Interviste

DuckTales the Movie: Treasure of the Lost Lamp è stato un vero esperimento Disney

>

Tre decenni fa oggi, DuckTales the Movie: Il tesoro della lampada perduta ha iniziato la sua uscita improvvisa e tranquilla nelle sale, diventando rapidamente un ripensamento tra i più grandi film d'animazione Disney dei primi anni '90. Eppure, mentre i suoi incassi al botteghino e la sua posizione nella storia direbbero il contrario, Tesoro della lampada perduta esiste come un film significativo nella grande storia dello studio di animazione più famoso del mondo.

Basato sull'estremamente popolare e iconico Racconti di paperi serie animata (che si svolge tra la terza e la quarta stagione degli spettacoli), il film segue Scrooge, Launchpad, gli avventurosi nipoti del miliardario Huey, Dewey e Louie; e Webbigail Vanderquack, mentre viaggiano in Egitto alla ricerca del tesoro perduto di Collie Baba. Una mappa del tesoro trovata tra gli effetti personali del leggendario ladro li porta in una piramide nascosta, dove la banda non solo trova il tesoro di Baba, ma anche una vecchia lampada che contiene un genio all'interno.

Anche Merlock il Mago, un lupo malvagio che può cambiare forma in qualsiasi animale scelga grazie a un potente amuleto, vuole anche quella lampada. La lampada, insieme al suo amuleto, darebbe a Merlock un potere illimitato, quindi Paperone e compagni devono cercare di impedirgli di fondere i due oggetti magici in modo da poter proteggere il loro nuovo amico il genio (che i bambini chiamano Gene) dal stregone malvagio - e per tenere le mani di Merlock lontane dagli amati soldi di Scrooge.



Tesoro della lampada perduta è stato il primo lungometraggio prodotto dalla Walt Disney Television Animation, sotto il nuovo marchio MovieToons, e il primo lungometraggio d'animazione Disney a non essere animato presso i Walt Disney Animation Studios di Burbank, in California. Invece, è stato esternalizzato a diversi studi in Europa, Asia e Oceania. La Disney voleva sperimentare, David Weimers, che ha creato Racconti di paperi e insieme al suo partner Ken Koonce, ha scritto la maggior parte dei primi episodi della serie, ha detto a SYFY WIRE. Volevano vedere se potevamo fare una sorta di 'Disney-lite', un lungometraggio, ma per meno soldi; volevano anche vedere se [gli animatori stranieri] potevano avere successo, quindi abbiamo creato studi speciali a Londra, Francia e Australia.

Lo studio francese, dove sono stati realizzati la maggior parte dello sfondo, dei layout e dell'animazione, occupava due piani in un edificio per uffici a Montreuil, un sobborgo di Parigi, ed era supervisionato dai fratelli Brizzi, animatori e registi francesi che hanno venduto il loro studio a Disney nel 1989. Pierre Lyphoudt, che ha iniziato a lavorare nell'animazione con Tesoro della lampada perduta , iniziando come intermediario prima di essere promosso ad assistente animatore (e che è cresciuto collezionando i fumetti di Carl Barks su cui si basava la serie) ha fatto eco al sentimento di Wiemers. È stato un test per i francesi, ha detto a SYFY WIRE su Zoom. Volevano vedere se gli animatori francesi sarebbero stati in grado di fare questo tipo di film. Tuttavia, l'eccitazione di lavorare su un film Disney era palpabile. 'È stato molto grande per noi, la Disney è venuta qui a Parigi, è stato incredibile', ha detto Lyphoudt. Non c'era Pixar o DreamWorks, la Disney era davvero l'unica a fare lungometraggi.

Nonostante Tesoro della lampada perduta era separato sia in senso figurato che letterale dallo studio di Burbank, lo studio principale ha avuto un certo coinvolgimento nella produzione del film. Larry Ruppell - l'unico americano nello staff - che lavora come assistente animatore nel film, ha detto a SYFY WIRE che lo studio principale Disney, ha disegnato i personaggi e realizzato gli storyboard, in seguito, allo studio di Parigi sono stati consegnati i disegni, insieme alla colonna sonora del film , e una volta che l'animazione è stata completata e approvata, gli storyboard sono stati inviati in Cina dove sono stati dipinti su cel, il film è stato l'ultimo lungometraggio Disney a utilizzare l'animazione cel mentre la Disney è passata alla pittura digitale e ai disegni inchiostrati a partire da I soccorritori Down Under .

Nelle settimane precedenti la sua uscita, la Disney ha promosso il film con un indiana Jones poster in stile — disegnato da Tempio del destino e L'ultima crociata il designer di poster Drew Struzan, grazie al fascino ossessivo del presidente della Disney Television Animation Gary Kriesel per l'iconica serie di Steven Spielberg. Ha sempre voluto che tutto fosse predatori dell'arca perduta , ha ricordato Weimers, e gli ho detto: 'Queste sono anatre con cui abbiamo a che fare, semplicemente non può essere predoni .' Alla fine, Kriesel ha realizzato il suo desiderio, non solo nel poster ma anche nella title card del film, ho perso quella battaglia, ha detto Weimer, e puoi dire che sono ancora amareggiato.

ducktales la locandina del film

Credito: Disney

Weimers è stato anche il doppiatore del film e, mentre preparava le audizioni per ricoprire i ruoli dei nuovi personaggi, aveva in mente solo una persona per dare voce al genio: volevo Robin Williams. Weimers e Williams sono entrambi entrati nel settore nello stesso periodo e hanno lavorato insieme in precedenza su Mork e Mindy . Per portare la voce di Williams nell'animazione, Weimers ha chiamato Jeffrey Katzenberg, attualmente fondatore di Quibi, co-fondatore ed ex CEO di DreamWorks Animation e all'epoca presidente di Walt Disney Studios.

Ho chiamato Jeffrey e ho detto: 'Voglio che Robin Williams sia la voce del genio'. Weimers ha ricordato. Ha detto: 'Penso che sia un'idea fantastica! Inizierò a lavorare con i manager di Robins e ti contatterò.' Alcuni giorni passarono senza una parola, quindi Weimers chiamò Katzenberg per un aggiornamento, il capo informò Weimers che era in trattative con il team di Williams. Pochi giorni dopo, senza ancora sapere se Williams si sarebbe diretto a Duckberg, Weimers chiamò di nuovo Katzenberg e all'improvviso, disse Weimers, Jeffrey non rispondeva alle mie chiamate.

Williams, ovviamente, avrebbe continuato a doppiare un genio, inviando i suoi talenti vocali non a Duckberg ma ad Agrabah, diventando uno dei personaggi più iconici della storia della Disney. Weimers è finito con Rip Taylor, il famoso attore e comico che lancia coriandoli. Era semplicemente un ragazzo meraviglioso, fantastico con cui lavorare, ma non ho avuto quel livello di prestazioni che hanno finito per ottenere con Robin. Trent'anni dopo, Weimers - che ha trascorso gran parte della sua pensione in crociere, tenendo conferenze e raccontando storie sui suoi anni a Hollywood - dice che il suo triste Racconti di paperi storia, è uno dei preferiti. La gente ama ascoltare la storia di Robin Williams.

Il film è uscito settimo al botteghino nel suo weekend di apertura, incassando solo 3,8 milioni di dollari, quasi la metà di quanto La Sirenetta fatto nove mesi prima. Nel complesso, ha incassato 18 milioni di dollari su un budget dichiarato di 20 milioni di dollari, poco meno di 2 milioni di dollari in meno rispetto a quello di Hannah-Barbera. Jetsons: il film .

Un sequel pianificato è stato scartato - il logo di MovieToons non sarà mai più visto in una produzione Disney - tuttavia, pur avendo scarso rendimento al botteghino, l'esperimento è stato considerato un successo. [La Disney è stata] molto colpita da ciò che stava facendo lo studio di Parigi, quindi hanno dato loro più opportunità di lavorare su lungometraggi, ha detto Ruppel. La mentalità dello studio parigino, secondo Lyphoudt, era che ci siamo riusciti, ma sapevamo che dovevamo migliorare. Lo studio francese lavorerebbe su serie TV come TaleSpin, Goof Troop , e Fuori di testa! prima del loro prossimo lungometraggio, il più riuscito e amato Un film goffo . Lo studio avrebbe continuato a lavorare su produzioni cinematografiche e televisive fino alla chiusura nel 2003.

Movietoons si sarebbe completamente incorporato nei Disney Animation Studios entro il 2003, il nome è cambiato in Disneytoons nel 2004, e avrebbero continuato a produrre principalmente versioni straight-to-video con la rara uscita teatrale, l'ultima è del 2015 Trilli e la leggenda della bestia che non c'è .

Tre decenni dopo, Tesoro della lampada perduta è stato per lo più dimenticato, forse perché per anni la sua unica uscita in DVD è stata esclusivamente per i membri del Disney Mouse Club, non ottenendo una versione completa al dettaglio fino al 2015 (è attualmente disponibile per lo streaming su Disney+). Non sarà la prima, la seconda o la quinta scelta di nessuno quando si discute dei principali film Disney degli anni '90, tuttavia, è ancora una parte significativa della storia della Disney. È stato l'ultimo lungometraggio dello studio di animazione più famoso al mondo a utilizzare la tradizionale tecnica della cel-animazione, un esperimento di un'azienda che è diventata (ammettiamolo) più a rischio, e ha aperto le porte a una serie di artisti e animatori, esaudendo il loro desiderio di lavorare su un film d'animazione Disney, senza l'aiuto di un genio magico.



^