Animazione

I classici pantaloncini Topolino e i suoi amici sono la parte migliore di Disney+

>

Come quasi tutti nello spazio delle notizie di intrattenimento e milioni di Guerre stellari fan, mi sveglio presto il venerdì mattina per guardare l'ultimo episodio di Il mandaloriano (e tira fuori dei buoni tweet su Baby Yoda) su Disney+. Il primo live-action Guerre stellari la serie ha ricevuto recensioni meritatamente entusiastiche e mi sto divertendo un sacco, ma in questo momento non sono le novità sul servizio di streaming che mi hanno agganciato allo streamer quanto il vasto archivio che la Walt Disney Company ha caricato nella sua città di server.

Il mandaloriano funge da spettacolo di punta del primo lotto di nuovi programmi di Disney+, che sono sparsi in tutto il enorme biblioteca che è stato reso disponibile al momento del lancio. Quella libreria, integrata dall'acquisizione di 20th Century Fox e National Geographic, è la ragione per cui la piattaforma potrebbe essere lanciata con solo così tanti originali; almeno all'inizio, Disney+ è tanto una macchina nostalgica quanto un concorrente nella nuova guerra dei contenuti. E mentre ci sono molti altri originali in arrivo, dalla Marvel e da altri marchi, la roba vecchia sta più che da sola in questo momento, soprattutto data la storia della compagnia di rilasciare il suo catalogo al pubblico.

Film Twitter può respirare facilmente: sono un fan dei media fisici e possiedo tutti i Blu-ray possibili in un piccolo appartamento di Manhattan. Ma Disney+ non è tanto un sostituto dei media fisici quanto un supplemento, poiché ospita un tesoro di film, cortometraggi ed episodi TV che non sono facilmente disponibili altrove. La Disney è sempre stata attenta al modo in cui pubblica i suoi vecchi classici, sia perché molti di loro erano impegnati in film che richiedono cure e restauri significativi, sia perché la società è stata attenta a preservare il valore delle tirature del teatro revival e delle case in edizione limitata uscite video.





^