Interviste

L'evoluzione di Anna ed Elsa, da Frozen a Frozen II

>

Una delle cose più notevoli dell'originale Congelato è così che ha rappresentato parte di un cambiamento epocale per i film della Disney in termini di rappresentazione dell'amore. Sebbene il film non sia completamente privo di romanticismo, capovolge alcuni dei classici tropi dei film della Disney. Il film mette apertamente in discussione la logica dell'innamoramento e del matrimonio con qualcuno che hai appena incontrato, l'elemento centrale della trama di molti dei suoi antenati. In tal modo, crea spazio per raccontare una storia su un altro tipo di amore: non l'amore romantico, ma il profondo amore familiare tra due sorelle, Anna ed Elsa. È una storia di donne che salvano l'un l'altra e se stesse, senza contare su un principe per farlo.

Di recente, SYFY WIRE FANGRRLS è andato dietro le quinte dei Disney Animation Studios per vedere in anteprima alcune delle cose che vedremo nel prossimo sequel. Tra tutte le dimostrazioni di effetti speciali, i design dei personaggi e le anteprime delle canzoni, sono state ancora Anna ed Elsa a spiccare come il cuore di questo nuovo film.

Avvisi potenziali spoiler per CONGELATO II entro!



Secondo la co-regista e co-sceneggiatrice Jennifer Lee, che ha anche scritto e co-diretto il primo film, questa relazione era in prima linea nella sua mente, anche durante un viaggio di ricerca del 2016 in Norvegia e Islanda, che ha ispirato la storia finale. 'Ci siamo resi conto in questo viaggio che Anna è il tuo perfetto personaggio da favola. È un eroe normale, non magico. È ottimista. Mentre Elsa è il personaggio mitico perfetto. I personaggi mitici sono magici. Portano sulle spalle il peso del mondo. In effetti, i personaggi mitici incontrano spesso un destino tragico e ci siamo resi conto che avevamo due storie che andavano insieme, una storia mitica e una storia da favola. Nell'aspetto mitico, la paura di quel tragico destino è qualcosa di cui Anna si è preoccupata e quindi protegge sua sorella.'

Preservare la relazione tra Anna ed Elsa, pur mostrando come si è evoluta, era di primaria importanza per Hyun-Min Lee, supervisore dell'animazione per Anna. 'In questo film, abbiamo davvero cercato di concentrarci sull'assicurarci che rimanessero fedeli a chi erano nel primo film. Ma volevamo anche mostrare a tutti in chi stanno maturando mentre intraprendono questo nuovo viaggio', ha detto Lee.

'Quindi, in questo film, c'è un po' di inversione di ruolo tra i due. Nel primo film, Anna era quella senza paura, che andava avanti. «Vado solo a salvare mia sorella. Andare avanti. Non mi interessa!' E questa volta è Elsa a essere chiamata nell'ignoto. E Anna è un po' più preoccupata e nervosa per la sicurezza di sua sorella. E la grande differenza con il primo film è che Anna non è più sola.'

Anna di Frozen in una varietà di abiti da viaggio proposti

Disney

Questo cambiamento in Anna è significativo anche nei suoi costumi, ha spiegato Griselda Sastrawinata-Lemay, artista dello sviluppo visivo per il film. 'Nel Frozen II , abbiamo iniziato con il costume di Anna con la nuova icona di Arendelle, che indica la stagione autunnale', ha detto. 'Nel suo costume da viaggio, abbiamo fatto così tante iterazioni ed esplorazioni, perché cresciamo man mano che la storia cresce. E disegnare per Anna è un po' complicato, perché abbiamo deciso che Elsa avrà sempre un valore e un colore chiari, quindi sembra ghiaccio. È difficile trovare un colore che sia abbastanza brillante e abbastanza forte quando sono uno accanto all'altro. L'abito scelto è in realtà il numero 122.'

Per quanto riguarda Elsa, il suo design dei costumi è stato fortemente ispirato dal cambiamento che il suo personaggio ha subito nel primo film, afferma l'artista dello sviluppo visivo Brittney Lee, che ha parlato di come i costumi di Elsa fossero restrittivi e oscuri nelle prime parti del primo film, ma questo è cambiato adesso. 'Elsa può essere un po' più affascinante. Inoltre, non è molto limitata dai materiali del mondo reale', ha spiegato Lee.

'Una volta che 'Let It Go' è successo, abbiamo in qualche modo, um, praticamente stabilito il precedente che lei può fare i suoi vestiti con il ghiaccio. Quindi da quel momento in poi, abbiamo più libertà con lei nell'usare materiali più eterei, quindi ottiene alcuni tulle e alcune sete e questo è pensato per supportare chi è come la regina delle nevi.'

Elsa di Frozen 2 nel suo costume fatto di ghiaccio

Disney

Non si tratta solo di stili di moda, neanche; anche i movimenti di Elsa nel nuovo film sono diversi. Wayne Unten, supervisore dell'animazione di Elsa, ha discusso di un cambiamento importante nel modo in cui lancia gli incantesimi, attingendo alla danza moderna come ispirazione per i suoi movimenti per renderli più aggraziati. 'Le sue dita, per esempio, quando sta lanciando la magia, c'è un bel flusso di loro. Invece di una cosa tipo artiglio. Abbiamo fatto qualcosa del genere nel primo film. Ma questo era solo, in realtà, per illustrare un punto che... Ricorda nel primo film, Hans dice di non essere il mostro che temono che tu sia', ha detto Unten. 'E, sai, stava facendo una specie di artiglio di tipo mostro. Quindi ne siamo rimasti alla larga'.

È diventato molto chiaro che questi personaggi significano tanto per le persone che ci lavorano quanto per il pubblico che si è connesso a loro quando è uscito il film originale. Becky Bresee, uno dei capi dell'animazione e autodefinitasi fan delle fiabe da una vita, lo ha riassunto all'inizio della conversazione: 'Quando il primo Congelato la storia si è trasformata in una storia gemella, è allora che mi ha parlato davvero in un modo diverso. Ora non ci stavo lavorando solo per me stesso, stavo lavorando a un livello molto personale per le mie sorelle, ma anche per le mie figlie. Così Frozen II va ancora oltre per me personalmente, e sono così entusiasta che il mondo lo veda e che rivisiti i nostri personaggi da capo.'

Frozen II esce nelle sale il 22 novembre.



^