno a personaggi insoliti e loro hanno trovato questi tre ragazzi, Luke, Chelsea e Justin. La cosa divertente è che quando li abbiamo messi insieme per una chiacchierata, dopo un minuto che erano usciti insieme, si sentivano già come se si conoscessero, come se fossero amici. Sono rimasto sbalordito dall'ottimo lavoro che hanno svolto. Ci sono molte cose che hanno scritto loro stessi che sono entrate nel film. Luke tiene la telecamera per la maggior parte del tempo, e poi la performance del Chelsea parla da sé.

Pensavo che le persone che hai scelto per i genitori e la famiglia dei bambini scomparsi fossero particolarmente brave. Sembravano persone vere che hanno perso i loro figli e puoi sentire i loro cuori spezzarsi.

Tutti hanno attinto dalle proprie esperienze. Clint Jordan, che interpreta il padre, è un vero protagonista e lui, come attore, sente davvero quello che prova il personaggio. È molto impressionante.

Fenice dimenticataIngrandire

Penso che questo si aggiunga alla corrente sotterranea, specialmente all'inizio, di quello che sta succedendo. Lo fa sentire autentico.

Quando guardi E.T. , quando guardi Incontri ravvicinati , c'è abbastanza dramma familiare. C'è abbastanza tumulto interpersonale per coinvolgerti un po' nei personaggi in modo che più tardi, quando saranno sul giro del found footage, avrà più impatto perché in realtà tieni di più a loro. Quello era un grande obiettivo. Molti di questi film sono film horror. Ricordo le situazioni piene di suspense e il mostro spaventoso, ma meno i personaggi. E volevo solo fare un film in cui i personaggi fossero più unici e memorabili.

In che modo questo è diverso dagli altri film di found footage? Cosa lo rende speciale nella tua mente?

Ho guardato un sacco di filmati trovati per prepararmi. Non sono stato solo ispirato da Il progetto Blair Witch ma anche documentari di Werner Herzog ed Errol Morris. Ciò che lo eleva per me è che ho già il dispositivo di un documentario che diventa il found footage, ma che ha ancora un'esecuzione di found footage. In altre parole, la fotocamera è ancora traballante. E penso che siamo in un po' di rinascita del documentario in questo momento in termini di quanto siano popolari alcuni di questi, Fare di un assassino e Il Jinx su HBO sono stati. E quello che non ho ancora visto davvero è qualcuno che li realizza in uno stile contemporaneo.

La prima metà del film è realizzata da questo giovane regista di 26 anni, ma ha il montaggio. Ha musica. È solo più nello stile di un documentario cinematografico e ha quell'impegno per l'autenticità. Quel personaggio, all'inizio non ha avuto l'idea che suo fratello fosse stato preso dagli alieni. È interessata a intervistare le forze dell'ordine e intervistare la famiglia intorno ad essa. Penso che questo sia ciò che lo distingue un po'. Quando realizzi un film di found footage, vuoi provare a fare qualcosa di nuovo con il dispositivo, ma non vuoi necessariamente reinventare la ruota. Penso che siamo atterrati in un buon posto.

come leggere manga berserk

E penso che l'altra cosa che lo separa è che ci sono anche persone reali nel film, con quell'obiettivo di autenticità in mente. Alcune delle persone intervistate nel documentario erano solo persone comuni, veri testimoni oculari o personaggi delle forze dell'ordine, un vero investigatore di crimini e un vero pilota di ricerca e soccorso, e ho appena creato loro un fascicolo. Ho trovato le persone a Phoenix e ho creato per loro un fascicolo falso sul caso dei bambini scomparsi. L'ho fatto studiare. E poi quando abbiamo girato quelle scene, Florence Hartigan, che interpreta Sophie nel film, in realtà le sta solo intervistando come il suo personaggio e si stanno semplicemente appoggiando al loro vero background delle forze dell'ordine per rispondere alle domande. Speriamo che tutto ciò che abbiamo fatto sia ciò che lo eleva e lo distingue.

Fenice dimenticataIngrandire

Hai dei produttori straordinari e un co-sceneggiatore che hanno un background di film di fantascienza davvero impressionante. Com'è stato con questo team di produzione dietro di te come nuovo regista?

Mi sento molto fortunato. È un'altra area in cui mi sento come se avessi vinto il jackpot. E onestamente il modo in cui tutto è iniziato è stato che T.S. Nowlin, lo sceneggiatore, era alla Scott Free Productions per qualche altro progetto e si è trovato in una stanza con Ridley Scott e gli ha parlato di questa idea, l'ha proposta e a Ridley è piaciuta molto. Ovviamente l'argomento lo attraeva, ma anche le stesse iterazioni della storia... la corsa molto ricca di suspense, sembrava un cappio che si stringeva al collo di questi personaggi, ed è stata costruita per questo grande finale. E penso che volessero recitare nello spazio di questi film a basso budget. E così, gli è piaciuto e ha deciso che era qualcosa che poteva ottenere.

Non era sul set. Sarebbe stato molto intimidatorio, ma ha offerto la sua intuizione e i produttori di Scott Free sono stati molto di supporto. Ciò che ci ha spinto giorno dopo giorno tra il cast e la troupe era che volevamo fare qualcosa che gli sarebbe piaciuto e che avrebbe approvato, e questa è stata una grande forza trainante per tutti solo sapendo che Ridley si sarebbe sentito bene a mettere il suo nome in questo film .

Qual è la cosa che non hai potuto fare con questo film e la cosa che sei davvero felice di poter fare con questo film?

Tutti sono stati davvero di supporto. Quando ho detto che volevo far saltare in aria una roulotte, mi hanno detto, okay (ride). Quindi, immagino cosa non potevo fare... ho iniziato la mia carriera come artista di effetti digitali... e poi ho realizzato effetti speciali più grandi. La sfida è che ora, come regista, non posso lavorare da solo su tutte le riprese digitali... ho fatto alcune riprese per questo film da solo. Gestire un team di artisti degli effetti digitali ora è un insieme di abilità diverso e quindi è stato impegnativo. Abbiamo cercato il più possibile di utilizzare effetti pratici sul set, come la vecchia scuola Incontri ravvicinati -effetti di stile. È proprio lì che volevo investire nel film, ma vuoi sempre che la nave abbia un aspetto migliore. Non abbiamo un budget di Arrivo . Stavo solo cercando di fare qualcosa di più grande possibile, e ci sono modi in cui non ci siamo arrivati, solo per essere sinceri, immagino. Ma forse fa parte del mio perfezionismo. Voglio solo che sia sempre ancora meglio.

Cosa significa per te e per? Fenice dimenticata essere il tuo ingresso nella regia?

Si è evoluto molto nel corso della realizzazione e tutti hanno avuto input. È stato un vero lavoro di squadra. Lo adoro perché è il tipo di film che quando guardi dall'altra parte posso vedere frammenti di tutti quelli con cui ho lavorato nel film e questo mi fa sentire davvero bene. È stata un'esperienza di collaborazione per tutti. Ma poi ha anche abbastanza del DNA che inizialmente immaginavamo fino al punto in cui è come, sì, questo è il film che volevo fare. Volevo fare bene dai registi di documentari che conosco, ma volevo anche fornire un'emozionante corsa di suspense per il frequentatore di teatro di tutti i giorni. Sento che l'abbiamo fatto. Mi sembra un film solido. Sono un perfezionista. Come qualsiasi cosa io abbia mai realizzato, volevo che fosse migliore, e questo è anche il caso di questo film. Ma alla fine è come, sì, sento che abbiamo fatto un lavoro solido per le persone, e spero che lo apprezzino. Lavoro nel mondo commerciale da un po' ed è bello poter espandere i propri orizzonti con un progetto più grande e continuare a sfidare se stessi. E così ora mi sento come se avessi appena aumentato le mie capacità passando attraverso questo e... mi piace quello. Mi piace, immagino. Sono pronto per qualcosa di più grande dopo.

C'è qualcos'altro che vuoi aggiungere?

Spero solo che piaccia a tutti e se a un numero sufficiente di lettori piace il film, forse ci lasceranno fare un sequel.

Fenice dimenticata si apre oggi nei cinema di tutto il paese.



^