Vero Crimine

The Conjuring: The Devil Made Me Do It è basato su un vero caso di omicidio. Ecco cosa è successo davvero.

>

In una piccola città del Connecticut nel 1981, un brutale omicidio ha portato a una delle strategie di difesa criminale più senza precedenti emerse nella storia degli Stati Uniti. Nella contea di Fairfield, un giovane avvocato che rappresenta un adolescente accusato ha detto alla Corte Superiore del Connecticut che il suo cliente non dovrebbe essere ritenuto colpevole per aver accoltellato a morte il suo padrone di casa perché l'omicidio era il risultato di possessione demoniaca.

**Questo articolo è apparso originariamente su Oxygen.com **

Il sensazionale caso del diciannovenne Arne Cheyenne Johnson, accusato dell'omicidio del quarantenne Alan Bono, ha attirato l'attenzione dei media nazionali sulla contea di Fairfield in quello che è diventato rapidamente noto come il processo per omicidio 'The Devil Made Me Do It'. Il caso ha di nuovo attirato gli occhi della nazione sui sedicenti demonologi e sugli investigatori del paranormale Ed e Lorraine Warren. La coppia, che viveva nella vicina Monroe, era nota per le sue indagini sulla presunta infestazione di Amityville anni prima a Long Island, così come per il loro attaccamento a un presunto evento soprannaturale in una casa popolare nella sezione di Enfield, a nord di Londra.

**ATTENZIONE SPOILER: spoiler in anticipo per L'evocazione: il diavolo me l'ha fatto fare **

HBO Max su YouTube

Il preludio al caso legale di Johnson - insieme al presunto esorcismo che lotta contro se stesso un demone dal fratello minore della sua ragazza - fornisce un polo della trama di L'evocazione: il diavolo me l'ha fatto fare , la trilogia più vicina ora nelle sale e su HBO Max . Dal momento che il film dell'orrore salta in gran parte le procedure processuali a favore di spaventi improvvisi e un'altra sottotrama fittizia di omicidio, gli spettatori potrebbero chiedersi cosa sia effettivamente successo a Brookfield e con la difesa senza precedenti di Johnson - e quanta luce del giorno esiste tra la verità, la versione dei Warren di gli eventi e ciò che viene rappresentato sullo schermo.

A prima vista, l'uccisione di Bono il 16 febbraio 1981, in un canile di Brookfield sembrava semplice: una rissa alimentata dall'alcol ha portato all'estrazione di un coltellino tascabile da cinque pollici, seguito da una brutale pugnalata che ha lasciato il nuovo arrivato. Morto un allevatore di 40 anni. Il Washington Post riferì nel 1981, mentre il processo incombeva, che l'avvocato di Johnson aveva affermato che c'erano 'quattro o cinque ferite tremende', inclusa una che si estendeva dallo stomaco di Bono alla base del cuore. Il suo omicidio è stato il primo nella storia di Brookfield.

'Non è stato un crimine insolito', ha detto l'allora capo della polizia John Anderson Inviare . 'Qualcuno si è arrabbiato, ne è scaturita una discussione. ... Non potremmo avere un semplice omicidio senza complicazioni, oh no. Invece, tutti nel mondo intero convergono su Brookfield».

Johnson è stato trovato quel giorno a circa due miglia di distanza, arrestato, quindi trattenuto al Bridgeport Correctional Center al posto di una cauzione di $ 125.000. Ha detto che non ricordava nulla di quello che era successo. Al canile quel giorno c'era la sua fidanzata, Debbie Glatzel, insieme a sua cugina di 9 anni, Mary, e alla sorella di Johnson, Wanda. Debbie Glatzel ha detto alla polizia che poco prima dell'accoltellamento, una Bono ubriaca - per la quale lavorava, toelettava e si prendeva cura dei cani - aveva afferrato Mary e non l'avrebbe lasciata andare. Johnson era intervenuto - ha iniziato a ringhiare come un animale, ha detto, prima di estrarre il coltello e pugnalare ripetutamente il suo capo.

Nei mesi prima dell'accoltellamento, ha detto, il suo fidanzato aveva iniziato a mostrare uno strano comportamento - cadere in trance, ringhiare, allucinazioni - che non avrebbe ricordato in seguito. Tutto ciò era in modo allarmante simile al comportamento recente del fratello più giovane, iniziato nell'estate del 1980 dopo che era entrato in una proprietà in affitto che la coppia aveva acquisito.

Il caso di Arne C. Johnson The Devil Made Me Do It tramite Getty Images

Arne C. Johnson, con cappotto sul braccio, passi da un furgone della polizia all'arrivo in tribunale a Danbury, CT per il giorno di apertura del suo processo sulla morte accoltellata di Alan Bono, 40 anni, a Brookfield, CT. Il giudice della Corte Superiore Robert Callahan ha rifiutato di consentire la 'possesso demoniaco', come difesa nel processo. (Credito: Bettmann Archive/Getty Images)

In un primo momento, come il Inviare secondo quanto riferito, l'undicenne David Glatzel ha affermato di aver visto un uomo anziano con 'pelle ruvida e rubiconda' che indossava una camicia a quadri strappata e blue jeans in casa; il vecchio disse al ragazzo di 'fare attenzione' mentre lo spingeva su un letto ad acqua che era stato lasciato nella camera da letto principale della casa. Nessun altro ha affermato di aver visto questa apparizione, ma David ha presto iniziato a mostrare comportamenti strani e segni fisici: terrori notturni, graffi inspiegabili, lividi. Dopo 12 giorni, la sua famiglia decise di contattare i Warren per chiedere aiuto.

episodio di star trek voyager borg

I Warren si sono detti molto turbati da ciò che hanno visto accadere a Brookfield. La presunta possessione demoniaca di David è stata poi indagata dalla Chiesa cattolica, secondo Lorraine Warren, che ha affermato che un totale di sei sacerdoti hanno partecipato a tre 'esorcismi inferiori' eseguiti sul ragazzo; uno presumibilmente ha avuto luogo nella chiesa cattolica di St. Joseph con quattro sacerdoti presenti, ha detto, e secondo lei, hanno concordato che David fosse posseduto.

'Non eravamo solo io e Ed. La crema della Chiesa cattolica era coinvolta e c'era una documentazione straordinaria', ha detto al News-Times in un articolo sul caso pubblicato nel 2007.

A un certo punto, ha affermato Warren, il ragazzo ha levitato. I membri della sua famiglia hanno detto al Inviare che mentre il demone prendeva il sopravvento, David abbassava la testa, poi la sollevava lentamente con il viso contorto in un ringhio. Vedrebbero solo il bianco dei suoi occhi mentre rideva orribilmente. Sua madre, Judy Glatzel, e i Warren affermarono che in casa i piatti levitavano, le sedie a dondolo volavano in aria e un dinosauro giocattolo camminava in giro, il Inviare segnalato.

Parlando con Le persone nel 1981, Ed Warren disse che lui e sua moglie sapevano, dopo questi esorcismi, che '43 demoni' erano dentro David - avevano 'richiesto dei nomi e David ce ne ha dati 43', ha detto alla rivista.

dr.zaius pianeta delle scimmie

Tuttavia, ha detto padre Nicholas Grieco della diocesi di Bridgeport Le persone all'epoca, mentre la chiesa indagava sulla situazione di David e dei Gratzel, non fu mai praticato alcun esorcismo. La famiglia non avrebbe sottoposto David ai test psicologici necessari in anticipo, ha detto.

Il processo per omicidio di Johnson iniziò il 28 ottobre 1981 presso la Corte Superiore del Connecticut a Danbury. Il suo avvocato, il 33enne Martin Minnella, ha detto al Inviare prima del processo credeva che le coltellate di Bono fossero troppo profonde per essere state fatte da mani umane. Ha anche detto al giornale che il potenziale per una difesa dalla possessione demoniaca è stato introdotto dai Warren.

'Questo non me lo sono inventato io,' disse Minnella. 'Questo è ciò che mi è stato presentato. Sono andato a trovare Ed e Lorraine e ho deciso di accettare il caso dopo aver parlato con loro. Mi hanno detto che quando sei posseduto, non hai alcun controllo sulle tue azioni. Mi è rimasto in mente.'

Minnella ha detto Le persone che si è recato in Inghilterra prima del processo alla ricerca di un precedente consultandosi con avvocati che avevano gestito due presunte casi di possessione demoniaca lì; quei due non sono andati a processo, tuttavia. Aveva anche pianificato di portare in aula specialisti di esorcismo dall'Europa per testimoniare, ha detto, e ha parlato di citazioni in giudizio per i sacerdoti locali che si sono rifiutati di testimoniare. Ha anche menzionato al Inviare prima del processo che i migliori studi cinematografici erano interessati al caso; Lorraine Warren lo ha confermato con il Inviare reporter.

'Avremo un libro scritto su questo?' chiese retoricamente. 'Sì, ​​lo faremo. Ne faremo lezione? Sì, lo faremo. ... I nostri agenti della William Morris Agency stanno [parlando con i produttori cinematografici]'.

In vista del processo, Minnella ha anche affermato che, come parte della sua difesa, aveva intenzione di portare la religione direttamente in aula.

'I tribunali si sono occupati dell'esistenza di Dio, e ora verrà chiesto loro di occuparsi dell'esistenza dello spirito demoniaco', ha detto.

I cacciatori di fantasmi americani Lorraine e Ed Warren

I cacciatori di fantasmi americani Lorraine e Ed Warren. 30 aprile 1980. (Credit: Russell McPhedran/Fairfax Media via Getty Images)

Il giudice Robert Callahan, che ha presieduto il processo con giuria, è stato rapido nel respingere la difesa per possessione demoniaca. Consentire tale testimonianza in tribunale sarebbe 'irrelativo e non scientifico', ha affermato.

'La corte noterà in tribunale che la professione, l'attività o l'hobby ... di localizzare i demoni non è salita a quel livello di fattibilità in cui sarebbe di aiuto alla giuria nel decidere il caso', ha detto Callahan.

Invece, Minnella ha implicato l'autodifesa al processo, che è durato circa tre settimane. I giurati non hanno mai sentito una parola sulla possessione demoniaca o sulla richiesta di metà esorcismo di Johnson che l'entità che abita David lo prenda invece.

Il 24 novembre, dopo che la giuria ha deliberato per 15 ore in tre giorni, Johnson è stato condannato per omicidio colposo di primo grado . È stato condannato a 10-20 anni di carcere; un detenuto modello, è stato rilasciato cinque anni dopo.

Johnson e Debbie Glatzel, che si sono sposati nel 1984 mentre era in prigione, hanno sostenuto che il loro resoconto di quello che è successo a Brookfield - con David, le circostanze dell'omicidio di Bono e la possessione demoniaca di Johnson - era tutto vero. Dopo il suo rilascio dal carcere, Johnson non ha mostrato segni di possesso, secondo i Warren, che hanno parlato con il... Associated Press nel 1986; Ed Warren ha detto al AP quel ″possesso non dura 24 ore al giorno. Viene presto e se ne va presto».

Anche Lorraine Warren, morta nel 2019, sosteneva che fosse tutto reale. Aveva raccontato la sua versione degli eventi per il libro del 1983 Il diavolo nel Connecticut , di Gerald Brittle. Dopo la sua pubblicazione, secondo quanto riferito, ha inviato $ 2.000 di profitti dal libro alla famiglia Glatzel.

Tuttavia, nel 2007, l'altro fratello di Debbie, Carl Glatzel, ha sostenuto in un deposito legale che la maggior parte degli incidenti descritti in quel libro sono 'bugie complete' e che la sua famiglia è stata manipolata e sfruttata dai Warren. Gli investigatori del paranormale erano opportunisti che avevano trasformato la schizofrenia non diagnosticata del suo fratellino - che secondo lui aveva causato a David allucinazioni e delusioni dal 1979 al 1982 - in una frenesia mediatica che alimentò la loro fama e i loro profitti ma lo portò a perdere relazioni e opportunità di affari, lui ha sostenuto.

Lorraine Warren, che allora era appena rimasta vedova, ha detto nel 2007 che tali accuse - che lei e suo marito sarebbero arrivati ​​al punto di manipolare una famiglia a scopo di lucro - erano 'sconvolgenti'.

'Non puoi immaginare qualcosa che hai fatto, in cui nessuno potrebbe fare buchi ... e far uscire qualcosa da qualcuno che non sa nulla di quello che stanno facendo', lei disse .

l'incredibile cast di Spider-Man

Nel 1981, mentre si avvicinava il processo per omicidio del fidato fidanzato della sorella maggiore, David Glatzel stava appena entrando in prima media. Il giornalista per Le persone all'epoca lo descrisse come 'nebuloso e cupo' e riferì che a quel punto della sua infanzia i suoi attacchi e le sue convulsioni erano meno frequenti. A volte doveva ancora dormire con la luce accesa.

'David era un bravo ragazzo, non ha mai dato fastidio a nessuno', Carl Glatzel detto nel 2007 . 'Ha vissuto un inferno a causa di tutte le attenzioni negative.'

Recentemente, Carl Glatzel ha parlato con Hartford-Courant , dicendo che ha lasciato il Connecticut e sta lavorando a un libro con uno scrittore professionista sul passato della sua famiglia che 'ha una svolta'.



^