Supergirl

Esclusivo: Tom King sulla 'forza nascosta' che guida Supergirl nel nuovo fumetto 'Woman of Tomorrow'

>

La carriera di scrittore di fumetti di Tom King esiste in fasi e, a sentirlo raccontare, al momento sta uscendo da una fase un po' più oscura.

'ho avuto un ossessione era nella mia testa che dovevo grattare e uscire, e questo è diventato Rorschach e Strane avventure e, in una certa misura, pipistrello/gatto . Ed era l'altro lato di ciò che Mister Miracolo e Eroi in crisi erano', ha detto King a SYFY WIRE. «Si trattava di affrontare il male e continuare a vivere. E la [fase successiva] era del tipo, perché dobbiamo affrontare il male? Il male provoca due emozioni. Porta conforto nel fatto che lo combatti, e c'è conforto in questo, ma provoca anche rabbia nel fatto che esiste ed è frustrante.

'Quindi, quei libri sono, e ne sono super orgoglioso, sono libri del 2020', ha continuato King. 'Sono libri sul perché le cose vanno male e su come questo ci cambia, libri scritti dalla rabbia.'



poi è arrivato Supergirl: la donna di domani , la nuova serie di 12 numeri di King con l'artista Bilquis Evely, che è stata lanciata il mese scorso e ha offerto qualcosa di considerevolmente più luminoso di gran parte degli altri lavori più recenti di King, qualcosa ispirato da quello che ha soprannominato un 'barlume di speranza' per il futuro nel 2021.

'Non sto dicendo che tutto sia perfetto, buono o cattivo, ma per un po' è sembrato che avessimo preso la strada sbagliata. E credo davvero in questo paese e credo che possa andare avanti. E sembrava che non stessimo andando avanti. E poi sembrava, 'Oh, noi potere andare avanti'', ha spiegato King. 'Quindi quando scrivo Supergirl , è molto di più da un luogo di... non un luogo di ingenuità, ma un luogo di ottimismo e cuore. Quindi, sì, questa è la differenza per me, quello che vedo come l'inizio di un'idea.'

Con quell'ottimismo in atto, King iniziò a costruire un nuovo tipo di avventura per Kara Zor-El, iniziando nel primo numero della serie mettendola ubriaca in una taverna su un pianeta lontano, quasi ispirato alla spada e alla stregoneria, dove lei ha un incontro casuale con Ruthye, una ragazza determinata in cerca di un guerriero che l'aiuti a catturare l'uomo che ha ucciso suo padre. La struttura di una giovane ragazza desiderosa che cerca aiuto da un combattente riluttante, burbero e segnato dalla battaglia è molto presa in prestito dai classici western come Vero coraggio , qualcosa che King attribuisce ai redattori Brittany Holzherr e Jamie S. Rich. Poi ci sono gli strani nuovi mondi che Supergirl sta esplorando, che deriva dall'amore di Evely per gli epici fumetti di fantascienza degli anni '70.

cesio quarzo plutonico e acqua

«È scritto per lei, pensando alla sua arte. Quando ha iniziato, avevo una vaga idea di cosa sarebbe stato il libro, la premessa del libro, ma poi quando qualcuno dice che Bilquis lavorerà su un libro, è proprio come se avessi vinto alla lotteria ', ha detto King. 'E così quando ha detto di sì, ho pensato, 'Cosa vuoi disegnare?' E ha inviato una moodboard di forse 20 scatti dai fumetti di base che amava. Ed erano molto gli anni '70, lo stile europeo, francese, il Moebius, la roba più astratta di [John] Buscema e Gil [Kane]. Un sacco di cose con la telecamera tirata indietro dove puoi vedere uno sfondo incredibile e una piccola figura contro di esso e puoi sentire l'immensità di un fumetto.'

Ha continuato, 'E io ero tipo, 'Oh sì, ecco cos'è. Questo è nostro Incal . Questo è lo stile a cui ci appoggeremo, questa arte di fumetti di fantascienza europea degli anni '70.' E voglio dire, lei lo mette insieme in un modo che è semplicemente sbalorditivo.'

Nelle esclusive pagine di anteprima qui sotto, puoi vedere quanto l'influenza dei fumetti di fantascienza degli anni '70 si insinui nel numero 2, mentre Kara e Ruthye iniziano un lungo viaggio attraverso la galassia su quello che è essenzialmente un bus spaziale, completo di alieni che sono nessuno troppo contento di Superman e vorrebbe prendersela con suo cugino. Nonostante le distrazioni, è un'esperienza di legame per entrambe le donne.

Supergirl donna di domani 2 1Credito: DC Comics Credito: DC Comics Credito: DC Comics Credito: DC Comics Credito: DC Comics Credito: DC Comics Credito: DC Comicsnascondi miniature mostra miniature

'In molti modi, questa è una storia d'amore. Non una storia d'amore romantica, ma una storia d'amore tra questi due personaggi, Kara e Ruthye, e questo è l'inizio', ha detto King del numero 2. 'Ovviamente non si conoscono molto bene nel primo numero. E qui, questi sono loro insieme per due mesi bloccati praticamente su un autobus Greyhound seduti uno accanto all'altro, e loro imparano a conoscersi e imparano come l'altro fa clic.'

'Voglio dire, è stato rubato da quel vecchio film, È successo una notte , dove sono Clark Gable e Claudette Colbert su un autobus per l'intero film e si lanciano [in] avventure e si innamorano lentamente. Questo era il senso. Era come, 'OK, questi sono due personaggi che iniziano a legare appena prima di cadere nel fango.' Penso che fosse quello che volevo fare con la loro relazione.'

L'arte di Evely ha giocato un ruolo chiave nella formazione Supergirl: la donna di domani sia visivamente che emotivamente, ma King attribuisce anche ad altre influenze oltre ai suoi diretti collaboratori per aver contribuito a plasmare la storia, inclusi due colleghi creatori di fumetti. Uno era precedente Supergirl lo scrittore Steve Orlando, che King ha chiamato quando ha iniziato a lavorare al libro per alcune intuizioni su ciò che distingue Kara Zor-El dai suoi parenti kyrptoniani.

tanto tempo fa in una galassia lontana lontana lontana

L'intuizione di Steve è stata quella di dire: 'Supergirl ha un'origine che la rende molto distinta. [Lei e Superman] non hanno la stessa origine, sebbene provengano entrambi da un pianeta distrutto, Supergirl ha vissuto su quel pianeta distrutto. Non era una persona a cui era stato detto dell'Olocausto, era lei che viveva l'Olocausto.' E Steve ed io siamo entrambi di fede ebraica, colpisce duro', ha detto King. 'E così, è lì che mi ha aperto gli occhi su, 'Oh, questo è ciò che la rende diversa.' Perché avevo scritto una storia di Superman che amavo, e amo Superman, e penso che avrei potuto scrivere una storia molto simile per Supergirl in cui lei è un essere umano ideale che continua a fare cose ideali. Penso che quelle storie siano fantastiche, ma è stato allora che ho capito che c'era qualcosa con cui giocare che non c'era in Superman, una forza nascosta e un dolore nascosto, e queste cose spesso vanno fianco a fianco, che potremmo davvero enfatizzare a rendono questa una serie incredibile.'

ho scoccato una freccia in aria

L'altro creatore chiave che King attribuisce come influenza era, purtroppo, qualcuno non disponibile con cui parlare direttamente: il leggendario scrittore di fumetti Otto Binder, che ha reso Shazam (allora chiamato Captain Marvel) un'icona prima di passare alla DC Comics e aiutare a rivitalizzare la famiglia Superman , inclusa la creazione di Supergirl da un luogo profondamente personale.

'[Binder] ha avuto questa figlia che ha idealizzato, ogni sua descrizione è la ragazza americana ideale degli anni '50, ed era bella e intelligente e ha messo tutte le sue ambizioni, era la sua unica figlia, in lei e lei è stata uccisa da un incidente d'autobus quando aveva 16 anni', ha spiegato King. “Ed è stata l'ispirazione sia per Supergirl che per Mary Marvel. E l'idea che Supergirl sia iniziata come qualcuno che cercava di catturare l'essenza della propria figlia nella finzione, e poi la figlia è morta tragicamente, ma l'idealizzazione fittizia è andata avanti, non lo so, mi è sembrata un pezzo di magia . Sua figlia è morta ma questo riflesso della sua vita. Non lo so. C'è del potere in questo».

Anche se quei libri che coprono le sue preoccupazioni per il 2020 stanno ancora uscendo quest'anno, e ora è al lavoro su una serie DC Black Label appena annunciata con Christopher Chance, il bersaglio umano , Supergirl sembra occupare un posto speciale nella vita lavorativa di King al momento. Alla domanda sull'impatto che spera di avere sull'eredità del personaggio, la sua risposta è stata semplice: aggiungere l'evidenza che lei merita di essere un 'pilastro' dell'Universo DC, con la fornitura infinita di nuove avventure che comporta.

«Dovrebbe sempre avere un libro. Dovrebbe esserci sempre un posto dove le persone possono andare per buone storie di Supergirl', ha detto King. 'Quindi spero che questa sia l'eredità: dimostrare che possiamo raccontare storie incredibili di Supergirl con questo personaggio, che è vitale per l'universo DC. E spero che alla fine ci dovrebbe essere un piccolo scambio, se qualcuno dice: 'Supergirl fa schifo, non è divertente', ecco lo scambio che dimostra che è fantastica. È lo stesso obiettivo che avevo per Superman: Su nel cielo dove puoi solo, se odi Superman e vuoi solo leggere qualcosa dove imparerai ad amarlo, puoi leggere Superman: Su nel cielo . Ho avuto la stessa cosa con Supergirl.'

Supergirl: la donna di domani #2 è nei negozi il 20 luglio.

Questa intervista è stata modificata e condensata per lunghezza e chiarezza.



^