Gioco Di Prestigio

Esclusivo: Jacob Latimore di Sleight sull'interpretazione di un eroe che unisce scienza e magia

>

Con i film di supereroi che diventano sempre più grandi e gonfi di anno in anno, è stata creata un'opportunità per i registi di trovare modi più intimi e sottili per esplorare il genere degli eroi. Caso in questione, il debutto teatrale del regista/scrittore J.D. Dillard, gioco di prestigio .

Ambientato nella Los Angeles contemporanea, il racconto indie drammatico/fantascientifico (-ish) racconta la storia di Bo (Jacob Latimore), un carismatico mago di strada che rinuncia a una prestigiosa borsa di studio di ingegneria per prendersi cura della sua giovane sorella sulla scia della morte della loro madre. Un eroe di tutti i giorni che cerca di sbarcare il lunario, Bo finisce per spacciare droga per un benestante spacciatore locale (Dulé Hill) che lo trascina nel lato grintoso e violento della loro professione. Tuttavia, fondendo le sue abilità di destrezza con il suo intelletto scientifico, Bo trova un mezzo per sfuggire al suo destino in un modo del tutto elevato e forse 'super' inaspettato.

La premessa e l'esecuzione funzionano grazie all'affascinante interpretazione di Jacob Latimore , che rende Bo un eroe imperfetto e riconoscibile che si appoggia al suo cuore e al suo cervello piuttosto che alle pistole e alla violenza che definiscono le sue circostanze. Meglio conosciuto per i suoi ruoli recenti in film di genere Il corridore del labirinto e Bellezza collaterale , Latimore nei panni di Bo consolida la sua presenza come nuovo attore a Hollywood navigando con grazia nei battiti emotivi e fisici che rendono gioco di prestigio così unico.



Ingrandire

In una recente conversazione con Latimore, abbiamo discusso di ciò che lo ha affascinato del viaggio di Bo, i problemi di raccogliere abilità magiche di strada e cosa pensa della sorprendente evoluzione di Bo nel film.

Quando leggi J.D. Dillard e Alex Theurer's gioco di prestigio sceneggiatura, cosa ti ha catturato per primo?

La cosa per me era che era molto autentico e diverso. Abbiamo molte delle stesse trame e situazioni, e ho pensato che fosse una narrativa davvero interessante di lui che potrebbe essere un supereroe. Era anche molto riconoscibile dove è un ragazzo giovane e intelligente che si prende cura della sua sorellina e ama la magia di strada. L'equilibrio tra la magia della strada e il suo spaccio di droga era bello con cui giocare. Come attore, cerchi quegli strani copioni che ti mettono in una luce diversa. Sono all'inizio della mia carriera e voglio essere conosciuto per fare una varietà di cose. Ho pensato che fosse incredibile farne parte.

Bo è un eroe modesto di tutti i giorni, che non è sempre rappresentato nei film in cui il protagonista è coinvolto nello spaccio di droga. Sei stato subito empatico per la sua situazione?

Star Wars l'episodio finale di guerre dei cloni

Quando l'ho letto, ho sempre visto Bo come un ragazzo simpatico. È un ragazzino con il carisma che porta in tavola un mago di strada. E guardando la sua vita personale, rinuncia alla borsa di studio per prendersi cura della sua giovane sorella, quindi non è un ragazzino egoista. Era evidente fin dall'inizio.

Essere un mago credibile è la chiave per acquistare i diversi talenti di Bo. Come ti sei allenato per essere all'altezza delle sue capacità?

J.D. e Alex mi hanno inviato un sacco di link ai ragazzi di Fontaine [card] mentre mostriamo le loro carte nel film. Questo ragazzo di nome Zach (Mueller) ha un sacco di fantastici tutorial online e ti mostrano come tenere le carte e mescolare. Volevo assicurarmi di conoscere le basi. Volevo sentirmi a mio agio anche tenendoli nelle inquadrature o distribuendo le carte nelle scene.

Sei stato in grado di eseguire tutte le illusioni di Bo?

Per la maggior parte dei primi piani, abbiamo avuto un raddoppio di mano incredibile. Ma per la maggior parte delle riprese, ho tenuto le carte in mano e ci giocavo semplicemente. E il mago sul set mi insegnerebbe come fare le cose, ma non lo metterei mai giù perché le mie mani sono minuscole. ( Ride ) Era qualcosa in cui avrei dovuto rimanere nella mentalità per trasformare letteralmente quel mese [di riprese] in Bo.

Cosa è stato più complicato da padroneggiare per te, l'azione o la magia?

Le carte sono la cosa più complicata perché è qualcosa che non ho mai fatto prima. I proiettili galleggianti non sono così difficili. ( Ride )

Vendi anche quanto sia intelligente Bo con la sua attitudine scientifica e la sua esecuzione per tutto il film. La scienza è venuta naturale?

Ero tipo, 'J.D., cosa sto dicendo?' ( Ride ) Stavo solo cercando di renderlo il più naturale possibile. La matematica è ovviamente qualcosa con cui Bo era molto, molto a suo agio, quindi volevo farla scorrere. Abbiamo fatto un sacco di prove e letture di chimica per svolgere il nostro lavoro.

Hai un grande ensemble nel film, tra cui Seychelle Gabriel, Dulé Hill e Sasheer Zamata. C'è stata una scena con qualcuno degli attori che ti ha aiutato a definire Bo?

Penso che durante la scena in cui il personaggio di Dulé mi invita nel suo ufficio e abbiamo quel momento in cui scopre che gli sto tagliando la droga. È stato un momento davvero, davvero agghiacciante per me perché anche se è una pistola di scena e c'era sicurezza tutto il tempo, essere in quel momento con una pistola puntata in faccia. Dulé è un tipo molto energico e di grande personalità, quindi per lui interpretare questo cattivo è molto diverso. E poi Bo sta cercando di essere il duro, ma si ritrova troppo in profondità nel buco per strisciare fuori. È stato il momento più memorabile delle riprese.

[SPOILER per la fine del film]

La fine del film si chiude con un ritmo molto enigmatico per Bo che lascia il pubblico interrogativo su quanto questa esperienza lo abbia cambiato radicalmente. Come l'hai interpretato?

Quando l'ho letto, ho pensato che Bo potesse essere qualcos'altro se davvero lo avesse voluto. Non lo so. Penso che Bo avesse questa ossessione per la magia e quando cade in quel mondo oscuro, ha dovuto fare ciò che sa meglio per proteggere la sua famiglia e spaventare questi ragazzi. Ha usato il suo potere cerebrale per farlo, e quando si è reso conto di quanto fosse potente, non so se lo userà per migliorare le sue caratteristiche da mago o da supereroe. È difficile dire cosa farebbe Bo perché dice al personaggio di Seychelle: 'Posso fare qualcosa che nessun altro può fare'. Per essere un mago, devi fare cose fuori dall'ordinario e uscire dagli schemi. Non sai mai cosa farà Bo dopo. Ma questo è nelle mie tasche con J.D. su chi sarà Bo. Sarà un ragazzo a Las Vegas o sarà Static Shock? Era il modo migliore per lasciarlo a noi, e lasciarlo alle persone.

Hai già parlato di un seguito?

nuova camera scoperta nella piramide

Non ne abbiamo parlato a fondo. Lo abbiamo buttato là fuori e ci abbiamo scherzato su, ma il film uscirà e vivrà con le persone. Non si sa mai veramente, ma potrebbe essere qualcosa di più grande in futuro.

Hai girato questo in un paio di settimane nell'estate del 2015, quindi c'è stata molta distanza tra la produzione e l'uscita. Eri nervoso di vedere finalmente il film finito?

Sì, l'abbiamo girato in poche settimane. Quando vedo un film, mi spavento perché quando giri qualcosa così velocemente non ti aspetti che l'aspetto del film e il montaggio abbiano un tale successo. Ma io ero tipo, 'Yo, questa è roba Marvel nella vita reale qui!' ( Ride )

gioco di prestigio esce nelle sale il 28 aprile.



^