20° Anniversario Di Buffy

In difesa delle ultime due stagioni di Buffy l'ammazzavampiri

>

Non si può negare che la fine della stagione 5 sia stata un finale appropriato per Buffy l'ammazzavampiri .

Se la serie di successo di culto avesse concluso la sua corsa lì, i fan sarebbero stati sicuramente contenti e la serie sarebbe uscita su una delle sue note più alte con 'The Gift'. Joss Whedon l'ha scritto e diretto, e l'episodio è stato praticamente un capolavoro – concludendo la storia di Buffy con un po' di triste poeticismo, fornendo alcuni fugaci scorci di redenzione per Spike e un generale senso di speranza tutt'intorno.

Ma, dopo un sacco di liti aziendali e un accordo fallito con The WB, UPN è intervenuta per mantenere Buffy viva (o, sai, riportala in vita) per un accordo di due stagioni che sarebbe diventato la coda imbarazzante e dai colori adulti dello show. Sebbene la maggior parte dei fan concordi sul fatto che le stagioni 1-5 dello show siano un capolavoro, le opinioni diventano molto più feroci quando l'attenzione si sposta sull'era UPN. Ma davvero, però, Buffy le ultime due stagioni sono capitoli essenziali nel suo viaggio da ragazza della valle a letterale eroe che salva il mondo . Per alcuni motivi, in realtà.



Il passo originale di Whedon per Buffy l'ammazzavampiri era quello di capovolgere il tropo della vittima della cheerleader, ma lo spettacolo è andato ben oltre una volta che ha colpito le stagioni 4-5. Puoi solo tenere i bambini al liceo per così tanto tempo, quindi quelle due stagioni hanno spostato l'azione a U-C Sunnydale, scambiando le analogie del liceo con quelle leggermente più adulte mentre la banda era alle prese con la vita del dormitorio e le sfide della forza lavoro. Tuttavia, l'azione era ancora saldamente radicata in quello spirito adiacente al liceo, che era una parte vera di ciò che ha reso Buffy così grande in primo luogo. Ha affrontato di tutto, dai demoni letterali a quelli personali, tutto filtrato attraverso l'obiettivo di una squadra di nuoto che si trasforma in mostri di pesce o una gita di classe che scatena accidentalmente una mummia malvagia.

Le stagioni 6-7 hanno finalmente costretto Buffy e la Scooby Gang a diventare adulti . Proprio come nella vita reale, i risultati sono stati disordinati. Buffy deve affrontare il fatto che uccidere i vampiri non paga le bollette ed entra nella forza lavoro del fast-food per sbarcare il lunario (ovviamente, un cliente si rivela essere un demone mangiatore di uomini). A parte il demone, questa è una storia con cui i fan che sono cresciuti con lo show possono connettersi. L'uso della magia di Willow si trasforma anche in una pericolosa dipendenza che la contrappone alla squadra, che è un capitolo critico nel suo sviluppo come personaggio.

Era una storia più adulta che sarebbe stata in contrasto con la biblioteca e le aule della Sunnydale High, ma seguire quel percorso di dipendenza è diventata una trama critica e straziante che ha definito le ultime due stagioni. Le ultime due stagioni hanno anche mostrato che è possibile crescere oltre quello che eri al liceo, poiché Xander diventa probabilmente il membro più ben adattato e di successo della banda da adulto grazie alla sua carriera di costruttore. Il liceo non è tutto, ed è una lezione che dobbiamo imparare insieme alla Scooby Gang. Inoltre, abbiamo visto Buffy e la banda elevarsi al di sopra e salvare ancora il mondo quando è arrivato il momento. Diamine, Buffy guida anche un esercito. Non male per un hamburger, vero?

Buffy probabilmente ha avuto la transizione più difficile di chiunque altro verso l'età adulta, e questo rende il dramma avvincente in questi ultimi due anni . Dopo la morte di sua madre, la figura paterna lotta su come insegnarle l'indipendenza, prendendo alcune decisioni brutali nel processo. Sua Romeo e Giulietta La relazione del liceo finisce con Angel che salta la nave per la sua serie spin-off a Los Angeles, quindi trova l'amore tra le braccia di un vampiro molto diverso tramite Spike. Ora, il messaggio qui tende ad essere un po' confuso, poiché lo spettacolo si è infilato in una storia su una relazione emotivamente danneggiata mentre cercava anche di bilanciarla con la missione di espiazione di Spike.

È diventato un po' (ok, molto) icky e offensivo lungo la strada? O si. Purtroppo, a volte può essere anche la vita reale. Ma abbiamo visto un viaggio di quattro anni che ha trasformato Spike in un eroe in buona fede mentre lottava e inciampava ad ogni passo. Non c'è dubbio che Buffy e praticamente tutti gli altri nella Scooby Gang abbiano dei problemi emotivi per sette stagioni, ma dopo tutto quello che hanno passato, no? Solo, sai, è un peccato che l'ex violento di tutti non se ne vada per trovare un'anima e aiutare a salvare il mondo. Ehi, non può essere tutto buio, lo sai.

Poi, ovviamente, ci sono gli episodi stessi: Le stagioni 6-7 ce ne hanno regalate alcune delle migliori Buffy episodi mai immaginati nella mente di Whedon . La sesta stagione ha caratterizzato il musical fondamentale 'Once More, with Feeling', mentre la stagione 7 ci ha concesso 'Conversations with Dead People'. Una proposta rischiosa al momento (Whedon notoriamente scusato prima della messa in onda, avvertendo i fan 'potrebbe fare schifo'), il musical di Buffy è venerato fino ad oggi come una delle storie più ambiziose e creative mai raccontate in televisione. Ha anche ispirato più di qualche imitatore (con Il flash e Supergirl prendendo una crepa al concetto alla fine di questo mese).

Per quanto riguarda 'Conversations with Dead People', è fondamentalmente uno spettacolo teatrale teso incorniciato come un episodio televisivo. È stato un tour de force per il cast mostrare le proprie doti di attore, e ha messo a nudo alcune vere emozioni che ribollivano sotto la superficie da anni. Non c'è dubbio che questi due possano stare con orgoglio accanto ad acclamati episodi come 'Hush' e 'The Gift'.

La sesta e la settima stagione potrebbero non essere state le Buffy che tutti i fan volevano, ma ha raccontato alcune delle storie più dure ed emotivamente dolorose che lo show abbia mai affrontato – e questo la dice lunga. Per una generazione di fan, abbiamo potuto vedere i nostri eroi entrare nell'età adulta con noi e lottare proprio come hanno fatto loro. Valeva la pena di alzare gli occhi al cielo per tollerare i Nerds of Doom.

Ingrandire


^