Orrore

Un albero morto è tornato in vita sul prato di Stephen King... come una surreale scultura in legno

>

Il re (gioco di parole) dell'horror letterario si è appena fatto abbellire il prato davanti con un'elegante scultura in legno che ricorda una fantastica libreria. Pubblicando foto su Twitter, l'autore Stephen King ha rivelato che sua moglie, Tabitha, ha deciso di trasformare un frassino morto e appassito in 'una scultura con libri e animali'.

Il lavoro sull'intaglio, che ha richiesto poco più di un mese per essere completato, è stato eseguito con una motosega da Josh Landry , un affermato scultore del legno con sede nel Maine. Sebbene sia abituato a scolpire immagini della fauna selvatica naturale dello stato, collaborare a un progetto con la famiglia King era tutt'altra cosa. Il risultato finale è un'opera d'arte dai dettagli intricati che sembra un'estensione naturale e reale della famosa immaginazione gotica di Mr. King.

'È stato bello lavorare a casa dell'uomo responsabile di molti incubi quando ero bambino', dice Landry in esclusiva a SYFY WIRE. 'Era solo un pezzo davvero unico ed emozionante su cui lavorare.



quanto velocemente possiamo arrivare su Marte?

L'idea di una scultura ha cominciato a prendere forma quando il frassino dei re è stato abbattuto diversi anni fa. Sentendo una connessione sentimentale con esso, Tabitha si mise in contatto con Landry.

'Odiavano davvero vedere l'albero andare via, era molto speciale per loro', dice. 'Ma era al punto in cui sarebbe stato un potenziale pericolo, quindi doveva scendere. Voleva conservare un pezzo del moncone e preservarlo facendolo intagliare [così] è andata online e ha cercato e le è piaciuto molto il mio lavoro. [Lei] mi ha appena dato le sue idee e poi ho aggiunto alcune delle mie idee e siamo partiti da lì.'

Oltre a gufi, uccelli, gatti e rane, il pezzo presenta anche un Corgi in legno. Questo è molto probabilmente un cenno al Corgi di King, Molly, a cui si riferisce spesso come la 'cosa del male' sui social.

come è morto Carl nel morto che cammina?

'È stata sicuramente un'ispirazione', dice Landry. 'Hanno Corgis, quindi lo lascio [all'interpretazione]. Molte persone pensano che sia Molly, molte persone pensano che sia il loro altro Corgi. Qualunque cosa sentano, dipende da loro, ma è stato sicuramente ispirato dai molteplici Corgi che hanno.'

Se dai un'occhiata al retro della scultura, vedrai un drago strisciare fuori dal legno come un bambino xenomorfo che fa il suo ingresso grandioso dal petto rotto di John Hurt in alieno .

'Avevo chiesto a Tabitha perché questo era il suo pezzo e la sua opera. Ho detto: 'Cosa vorrebbe Stephen su questa cosa?' Mi aveva chiesto se potevo fare degli artigli di drago [o] zampe di drago nella parte posteriore', spiega Landry. 'E ho detto: 'Beh, ho una bella idea per un drago che si strappa dall'albero'. Aveva menzionato che Stephen aveva scritto il libro Gli occhi del drago ... È stato emozionante poterlo fare perché non ho mai scolpito un drago e ho sempre voluto farlo.'

Pubblicato nel 1984, Gli occhi del drago è il contributo di King al genere dell'high fantasy.

Scultura di Stephen King

Credito: Josh Landry

Scultura dell'albero di Stephen King

Credito: Josh Landry

Stephen e Tabitha sono attualmente in Florida, presumibilmente al riparo in mezzo alla pandemia di coronavirus. Finora, hanno visto il pezzo finito solo nei messaggi di testo della sorella di Tabitha, ma Landry, che non vede l'ora che la coppia torni a casa a Bangor, sa che rimarranno a bocca aperta una volta che lo vedranno di persona.

'Una foto non gli rende giustizia', ​​conclude.

fantasma della formica e della vespa

L'ultimo libro di King, Se sanguina , sarà in vendita domani da Scribner.




^