Sgr A *

Niente panico, ma siamo 2000 anni luce più vicini al buco nero centrale della Via Lattea di quanto pensassimo

>

Una raccolta di vecchie e nuove osservazioni dal Giappone ha rivisto un paio di importanti misurazioni fisiche del Sole nella galassia: Secondo i risultati , il Sole orbita un po' più velocemente nel centro galattico e, cosa più interessante, è più vicino al centro galattico di quanto si pensasse in precedenza.

Ehi, c'è un nero supermassiccio al centro della Via Lattea! È un problema?

No. La misurazione della distanza più recente prima di questa ci ha messo qualcosa come 26.600 anni luce dal centro. Il nuovo è 25.800. È solo il 3% più vicino e siamo ancora molto lontani dal buco nero.



Se ti fa sentire meglio, sono circa 260 quadrilioni di chilometri — 260.000.000.000.000.000. Un po' un'escursione. Siamo al sicuro.

Le nuove misurazioni provengono da una tecnica chiamata radioastrometria, che utilizza le onde radio per misurare le distanze dagli oggetti. In questo caso, hanno usato la parallasse: il moto apparente di un oggetto mentre la Terra orbita attorno al Sole. Come ho già scritto:

Per riassumerlo, mentre la Terra si muove intorno al Sole, vediamo oggetti vicini con un'angolazione leggermente diversa (come tenere il pollice fuori e sbattere le palpebre prima un occhio poi l'altro; il pollice sembra muoversi avanti e indietro rispetto a oggetti più distanti ). Sappiamo quanto è grande l'orbita della Terra, quindi misurare gli angoli di movimento delle stelle ci dà la loro distanza se applichi un piccolo trigonometro.

ellie l'ultimo di noi parte 2

Vado più in dettaglio nell'episodio 'Distances' di Crash Course Astronomy , se vuoi.

Questa idea è semplice in teoria ma difficile in pratica, perché mentre la Terra orbita attorno al Sole, il Sole orbita attorno al centro della galassia e anche altri oggetti orbitano attorno ad essa, tutti in movimento a velocità diverse. È un po' complicato da districare, ma aiuta il fatto che a una certa distanza dal centro galattico le cose tendono a muoversi più o meno alla stessa velocità. Combinando ciò con la posizione in cui si trovano nel cielo, è possibile misurare le loro distanze e velocità; devi tenere conto di dove si trovano nella loro orbita e con quale angolo li vediamo. È come guardare le auto da corsa che girano su una pista: alcune sembrano essere dirette verso di te e altre lontano a seconda di dove si trovano, anche se viaggiano tutte alla stessa velocità.

È necessaria una risoluzione estremamente elevata per effettuare queste misurazioni e gli astronomi in questo caso hanno utilizzato VERA: l'esplorazione dell'interferometria della linea di base molto lunga (o VLBI) della radioastrometria. Si tratta di una serie di quattro parabole radio da 20 metri in tutto il Giappone, che utilizzano una tecnica molto sofisticata per combinare la loro potenza come se fossero un telescopio con una parabola delle dimensioni della loro impronta sull'isola. Sono distribuiti su oltre 2.000 km, quindi questo rende un grande telescopio.

Lee pace signore degli anelli
Gli astronomi hanno misurato le posizioni e le velocità di centinaia di oggetti nella galassia della Via Lattea per triangolare la posizione e la velocità del Sole, scoprendo che siamo a 25.800 anni luce dal centro e che ci muoviamo intorno a 239 km/sec. Attestazione: NAOJIngrandire

Gli astronomi hanno misurato le posizioni e le velocità di centinaia di oggetti nella galassia della Via Lattea per triangolare la posizione e la velocità del Sole, scoprendo che siamo a 25.800 anni luce dal centro e che ci muoviamo intorno a 239 km/sec. Credito: NAOJ

Hanno osservato i maser: come i laser, ma questi emettono energia a microonde invece di luce visibile . Questo è prodotto nelle nuvole di gas dove nascono le stelle. Le molecole di acqua o metanolo nelle nuvole vengono pompate piene di energia dalle giovani stelle che si formano lì, e riemettono quella luce in modo molto potente. Questi oggetti possono essere chiaramente visibili in tutta la galassia, il che li rende molto utili per la radioastrometria. Gli astronomi hanno utilizzato 224 oggetti provenienti da osservazioni vecchie e nuove per creare una mappa delle posizioni e delle velocità di tutti gli oggetti intorno al nucleo galattico .

Quando tutto questo è fatto (aiutato da un modello fisico della rotazione della galassia), si può trovare la distanza del Sole dal centro galattico, così come la sua velocità angolare (come, quanto tempo ci vuole per fare un giro di 360° intorno alla galassia , che è un'orbita).

La distanza calcolata nel nuovo lavoro, 25.800 anni luce, è infatti più vicina delle misurazioni precedenti, sebbene coerente con esse date le incertezze nelle misurazioni. La maggior parte dei metodi raggiunge circa 26.000 anni luce.

Misurare la velocità del Sole nella sua orbita attorno alla Via Lattea è più complicato (se possibile), ma alla fine ottengono una velocità di 239 chilometri al secondo. È abbastanza veloce! Ma la gravità della galassia è forte e ci vuole una stella scattante per orbitare intorno ad essa.

Nel caso in cui ti perdi, sei a 25.800 anni luce (o giù di lì) dal centro della Via Lattea. Credito: NASA/JPL-Caltech/R. Hurt (SSC/Caltech) e Phil PlaitIngrandire

Nel caso in cui ti perdi, sei a 25.800 anni luce (o giù di lì) dal centro della Via Lattea. Credito: NASA/JPL-Caltech/R. Hurt (SSC/Caltech) e Phil Plait

L'Unione Astronomica Internazionale, custode ufficiale dei nomi e dei numeri astronomici e simili™, elenca la distanza e la velocità del Sole in 27.700 anni luce e 232 km/sec. Questi sono stati adottati come standard nel 1985 , e le cose sono cambiate un po' da allora. La maggior parte delle distanze misurate sono più piccole, sebbene le velocità tendano a librarsi intorno a quel valore. Ma supponendo che il nuovo lavoro sia corretto, il Sole è in realtà quasi 2.000 anni luce più vicino al centro della Via Lattea e si muove di 7 km/sec più velocemente.

Intendiamoci, il Sole non è molto più vicino e non si muove molto più velocemente di prima! Stiamo solo ottenendo misurazioni migliori di ciò che sta effettivamente facendo.

A proposito, usando questi nuovi numeri, significa che il Sole impiega 219 milioni di anni per fare il giro della galassia una volta. Questo è talvolta chiamato Anno Galattico o Cosmico. Questo numero è inferiore alle stime precedenti (che vanno da 230 a 250 milioni di anni circa), perché il nuovo lavoro ottiene una distanza più vicina dal centro della Via Lattea (e quindi un cerchio orbitale più piccolo) e una velocità leggermente superiore.

Quel numero è di uso scientifico limitato, ma è interessante. Inoltre, il mio amico e astronomo Jessie Christensen si rese conto che questo significa che i dinosauri vivevano dall'altra parte della galassia!

In realtà è un po' più complicato di così perché l'intera galassia si muove a tutte le velocità diverse, mescolando le cose. Ma concettualmente questo è piuttosto interessante e ti dà un'idea di quanto tempo fa (e quanto tempo!) I dinosauri erano in giro e quanto è grande la galassia.

il programma televisivo flash 1990

E quanto è complicato apparentemente le cose semplici possono essere.



^