Terreni Di Fantasia

I giocatori di Dungeons & Dragons si rivolgono ai tavoli virtuali in numeri record a causa del coronavirus

>

Qualsiasi mago o stregone degno di questo nome sa come usare magicamente la proiezione astrale per muoversi attraverso il piano etereo mentre i loro corpi rimangono al sicuro. Dungeons & Dragons i giocatori che si autoisolano per combattere la diffusione della pandemia di coronavirus, tuttavia, non hanno questa opzione. Il COVID-19 ha posto fine alla maggior parte delle campagne che si incontrano di persona, ma fortunatamente ci sono diversi modi in cui i gruppi possono continuare a giocare da remoto, utilizzando tavoli virtuali o altre risorse online. In questo periodo di distanziamento sociale, molte di queste risorse digitali sono più popolari che mai.

Tavoli virtuali — programmi come Rotolo20 e Terreni di fantasia - sono in circolazione da diversi anni e ci sono molte parti avventurose che hanno utilizzato esclusivamente una mappa virtuale interattiva in tempo reale per giocare Dungeons & Dragons o altri giochi di ruolo fino a questo punto. Piuttosto che riunirsi attorno a un tavolo fisico, i giocatori accederanno a un sito Web, spesso uno che ha regole e meccanismi integrati nel programma; se i giocatori vivono in città o stati diversi, i tavoli virtuali possono essere l'unico modo per giocare.

la guerra dei mondi tom cruise

Ora, tuttavia, la pandemia di coronavirus ha reso il gioco virtuale l'unico modo responsabile per giocare, indipendentemente da quanto i membri del party vivano l'uno con l'altro nel mondo reale.



'Abbiamo visto un enorme picco di utenti', dice a SYFY WIRE Doug Davison, presidente e proprietario di Smiteworks USA, che ha creato Fantasy Grounds. 'Sta diventando una cosa obbligatoria in cui questo è l'unico modo in cui le persone possono ancora stare insieme e giocare'.

Davison stima un picco di 'circa dieci volte', dato che 6.000 o 7.000 nuovi utenti si sono iscritti a Fantasy Grounds negli ultimi due giorni prima della nostra conversazione di giovedì scorso. Roll20 ha visto anche un notevole aumento di nuovi utenti, e non solo negli Stati Uniti. Nolan T. Jones, cofondatore e managing partner di Roll20, afferma che il sito ha visto un'impennata iniziale in Italia, che è stata colpita duramente dal coronavirus all'inizio di marzo.

'Questo ci ha permesso di fare un po' di preparazione e di lavorare per capire quali sarebbero stati i prossimi regni su questo', dice Jones a SYFY WIRE, spiegando che ha aiutato Roll20 a prepararsi per un simile afflusso di giocatori per la prima volta per quando le cose si sono messe male nel USA 'C'è stato un giorno la scorsa settimana in cui abbiamo avuto più italiani iscritti al servizio che americani. Non ci era mai successo prima.'

Rotolo20

Credito: Roll20

D&D Beyond – che tecnicamente non è un tavolo virtuale ma più un creatore di personaggi e un compendio che viene spesso utilizzato in combinazione con altri strumenti per il gioco online – sta anche subendo un aumento di COVID-19. Adam Bradford, vicepresidente di Tabletop Gaming di Fandom, che possiede D&D Beyond, afferma che il numero normale di nuovi utenti del servizio è raddoppiato nelle ultime due settimane e stanno anche assistendo a un aumento simile nel numero di utenti attivi. Inoltre, Avare, un bot che D&D Beyond ha creato per facilitare il gioco online sul popolare servizio di chat di gioco Discord, ha visto un triplice utilizzo.

capitano pianeta e i planetari

'Nelle ultime due settimane, in particolare, stiamo assistendo a un coinvolgimento sulla piattaforma più alto che mai, poiché ovviamente le persone stanno a casa e cercano di divertirsi attraverso i giochi', afferma Bradford.

film come 28 giorni dopo

Sia per i Dungeon Master che per i giocatori, il passaggio al digitale non è privo di lati negativi. ('La cosa numero uno che manca ai tavoli virtuali è la pizza', dice Jones, scherzando solo a metà perché cibo e snack sono parte integrante dell'aspetto sociale di molti giochi di persona.) Giocare con un tavolo virtuale significa imparare a utilizzare una nuova interfaccia, che può essere una barriera per alcuni. E, visto come funziona la licenza, per integrare completamente tutti i funzionari Dungeons & Dragons materiale, un DM potrebbe aver bisogno di riacquistare versioni digitali di libri che ha già acquistato una volta, anche se questa non è una necessità.

'La cosa che chiaramente ti mancherà quando giochi a distanza durante questa crisi è l'interazione umana', dice Bradford. 'Ti mancheranno le piccole battute sulla conversazione laterale che accadono, dovrai rallentare il ritmo del gioco. Mancheranno alcune delle interazioni e degli elementi del linguaggio del corpo fisico che rendono questo gioco così eccezionale. Ma, ancora una volta, penso che sia assolutamente meglio che non poter giocare affatto, e tutti abbiamo bisogno di un po' di intrattenimento dato che ci stiamo isolando da soli.'

Tutti coloro con cui SYFY WIRE ha parlato hanno raccomandato ai giocatori di utilizzare una sorta di programma di videoconferenza, come Google Hangouts o Zoom, oltre a un tavolo virtuale. Essere in grado di vedersi aiuta a sostituire parte di quell'interazione sociale mancante e può aiutare a ridurre la diafonia, la rovina di qualsiasi telecomando D&D sessione. (Un consiglio per evitare che i membri del tuo gruppo parlino accidentalmente sul tuo discorso epico? Diventa il barbaro di livello 12 che alza la mano.)

Terreni di fantasia

Credito: Fantasy Grounds

Ci sono vantaggi nel gioco virtuale oltre alla semplice possibilità di giocare durante questo periodo di distanziamento sociale. Fantasy Grounds e Roll20 offrono ai DM modi per creare dungeon con una sorta di 'nebbia di guerra', il che significa che i giocatori possono vedere solo ciò che il DM vuole che vedano. Fare questo nella vita reale spesso richiede di disegnare al volo o oscurare a casaccio una mappa pre-disegnata con pezzi di carta e rimuoverli secondo necessità. Inoltre, Davison afferma che la versione più recente di Fantasy Grounds ha una funzione che consente ai giocatori e ai DM di 'parlare' nelle varie lingue conosciute dai loro personaggi. I personaggi che parlano il nanico, ad esempio, sarebbero in grado di leggere il testo scritto, ma i personaggi che non lo parlano vedrebbero solo rune incomprensibili nella loro chat.

Ci sono molte opportunità per i giocatori che si stanno spostando nel mondo virtuale per portare la loro campagna al livello successivo, ma è importante non lasciarsi sopraffare.

'Il mio più grande consiglio è che non devi fare tutto. Proprio come i giochi da tavolo in generale, a volte se ti stai appassionando Dungeons & Dragons , tu dici 'Oh mio Dio, devo leggere tutti questi manuali altrimenti non sarò bravo in questo.' Questa è una falsa paura', assicura Jones. 'Lo stesso con gli strumenti da tavolo virtuale. 'Oh mio Dio, devo impostare ogni macro e utilizzare ogni funzione.' No, siamo un set di strumenti, puoi usare tanto o poco se vuoi.

la vita segreta delle salsicce da compagnia

'Lo paragonerei a come alcune persone giocano con una lavagna cancellabile a secco e alcuni pennarelli, alcune persone escono e comprano bellissime figurine e modellini di castelli', continua. 'Nessuna di queste versioni di gioco è sbagliata, fai ciò che ti sembra giusto e divertiti.'

Non è chiaro quanto durerà ancora la pandemia di coronavirus, anche se ci sono stime che passeranno mesi, forse più di un anno, prima che le cose tornino alla normalità. Sarà un periodo lungo, incerto e spaventoso, ma almeno i giocatori hanno ancora la possibilità di fuggire in un mondo fantastico per un paio d'ore di tanto in tanto.

'Se questo tipo di crisi si verificasse nel nostro mondo 30 o 40 anni fa, non potremmo nemmeno essere in grado di continuare il gioco', afferma Bradford. 'È una crescita enorme che abbiamo la tecnologia a nostra disposizione. I giochi regolari di amici e familiari che hanno giocato per, potenzialmente, anni possono continuare a giocare durante questo periodo.'




^