Straniero

La continua popolarità dei programmi TV di storia alternativa

>

The Darkest Timeline è una frase nata dalla stagione 3 Comunità episodio Remedial Chaos Theory che da allora è diventato una sorta di scorciatoia per qualunque orrore stia vivendo il mondo. L'urlo di Troy (Donald Glover) nel vedere il suo appartamento in fiamme può facilmente riassumere tutti gli anni dal 2016 ad oggi. Seduto accanto ad altre cinque linee temporali, questo episodio multiverso di Comunità è un giro diverso su un What If? narrativa, che spesso guarda a un evento globale come punto di partenza.

Mentre l'approccio della timeline più oscura è un'opzione popolare per il genere, adottata da Philip K. Dick e Philip Roth nei romanzi L'uomo nell'alto castello e Il complotto contro l'America (entrambi sono stati adattati per la televisione nell'ultimo decennio), non tutte le storie alternative adottano l'approccio dello scenario peggiore al concetto ecco cosa avresti potuto vincere. Di recente, diverse varianti ottimistiche si sono unite alla mischia, inclusa la serie limitata Netflix Hollywood e Quentin Tarantino C'era una volta... a Hollywood . Diversi per stile e contenuto, entrambi i progetti hanno scelto lo spettacolo e Los Angeles come fondamenta piuttosto che la politica (anche se i due si sovrappongono, ovviamente). Cosa dicono i soggetti al centro di queste diverse linee temporali del periodo in cui viviamo attualmente?

L'uomo nell'alto castello1.jpg

Credito: Amazon Prime



La narrativa che prende un evento reale e immagina un risultato diverso non è iniziata con l'esito della seconda guerra mondiale, anche se la rappresentazione di un mondo in cui i nazisti furono vittoriosi è un popolare punto di partenza di questo genere. Alcuni esempi risalgono ai romani con la sconfitta di Alessandro Magno fornendo un immaginario controstorico in Tito Livio' Storia di Roma (in alternativa indicato come libri ), che è stato scritto tra il 27 e il 9 a.C. Nel 19° secolo, le perdite di Napoleone furono trasformate in una vittoria per scopi immaginari, e Se fosse successo altrimenti era una raccolta di saggi del 1931 che offriva versioni di ciò che avrebbe potuto essere nel corso della storia, incluso chi Mary, la regina di Scott, si sposò e chi vinse la guerra civile americana.

Le narrazioni di fantascienza della metà del XX secolo hanno visto un boom in questo tipo di storia; due guerre mondiali e l'ansia atomica sono un'inebriante combinazione di ispirazione per rappresentare una realtà catastrofica, un argomento esplorato nell'ancora rilevante The Disaster of Imagination di Susan Sontag. Nel 1962, Dick's L'uomo nell'alto castello è stato pubblicato, descrivendo in dettaglio la vittoria delle Potenze dell'Asse sugli Alleati nella seconda guerra mondiale (con una svolta successiva nel romanzo).

iconici mostri di d&d

Adattato per la TV nel 2015, il creatore Frank Spotnitz probabilmente non aveva previsto quanto sarebbero diventati deprimente rilevanti i cattivi al centro di questa storia. La coincidenza gioca un ruolo nella tempistica di una serie, ma ci sono anche fattori culturali che alimentano programmi TV e film per adattarsi all'umore del mondo, così come il modo in cui gli spettatori rispondono a loro. L'adattamento HBO del 2020 di David Simon del romanzo di Philip Roth del 2004 Il complotto contro l'America assume una nuova urgenza nel prendere in considerazione l'attuale amministrazione. Se leggi il romanzo, è sorprendente quanto sia allegorico al nostro momento politico attuale. Lo ha scritto ovviamente senza Trump in mente. Questo è stato pubblicato nel 2004, Simon ha detto a NPR in a recente intervista . I fatti sono spesso più strani della finzione, quindi qualcosa che non è stato scritto con un'intenzione o una figura particolare può ancora riflettere uno scenario di vita reale.

Il complotto contro l'America

Credit: Michele K./HBO

Nel Il complotto contro l'America , Charles Lindbergh — un simpatizzante nazista — batte Franklin D. Roosevelt nelle elezioni presidenziali del 1940, scatenando un'ondata di antisemitismo. Il bambino al centro della storia è una versione dell'autore Philip Roth, che la rende una storia personale in una versione della storia che non è avvenuta. L'adattamento di questo romanzo ora fa una dichiarazione sull'attuale stato fratturato non solo degli Stati Uniti, ma del mondo. L'allegoria è un modo di tradurre e comprendere gli eventi; collocando qualcosa in un passato che ha svoltato a destra invece che a sinistra, mette distanza tra il presente che divide e un evento storico con un esito diverso. Tuttavia, il pubblico riconosce e traccia il confine tra ciò che avrebbe potuto essere e le minacce molto immediate al panorama politico. L'arte ci aiuta a dare un senso al trauma e le storie alternative aiutano a riflettere le ansie ritraendo un passato turbolento che non è mai stato. È per questo che un evento politico come un'elezione o i vincitori di una guerra mondiale tendono a fornire il quadro di queste narrazioni.

Debuttando a novembre 2019, Per tutta l'umanità è uno dei programmi di punta di Apple TV+, che prende un momento decisivo del 20° secolo e ribalta il risultato. In questo caso, l'URSS è sbarcata sulla luna prima che Neil Armstrong potesse pronunciare le parole immortali del suo titolo. A prima vista, questo non sembra come monumentale come chi è diventato presidente o chi ha vinto la seconda guerra mondiale, ma il dramma di Ronald D. Moore descrive in dettaglio l'impatto che questo avrebbe avuto sul morale della nazione al culmine della tensione della Guerra Fredda.

Per tutta l'umanità gli astronauti ufficiali

Fonte: Apple

Nel primo episodio, la speranza viene messa sul ceppo se la missione Apollo 11 fallisce. Non è il tipo di discorso di incoraggiamento che di solito ricevi dal centro di controllo di Houston, ma in quelle versioni dello sbarco sulla luna, gli Stati Uniti non sono stati battuti e il presidente non ha il fiato sul collo. L'effetto farfalla inizia nell'episodio pilota in cui Ted Kennedy annulla la sua festa di Chappaquiddick, il fine settimana che ha provocato la morte di Mary Jo Kopechne. Senza questo scandalo, Kennedy è un potenziale rivale di Nixon nelle prossime elezioni.

Piuttosto che allontanarsi dal programma spaziale, la NASA deve tenersi in punta di piedi con i loro rivali, quindi quando i sovietici inviano astronaute donne sulla luna, danno alle donne la possibilità di lasciare il segno in questo ruolo di primo piano. La storia alternativa non deve significare una linea temporale senza progressi - infatti, in questo caso, le donne hanno l'opportunità di far parte di questo programma molto prima che lo facessero nella realtà.

1122630005.jpg

Attestazione: Hulu

Un 'E se?' la narrativa ambientata negli anni '60 probabilmente riguarderà in qualche modo la famiglia Kennedy. Per tutta l'umanità si apre con un montaggio dei discorsi sulla corsa allo spazio di JFK che sono una parte importante della sua eredità. L'assassinio del 1963 ha fatto un buco in questo decennio, che è ciò che il romanzo di Stephen King è diventato la miniserie di Hulu 22.11.63 è incentrato su, e la cospirazione che segue l'evento lo rende ideale anche per questo tipo di storia. Il protagonista Jake Epping torna indietro nel 1960 per fermare l'assassinio di Kennedy; tuttavia, quando ( avviso spoiler ) Jake ferma con successo le riprese, ha un impatto dannoso. Tornando al 2016, Jake trova una landa desolata perché, dopo i due mandati di Kennedy, il governatore dell'Alabama George Wallace diventa presidente. Si tratta di stare attenti a ciò che si desidera: l'erba non è sicuramente sempre più verde dall'altra parte.

Cambiare gli eventi fa parte del DNA di Salto . che si concentra sulla vita delle persone normali mentre il dottor Sam Beckett (Scott Bakula) salta in vari umani per cambiare il passato in meglio. Occasionalmente, apparivano nomi di spicco come JFK, incluso il doppio conto in cui Sam salta in Lee Harvey Oswald. Sam non è mai stato concepito per fermare la morte di Kennedy, piuttosto si lancia nel corpo di un agente dei servizi segreti appena in tempo per salvare la First Lady. Nel Salto versione degli eventi, anche Jackie è una vittima in questo giorno di novembre. È sorprendente che lo show ABC dei primi anni '90 non abbia ancora avuto un riavvio – con il cast giusto, potrebbe essere fantastico – e c'è qualcosa di incredibilmente promettente in questa serie perché si concentra su piccole storie (con la strana eccezione).

senza tempo_-_still_-_h_-_2016.jpg

Credito: NBC

Senza tempo e straniero hanno motivazioni opposte riguardo alla conservazione della storia. Il Senza tempo fa tutto ciò che è in loro potere per mantenere il mondo com'era (con personaggi come i già citati Charles Lindbergh e JFK), mentre i Fraser tentano di cambiare la battaglia di Culloden e sono attualmente sull'apice della Rivoluzione americana. Questi spettacoli esaminano se la storia può essere cambiata piuttosto che una versione del mondo diversa dalla nostra.

Né si immerge nelle teorie del multiverso, che è al centro di Fringe's mondi paralleli. Alcune cose sono migliori laggiù, mentre altre no. Un filo comune che denota una linea temporale alternativa è la proliferazione di dirigibili. La teoria dei molti mondi suggerisce che esistono infiniti risultati l'uno accanto all'altro; per esempio, i nazisti furono vittoriosi e contemporaneamente furono sconfitti. I parametri per gli eventi storici alternativi sono infiniti.

C'era una volta a Hollywood

Credito: Sony Pictures

La seconda guerra mondiale e la guerra fredda coprono un periodo di 60 anni, quindi non sorprende che questo periodo tumultuoso offra opportunità apparentemente infinite per la narrazione. L'aggiunta del concetto di alt-timeline apre la possibilità di incorporare racconti allegorici, una versione squallida della realtà o persino la realizzazione del desiderio. Hollywood è la terra della finzione e non c'è nessuno di cui questa città ami scrivere più di se stessa. Quentin Tarantino ha riscritto la fine della seconda guerra mondiale usando il cinema come sfondo infuocato in Bastardi senza gloria prima di affrontare il famigerato omicidio di Sharon Tate e la cosiddetta fine degli anni '60 in C'era una volta... a Hollywood . Quest'ultimo è qualcosa di cui parla Joan Didion nel suo saggio seminale L'album bianco , osservando lo stato d'animo del 9 agosto 1969. Quel giorno la tensione si ruppe. La paranoia si è avverata. Nella versione degli eventi di Tarantino questa data finisce ancora in un bagno di sangue, ma piuttosto che Tate e le sue amiche, gli autori vengono uccisi. Ciò che segue nei giorni e nelle settimane successivi rimane invisibile, ma questo lieto fine è ancora sanguinoso.

Prendendo l'ottimistica energia del secondo dopoguerra che si è infiltrata nell'industria cinematografica, Ryan Murphy si chiede se Tinseltown avesse aperto le braccia a tutti e non solo alle storie dei bianchi, eterosessuali e cisgender. Hollywood inizia come una storia comune incentrata su volti giovanili che cercano di diventare la prossima grande cosa prima di rimuovere il 'What If?' strati. Riparare i torti del passato arriva con buone intenzioni, ma sembra che venda figure brevi della vita reale come Rock Hudson e Anna May Wong, e le loro lotte molto reali. La tensione si perde nella seconda metà della serie, che culmina in una cerimonia degli Oscar che avrebbe dovuto esserci. Piuttosto che rappresentare la verità di questo decennio, Hollywood abbraccia la magia dell'illusione cinematografica. La capacità di immaginare cosa avrebbe potuto essere sarà il sogno ad occhi aperti che alcuni troveranno rinfrescante mentre altri vedranno solo quanto sia falso.

Hollywood

Credito: SAEED ADYANI/NETFLIX

Il romanticismo malinconico è una parte importante del Hollywood estetica, che attualmente scarseggia nel mondo reale. Quando i tempi sono difficili, questo genere può rivelare un'utopia o mostrare che le cose non sono così male come potrebbero essere. Philip K. Dick è stato influenzato dal romanzo di Ward Moore del 1953 Porta il Giubileo , in cui la Confederazione aveva vinto la guerra civile. Una storia simile è stata recentemente programmata per la TV. Sì, Game of Thrones gli showrunner David Benioff e D.B. Weiss era in programma di fare confederato per HBO, ma la reazione a questo particolare racconto storico revisionista non è stata accolta a braccia aperte. L'alt-history è un genere molto popolare; tuttavia, due ragazzi bianchi alla guida di uno spettacolo in cui la schiavitù è ancora legale sono stati incredibilmente fuorviati, e non è andato oltre la pre-produzione . Watchmen invece divenne la storia alternativa da tenere d'occhio, affrontando gare ed eventi reali come il massacro di Tulsa del 1921. Il Watchmen graphic novel ha debuttato nel 1985 quando la Guerra Fredda era ancora precaria e la paura dell'annientamento nucleare era molto reale, lo show televisivo è arrivato in un periodo altrettanto instabile.

Quando il mondo sembra in fiamme, l'evasione assume diverse forme, incluso il trovare intrattenimento in un passato che sembra peggiore del nostro presente. Prendendo in prestito da Robert Kennedy che, parafrasando a George Bernard Shaw citazione, non stava parlando di narrazioni di storia alternativa: alcuni uomini vedono le cose come sono e chiedono perché. Sogno cose che non sono mai esistite e chiedo perché no. Ma in una linea temporale alternativa, forse lo era.



^